Servizi

Servizio di pulizia presso alcuni stabili comunali - 2 lotti - periodo: 60 mesi

Scadenza: 18 October 2012 - 09:48

Sedute di gara: Presenza Criteri Ambientali minimi: Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 133 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 246 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 341 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Patto integrità (formato PDF - 48 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 30 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato A (formato PDF - 14 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 2 (formato PDF - 141 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 2 bis - dichiarazione familiari conviventi (formato PDF - 63 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 3 (formato PDF - 139 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 4 (formato PDF - 133 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 5 (formato PDF - 143 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 6 (formato PDF - 60 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 7 (formato PDF - 126 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 8 (formato PDF - 57 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 9 (formato PDF - 142 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 10 - avvalimento (formato PDF - 63 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda T Lotto 1 (formato PDF - 48 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda T Lotto 2 (formato PDF - 48 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda D - Macchinari (formato PDF - 47 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda E - NUOVA - Monte ore (formato PDF - 44 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda F - Sostituzione personale (formato PDF - 43 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda G - Formazione (formato PDF - 31 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda H - Autocontrollo (formato PDF - 37 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda I - Sicurezza (formato PDF - 38 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda L - Prodotti (formato PDF - 22 KB)
Icona documento 'Formato PDF' DUVRI (formato PDF - 216 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tabelle D.M. 23/5/2012 - Costo del lavoro (formato PDF - 454 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Calendario sopralluoghi (formato PDF - 34 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Prospetto ditte uscenti - costi (formato PDF - 12 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Numero addetti, livelli e monte ore settimanali (formato PDF - 12 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Ordinanza rifiuti (formato PDF - 60 KB)

NOTA BENE

PER ALCUNI ERRORI MATERIALI CONTENUTI NELLA DESCRIZIONE DEI RIFERIMENTI RELATIVI AGLI STABILI DELLA SCHEDA E - MONTE ORE, LA STESSA E' STATA SOSTITUITA  CON LA NUOVA EDIZIONE EMENDATA.

1) QUESITO: Si chiedono:
a) i nominativi delle Imprese attualmente affidatarie del servizio di pulizia presso i vari stabili
b) l’attuale organico dei dipendenti
c) il CCNL applicato
d) la qualifica e il monte ore settimanale svolto dal personale attualmente impiegato
e) si chiede se rispetto all’attuale appalto vi siano modifiche nei termini, modalità e prestazioni

1) RISPOSTA:
a) I nominativi delle imprese attualmente affidatarie del servizio e il canone attualmente riconosciuto sono riportati in apposito prospetto pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Prospetto ditte uscenti”;
b) l’organico attuale dei dipendenti è riportato in apposito prospetto pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Numero addetti, Livelli e Monte ore settimanali”;
c) Il contratto attualmente applicato è quello delle Imprese di pulizia;
d) la qualifica e il monte ore settimanale svolto sono riportati nel medesimo prospetto del punto b);
e) non sono state apportate sostanziali modifiche al Capitolato di appalto attualmente in vigore, eccetto la riduzione del numero di interventi settimanali previsti presso il Rif. 01 – Lotto n. 2. “ Vigili di quartiere – Via Sorteni, 5 “– da n.  5 interventi settimanali a  n. 2 interventi settimanali;


2) QUESITO: REQUISITO RICHIESTO AL PUNTO 1.2 LETTERA y) DEL DISCIPLINARE -  CONTRATTI ESEGUITI: Si chiede cosa si intenda per “servizi analoghi” relativamente al requisito richiesto, se debbano essere intesi quali servizi di pulizia eseguiti esclusivamente presso stabili, come quelli oggetto dell’appalto;

2) RISPOSTA: L’oggetto dell’appalto riguarda il servizio di puliza svolto all’interno di stabili adibiti a sedi di Uffici comunali, Biblioteche e Centri Socio Educativi. Pertanto si intendono quali servizi analoghi quelli relativi alla ordinaria pulizia di Uffici ( sia pubblici che privati), scuole, biblioteche ecc.

3) QUESITO: art. 10 capitolato Speciale di appalto - Si chiede:

a) il numero delle unità addette all’espletamento del servizio di pulizia del Lotto n. 2

3) RISPOSTA: l’organico attuale dei dipendenti è riportato in apposito prospetto pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Numero addetti, Livelli e Monte ore settimanali”;

4) QUESITO: Si chiedono:
a) i nominativi delle Imprese attualmente affidatarie del servizio di pulizia presso i vari stabili
b) l’attuale organico dei dipendenti
c) il CCNL applicato
d) la qualifica e il monte ore settimanale svolto dal personale attualmente impiegato
e) si chiede se rispetto all’attuale appalto vi siano modifiche nei termini, modalità e prestazioni

4) RISPOSTA: vedi risposta a Quesito n. 1


5) QUESITO: si chiede:

a) perché il prospetto denominato Allegato A inserito nei documenti di gara ( monte ore di servizio) non coincide con le ore attualmente effettuate dai lavoratori presso le varie sedi, riportate nell’Allegato “Numero addetti, Livelli e Monte ore settimanali”; ( vedasi  Quesiti n. 1 e 4);
b) quale dei due monte- ore dovrà essere considerato ai fini della definizione del punteggio tecnico in merito alle ore ordinarie;   

5) RISPOSTA: i due prospetti non coincidono perché l’Allegato A riporta il monte ore che la s.a. ritiene idoneo al corretto svolgimento del servizio, mentre il prospetto denominato  “Numero addetti, Livelli e Monte ore settimanali”, di cui alla risposta ai quesiti 1 e 4, riporta le ore attualmente svolte dal personale delle imprese uscenti.
Ai fini della valutazione del Progetto Tecnico e precisamente della scheda E “monte ore”, si rimanda a quanto precisato nel Disciplinare – Progetto tecnico, punto 1.b) : “Al fine di una corretta valutazione di questa scheda, va premesso che nei documenti di gara in possesso delle Aziende partecipanti, è compreso l’allegato “A”, consistente in una scheda in excel sulla quale sono riportati analiticamente gli stabili che costituiscono i vari Lotti, con l’indicazione della loro superficie espressa in mq. e delle ore indicative ritenute necessarie per il corretto svolgimento del servizio ordinario per ciascun riferimento e di conseguenza per ciascun Lotto. Tali ore sono per lo più rispondenti alle ore lavorate dalle Imprese uscenti.” Ne deriva che l’Allegato A debba essere considerato quale base per la formulazione dell’offerta.

6. QUESITO: si chiede se, in caso di partecipazione alla gara di una costituenda ATI, il sopralluogo dovrà essere effettuato da tutte le ditte costituenti il raggruppamento.

6. RISPOSTA: il sopralluogo può essere effettuato da un’unica persona, con delega rilasciata e sottoscritta dai legali rappresentanti delle Imprese costituenti l’ATI.

7. QUESITO: modello allegato 2 – lettera w) referenze Bancarie: si chiedono i seguenti chiarimenti:
a) dichiarazione dei soggetti
b) riferimento all’oggetto della gara,
c) relativo importo

7. RISPOSTA: nel Disciplinare di gara, punto 1.2) lettera w), sono espresse in dettaglio le modalità del rilascio delle dichiarazioni di referenze bancarie da produrre; in ogni caso in esse devono risultare, pena esclusione:
a) i soggetti rilascianti le referenze;
b) l’oggetto della gara, nonché l’importo del lotto/i di partecipazione.

8.  QUESITO: si chiede se sia possibile non utilizzare i vari allegati inerenti la documentazione per la partecipazione alla gara;

8. RISPOSTA:  l’impresa partecipante potrà eventualmente riprodurre la modulistica preparata dall’Amministrazione su propria carta intestata, avendo cura di riportarla fedelmente ed integralmente, pena esclusione dalla gara.

