Reddito di Inclusione

Dal 1 gennaio 2018 è in vigore il Re.I. - Reddito di Inclusione.

Il Re.I. sostituisce il SIA - Sostegno Inclusione Attiva, la cui raccolta delle domande è terminata il 31 ottobre 2017.

Il  Re.I. come " misura unica a livello nazionale di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale", prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.

Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dopo un periodo di sospensione di 6 mesi, per ulteriori 12  mesi. 

Per gli utenti che hanno beneficiato del SIA e hanno sospeso il loro percorso al 31 ottobre 2017 possono richiedere a dicembre  il ReI, nell'eventualità la domanda venisse accettata usufruiranno della misura per ulteriori 6 mesi.

Per chi ha in atto il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) potrà richiedere il passaggio al ReI (è fatto salvo il beneficio economico maggiore).

» Per saperne di più


Requisiti

Dal 1° giugno 2018 non sono più previsti i requisiti familiari e sarà erogato alle famiglie in possesso dei seguenti requisiti.

Requisiti di residenza e soggiorno

Il richiedente deve essere congiuntamente:

  • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda
  • cittadino dell'Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;

Requisiti economici

Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

  • un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6mila euro;
  • un valore ISRE (l'indicatore reddituale dell'ISEE, ossia l'ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3mila euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20mila euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Altri requisiti

Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:

  • non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

Beneficio economico

Viene erogato tramite la carta Re.I., una carta di pagamento utilizzabile per:

  • gli acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito MasterCard
  • il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali
  • prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuito, al costo del servizio
  • da diritto a sconti nei negozi convenzionati 

La Legge di Bilancio 2018 ha inoltre aumentato l'importo del beneficio massimo mensile per i nuclei familiari maggiormente numerosi, portandolo ad euro 534,37 per i nuclei con 5 componenti e ad euro 539,82 per i nuclei con 6 o più componenti.

Il progetto personalizzato 

Il beneficio economico è subordinato ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l'impiego, i servizi sanitari, le scuole, soggetti privatied enti no profit.

Il progetto coinvolgerà tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base di una valutazione globale
delle problematiche e dei bisogni.


Documenti da consegnare alla presentazione della domanda

• ISEE in corso di validità: se nel nucleo è presente un componente di età inferiore ad anni 18, sarà considerato l’ISEE minorenni; in assenza di minorenni nel nucleo, sarà considerato l’ISEE ordinario; in presenza di ISEE corrente (che aggiorna l’ISEE ordinario o l’ISEE minorenni) sarà
comunque considerato quest’ultimo. In caso di presenza nel nucleo familiare di componenti minorenni che non abbiamo entrambi i genitori in comune, verrà considerato il più favorevole tra gli eventuali differenti indicatori ISEE Minori

•DSU Dichiarazione Sostitutiva Unica

•Certificato di disoccupazione, qualora sussista il caso ReI – Com

Il modello Rei-Com dovrà essere consegnato nei seguenti casi:
• se uno o più membri del nucleo familiare dovessero  svolgere attività lavorativa non presente nella dichiarazione ISEE in corso di validità utilizzata per l'accesso al ReI
•in caso di variazione della situazione lavorativa nel corso dell'erogazione ReI, riguardante uno o più componenti del nucleo familiare, entro 30 giorni
dall'inizio dell'attività, pena decadenza dal beneficio
•svolgimento di attività lavorativa dichiarata in sede di presentazione della domanda ReI, che si protragga nel corso dell'anno solare successivo. In tale
ipotesi il modello va compilato entro il mese di gennaio

 Domanda (formato PDF - 701 KB)
 Comunicazione (formato PDF - 110 KB)


Presentazione della domanda

La domanda va presentata, previo appuntamento: martedì dalle 14 alle 16.00 e venerdì dalle 9.00 alle 11.30 presso gli sportelli Ex Anagrafe di piazza Carducci (sotto i portici).

Per fissare un appuntamento è necessario inviare una email all’indirizzo reimonza@ambitodimonza.it o telefonare al numero 039.2832851 dalle 9.00 alle 12.00, dal lunedì al venerdì.

La domanda può essere presentata in qualunque momento (nelle modalità sopra esposte) non essendo prevista alcuna scadenza.

Per informazioni sullo stato della pratica, è possibile contattare INPS ai seguenti numeri:

  • da cellulare: 06.164.164 ( numero a pagamento in base alla tariffa del proprio operatore)
  • da telefono fisso: 800.164 (numero verde gratuito)

Normativa

  • Legge 15 marzo 2017, n. 33 (Legge delega per il contrasto alla povertà)
  • Decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147 (Disposizioni per l'introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 240 del 13 ottobre 2017)
  • Focus sul REI dal sito del Ministero del lavoro e delle politiche sociali

 

 

Ultimo aggiornamento: Mon Oct 22 13:12:31 CEST 2018
Data creazione: Tue Nov 28 12:58:39 CET 2017

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare