Relazione di fine mandato

L'art. 4 del Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 149, stabilisce che i comuni sono tenuti a redigere una relazione di fine mandato che deve contenere la descrizione dettagliata delle principali attività normative e amministrative svolte durante il mandato, con specifico riferimento a:

  1. sistema ed esiti dei controlli interni;
  2. eventuali rilievi della Corte dei conti;
  3. azioni intraprese per il rispetto dei saldi di finanza pubblica programmati e stato del percorso di convergenza verso i fabbisogni standard;
  4. situazione finanziaria e patrimoniale, anche evidenziando le carenze riscontrate nella gestione degli enti controllati dal comune o dalla provincia ai sensi dei numeri 1 e 2 del comma primo dell'articolo 2359 del codice civile, ed indicando azioni intraprese per porvi rimedio;
  5. azioni intraprese per contenere la spesa e stato del percorso di convergenza ai fabbisogni standard, affiancato da indicatori quantitativi e qualitativi relativi agli output dei servizi resi, anche utilizzando come parametro di riferimento realtà rappresentative dell'offerta di prestazioni con il miglior rapporto qualità-costi;
  6. quantificazione della misura dell'indebitamento provinciale o comunale.

Relazione di Fine Mandato del Sindaco Scanagatti - anni 2012-2017 (formato PDF - 2642 KB)

La relazione di fine mandato del Sindaco è stata trasmessa alla Sezione Regionale di Controllo della Corte dei Conti in data 21 aprile 2017 con nota Prot. 131726/2017.

Ultimo aggiornamento: 26 June 2017
Data creazione: 27 April 2017

Pagine collegate

Aiutaci a migliorare