9. QUESITO: REQUISITO RICHIESTO AL PUNTO 1.2 LETTERA a) DEL DISCIPLINARE -  FASCIA DI CLASSIFICAZIONE: si chiede se il requisito di cui al punto 1.2 lettera a) del Disciplinare di gara, relativo alla "fascia di classificazione" per le Imprese di pulizia di cui al DM.  274/1997, in caso di partecipazione alla gara di un Consorzio ordinario di cui all'art. 34 del D.Lgs. 163,  debba essere posseduto e dimostrato dal solo Consorzio o anche dalle Consociate;


9) RISPOSTA: Ciascuna consorziata esecutrice deve dichiarare di  essere iscritta alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura della Provincia in cui ha sede quale “Impresa di Pulizia”, almeno nella fascia corrispondente all’importo del/i lotto/i che si intende/ono assumere (D.M. 274/1997), o ad analogo registro professionale o commerciale dello stato aderente all’UE, contenente l’indicazione che l’oggetto sociale dell’impresa, come da registrazioni camerali, comprende ovvero è coerente con l’oggetto della presente gara; dal registro predetto dovranno risultare l’attività principale di “pulimento” del concorrente ed il volume di affari corrispondente alla fascia richiesta per le Imprese nazionali; nel caso di partecipazione ad entrambi i Lotti, la fascia di appartenenza dovrà corrispondere almeno alla somma degli importi presunti dei Lotti di cui all’articolo 4 del capitolato."

10. QUESITO: REQUISITO RICHIESTO AL PUNTO 1.2 LETTERA  Y) DEL DISCIPLINARE: “certificazioni di aver svolto con buon esito in ambito UE, nel triennio 2009-2010-2011, servizi analoghi a quello oggetto della presente gara” per il Lotto n. 2 – validità dei certificati rilasciati da Enti , Associazioni e ONLUS privati;


10. RISPOSTA: Qualora il concorrente intenda partecipare SOLO al Lotto n. 2, dovrà essere in possesso di attestazioni di servizi analoghi, almeno pari alla somma di €. 265.000,00 (IVA esclusa), svolti nel triennio 2009/2010/2011. Tali certificazioni possono essere rilasciate anche da privati. ( vedasi  RISPOSTA al quesito n. 2)

 

11. QUESITO: si chiede se sia possibile ricevere dalla Stazione Appaltante, oppure scaricare via web in formato originale “.doc” o “.xls” la modulistica inerente l’intero progetto tecnico (schede D, E, F, H, I, L) al fine di assicurarsi il format “fedele ed integrale”(citato) tale per cui non si possa incorrere  in esclusione dalla gara.

11. RISPOSTA: si rimanda a quanto già esposto nella risposta al quesito n. 8. 

12. QUESITO: si chiede, in riferimento alla tabella riportante il personale attualmete impiegato sui Lotti, pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Numero addetti, Livelli e Monte ore settimanali”, se le unità riportate possano essere in numero inferiore perché impiegate su più turni, anche su stabili diversi.


12. RISPOSTA: nella tabella riportante il personale attualmente impiegato sui Lotti, pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Numero addetti, Livelli e Monte ore settimanali”, le unità riportate possono, in alcuni casi, essere rappresentate dalla medesima persona che effettua ore di servizio anche su altri stabili, in orari diversi.


13. QUESITO: SCHEDA T1 – tabella C): si chiede se la voce “formazione” contenuta nella tabella C) della scheda T1 sia da intendersi quale “costo relativo alla sicurezza interna”;

13. RISPOSTA: alla voce “formazione” contenuta nella tabella C) della scheda T1 (ed analogamente anche per la scheda T2) deve essere riportato il costo sostenuto dall’azienda per la formazione del personale, in coerenza con quanto riportato nella scheda “F” del Progetto Tecnico. Gli oneri di sicurezza, non soggetti a ribasso, relativi al servizio in appalto sono già indicati dalla s.a. nella tabella H) delle Schede T1 e T2.


14. QUESITO: PRESTAZIONE CAUZIONE PROVVISORIA – PUNTO 1.1. DISCIPLINARE: Si chiede se per la partecipazione ad entrambi i Lotti debbano essere presentate 2 diverse cauzioni, una per ciascun Lotto e per il rispettivo importo, o se si possa presentare un'unica cauzione cumulativa degli importi stabiliti per i 2 Lotti.   

14) RISPOSTA: Al fine della partecipazione alla gara per entrambi i Lotti, le Aziende concorrenti possono presentare due distinte cauzioni provvisorie per i rispettivi importi, così come indicato al punto 1.1. del Disciplinare di gara, oppure possono presentare un unico documento di importo  complessivo pari alla somma delle cauzioni previste per il Lotto 1 e il Lotto 2. Resta inteso che in entrambi i casi il contenuto della / e cauzione/ i dovrà essere quello previsto a pena esclusione dal Disciplinare di gara.


15. QUESITO: PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA ECONOMICA: si chiede se, in caso di partecipazione ad entrambI i Lotti:

a) si debba compilare l’allegato 11 – Offerta economica – su unico foglio così come riportato negli atti di gara o se si debbano compilare due distinti fogli, sempre utilizzando lo stesso modello;
b) se le offerte economiche relative ai due Lotti debbano essere inserite in n. 2 buste distinte e diverse;

15. RISPOSTA:
a) in caso di partecipazione ad entrambi i Lotti dovrà essere compilato l’allegato 11 – OFFERTA ECONOMICA - predisposto per la compilazione delle offerte economiche dei 2 Lotti; in caso di partecipazione ad UN SOLO LOTTO, dovrà essere compilata SOLO la parte relativa al Lotto prescelto;
b) il modello 11, riportante le offerte presentate per i 2 Lotti di gara, dovrà essere inserito in un’unica busta, avendo cura di allegare all’offerta ed inserire nella busta anche le schede T 1 e T 2 relative alla scomposizione del prezzo offerto.


16. QUESITO: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO TECNICO: si chiede, in caso di partecipazione ad entrambi i Lotti, se si debba compilare un progetto tecnico per ogni Lotto e di conseguenza presentare 2 buste contenenti le schede del lotto di riferimento;

16. RISPOSTA: Le schede relative alla redazione del Progetto Tecnico sono già predisposte per la compilazione dei dati relativi ai 2 Lotti di cui si compone la Gara; quindi, nel caso di partecipazione ad entrambi i Lotti, dette schede dovranno essere compilate nelle parti riguardanti il Lotto 1 e 2. Alcune schede riportano dati validi sia per il lotto 1 che per il Lotto 2. Pertanto il Progetto Tecnico  andrà racchiuso in un unico plico. Nel caso di partecipazione ad un solo Lotto, dovranno essere compilate esclusivamente le parti delle schede relative ai dati del Lotto prescelto.


17. QUESITO: COSTO ORARIO DI RIFERIMENTO – TABELLA FISE – Si chiede:
a) poiché negli atti di gara si fa riferimento alla tabella FISE marzo 2012, essendo stata nel  frattempo pubblicata la Tabella FISE del mese di settembre 2012, quale delle due tabelle debba essere presa a riferimento per la formulazione dell’offerta;
b) se sia obbligatorio il rispetto della tabella individuata, qualora l’azienda concorrente possa accedere a sgravi o altre agevolazioni;
c) se debbano essere rispettate, per la determinazione del prezzo offerto, le ore minime indicate nell’allegato A della documentazione di gara;

