Comunicati

Il Festival del Video Partecipativo il 17 e 18 ottobre

15 October 2020

Sabato 17 e domenica 18 ottobre si terrà la seconda edizione del Monza International PV FESTIVAL 2020, Festival Internazionale di Video Partecipativo (www.liberisvincoli.it/pvfestival2020).

Sarà un’opportunità di visione dei lavori filmici realizzati in Italia e all’estero, ma anche un’occasione di formazione, confronto e analisi per educatori, formatori, ricercatori, insegnanti studenti e appassionati di cinema. Si svolgerà quest’anno al teatro Binario 7 di Monza e anche online: sarà infatti integralmente trasmesso in diretta streaming e con traduzione simultanea in italiano e inglese. Una scelta dettata dai limiti alla capienza delle sale imposti dalle normative di sicurezza, e anche dal livello dei relatori internazionali che lasciano immaginare un interesse ampio e sovranazionale.

La partecipazione è gratuita, sia al Binario 7 che online. Per ottenere il biglietto d’ingresso o il link dello streaming è necessario registrarsi su www.liberisvincoli.it/pvfestival2020/

Numerosi gli esperti che interverranno. Si segnalano, tra loro, alcuni dei più noti a livello mondiale: Jackie Shaw, Institute of Development Studies (IDS), Regno Unito. Ioana Literat, Columbia University di New York, Stati Uniti. Chris High, Linnaeus University, Svezia. Chris Lunch, InsightShare, Regno Unito. Angelo Loy, documentarista, Italia. Emanuela Mancino, Università degli Studi di Milano Bicocca, Italia. Direttrice artistica del Festival Cristina Maurelli, Università degli Studi di Brescia.

«Il Festival del Video Partecipativo – spiega Maurelli – permette a educatori, insegnanti, facilitatori, videomaker, volontari, studenti e ricercatori di confrontarsi sul cinema partecipativo, i suoi diversi obiettivi e le differenti modalità di realizzazione». Il programma dei due giorni (si trova già integralmente su www.liberisvincoli.it/pvfestival2020 insieme all’elenco e alle biografie dei relatori) segue un percorso preciso, prosegue Maurelli: «Gli interventi di sabato mattina sono dedicati alle esperienze di video partecipativo con adolescenti e giovani, mentre quelli del pomeriggio riguardano le diverse opportunità di produzione. Chiude la giornata di sabato un evento internazionale dedicato al futuro del cinema partecipato con diversi relatori provenienti da prestigiose Università del mondo. La domenica mattina è dedicata alle esperienze italiane mentre nel pomeriggio si parla di video partecipativo on line e nuovi media e si conclude con un evento pomeridiano che vedrà protagonista il main sponsor del Festival AQR Group con il film partecipativo realizzato dai suoi collaboratori durante la Pandemia».

«Fare cinema come opportunità di cambiamento, per raccontare la propria comunità o per affrontare temi difficili. È questa la sfida della seconda edizione del Festival Internazionale di video partecipativo, spiega l’Assessore alle Politiche Sociali Désirée Merlini. Una sfida che gli organizzatori e i protagonisti del Festival hanno vinto usando il linguaggio universale del cinema che diventa lo strumento attraverso il quale abbattere qualsiasi barriera. Le potenzialità educative e formative di questo approccio sono enormi e il risultato è un cinema che fa sicuramente bene a chi lo fa e a chi lo guarda».

Il Festival è a cura di LIBERI SVINCOLI, un collettivo di professionisti del mondo dello spettacolo e della comunicazione che dal 2009 realizza progetti culturali su tematiche sociali e culturali.

Il Festival è sostenuto dal Comune di Monza e dalla Fondazione della Comunità di Monza e della Brianza Onlus, ha il patrocinio dell’Università degli Studi di Brescia e la collaborazione scientifica dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, come main sponsor AQR Group, e il contributo di Coop Lombardia. In partnership con il Participatory Video Festival di Ghent, Meliponi, la Fédération National de Audiovisuel Participatif, Masc Lab, il Museo Nazionale del Cinema di Torino, l’Associazione Museo Nazionale del Cinema e il Teatro Binario 7. Sponsor tecnico ON AIR srl e media partner Il Cittadino e Radio Popolare.

Il Festival è realizzato grazie alla partecipazione attiva di numerose realtà profit e no profit nazionali che attraverso forme di collaborazione che coinvolgeranno anche utenti e volontari contribuiranno all’organizzazione del Festival: Agave, la Cooperativa Sociale Arca di Noè, Arimo, ADS Silvia Tremolada, l’Associazione Antonia Vita Carrobiolo, Auser Monza e Brianza, il CSV di Monza Lecco Sondrio, il Consorzio Comunità Brianza, la Cooperativa Lambro, la Cooperativa Sociale EX.it, la Fondazione Alberto e Franca Riva, l’Associazione Liberazioni, Il Libraccio, il Liceo Artistico Statale della Villa Reale di Monza Nanni Valentini, la Cooperativa Meta, l’associazione 4 Cani per Strada, Rapsode Production, la Società Cooperativa Sociale Luciano Donghi Onlus e la Cooperativa Sociale Solaris.

Data creazione: 15 October 2020

Pagine collegate

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Sportello Energia

Consulta il sito dedicato al Risparmio e all'Efficienza Energetica per aiutarti a ridurre i consumi di energia e a migliorare l'efficienza nella tua casa

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza

Cittadini, stakeholders e utenti dei servizi pubblici locali, possono inviare proposte e osservazioni per il miglioramento delle misure di prevenzione

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare