PNRR - Attuazione misure

Il Comune di Monza, grazie alla forte attività propulsiva dei propri uffici, ha inoltrato diverse candidature e ottenuto l'assegnazione di alcune decine di mlioni di euro di fondi del PNRR.
I progetti finanziati sono focalizzati in particolar modo, su Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura (missione 1), Rivoluzione verde e transizione ecologica (missione 2), Inclusione e Coesione (missione 5).

Di seguito viene riportato il dettaglio di tutti i progetti finanziati per il Comune di Monza dal PNRR.

ico_pdf Dettaglio dei Progetti ammessi a finanziamento PNRR (formato PDF - 1,5 MB)

» Affidamenti PNRR


Cosa è il PNRR

La Commissione europea ha avviato un piano di ripresa che aiuterà l’Unione europea a riparare i danni economici e sociali causati dall’emergenza sanitaria da coronavirus e contribuire a gettare le basi per rendere le economie e le società dei paesi europei più sostenibili, resilienti e preparate alle sfide e alle opportunità della transizione ecologica e digitale: un investimento sul futuro dell’Europa e degli Stati membri per ripartire dopo l’emergenza Covid-19.

Si tratta del nuovo strumento finanziario denominato Next Generation EU, un dispositivo temporaneo da 750 miliardi di euro pensato per stimolare una “ripresa sostenibile, uniforme, inclusiva ed equa”, volta a garantire la possibilità di fare fronte a esigenze impreviste, il più grande pacchetto per stimolare l’economia mai finanziato dall’UE.

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è il più grande pacchetto a supporto dell’economia che la UE abbia mai finanziato. Si sviluppa su tre priorità trasversali,  condivise a livello europeo, digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale, raggruppate in sei missioni:

  1. Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura
  2. Rivoluzione verde e transizione ecologica
  3. Infrastrutture per una mobilità sostenibile
  4. Istruzione e Ricerca
  5. Inclusione e Coesione
  6. Salute

All'Italia sono stati destinati 191,5 miliardi di euro, (integrati dallo Stato con risorse aggiuntive pari a 30,6 miliardi di euro attraverso il Fondo Nazionale Complementare), per realizzare azioni e interventi che, andando a moderare l’impatto economico e sociale della pandemia, costruiscano un’Italia nuova, dotandola degli strumenti necessari per affrontare le sfide ambientali, tecnologiche e sociali di oggi e di domani.

Il 2026 è l'anno di conclusione dello strumento e, conseguentemente, di tutti i progetti da esso finanziati.

Ultimo aggiornamento: 27 January 2023
Data creazione: 24 November 2022

Pagine collegate

Aiutaci a migliorare