17. RISPOSTA:
a) nella determinazione dell’Offerta, le aziende concorrenti dovranno fare riferimento alla tabella FISE marzo 2012, allegata agli atti di gara, poiché su quella base è stato definito il prezzo di appalto;
b) la tabella FISE marzo 2012 sarà il punto di partenza per l’accertamento della congruità dell’offerta. Qualora l’azienda concorrente sia nelle condizioni di fruire di sgravi fiscali o altre agevolazioni, tali condizioni dovranno essere giustificate e adeguatamente documentate;
c) nella tabella di cui  all’allegato A vengono riportate le ore considerate dalla s.a. idonee per l’esecuzione del servizio; l’azienda concorrente, nel compilare la scheda “E” del Progetto Tecnico, dovrà quotare, per ogni Lotto,  un numero di ore almeno pari al 90% delle ore complessive per Lotto riportate nell’allegato A, così come in dettaglio riportato nel Disciplinare di gara – Progetto Tecnico  - al punto 1.b.    (vedasi anche risposta a quesito n. 5)

18. QUESITO: si chiede se, in caso di partecipazione ai 2 Lotti:
a) le buste relative all’Offerta Economica e al Progetto Tecnico debbano essere 2 o una sola;
b) in caso di partecipazione ai 2 Lotti, debba essere presentata un’unica cauzione provvisoria;

18. RISPOSTA:
a) si veda risposta a quesito n. 14;
b) si veda risposta a quesiti nn. 15 e 16;

19. QUESITO: DISCIPLINARE DI GARA – PARTE A - PUNTO 1.2 : Si chiede se, nel caso di partecipazione alla gara da parte di un consorzio stabile,  la dichiarazione prevista alla lettera l)  debba essere resa dai conviventi dei legali rappresentanti di tutte le Consorziate che detengono una quota superiore al 10% anche se non esecutrici dell’appalto;

19. RISPOSTA: Sì

20. QUESITO: PROGETTO TECNICO – punto 1.b – SCHEDA “E” – monte ore: si chiede, in riferimento a quanto riportato sulla scheda “E” del Progetto Tecnico “N.B.: Indipendentemente dalle ore quotate per gli interventi straordinari nella scheda E, la Ditta partecipante è comunque tenuta ad eseguire TUTTI gli interventi, ordinari e periodici, dettagliati agli articoli  5.1 e 5.2 riportati nel presente capitolato”, se tali interventi “periodici” (settimanali, mensili, trimestrali ecc.), previsti dal Capitolato, siano da ricomprendere nel totale delle ore annue di servizio “ordinario” offerto;

20. RISPOSTA: Sì.

 21. QUESITO: DISCIPLINARE DI GARA – PUNTO 1.2 – lettera y)- Nella compilazione del modello allegato 2 – alla lettera y) è prevista la “dichiarazione di essere in possesso di attestazioni di servizi analoghi a quello oggetto della presente gara (di tipo civile con esclusione di quelli industriali) svolti con buon esito nel triennio 2009/2010/2011 specificando, a pena di esclusione, il tipo di servizio, i soggetti destinatari, gli importi per singole annualità…” Si chiede, alla luce di quanto previsto dall’art. 15 della legge 183/2011, se ai fini della verifica dei requisiti, posto che le Pubbliche Amministrazioni non potranno richiedere certificazioni direttamente alle Imprese partecipanti, saranno ritenute valide le presentazioni di dichiarazioni sostitutive o di altre documentazioni comprovanti l’esecuzione dei servizi ( es.: fatture, mastrini contabili).

21. RISPOSTA: La ratio della dichiarazione del possesso dei requisiti di cui alla lettera y) – Punto 1.2 del Disciplinare di gara - è l’accertamento del BUON ESITO di servizi analoghi a quello di gara svolti dalla Concorrente presso Enti Pubblici o privati. Ne consegue che, in fase di accertamento del possesso dei requisiti dichiarati con autocertificazione all’atto della compilazione della Domanda di partecipazione, la s.a., in caso di servizio svolto presso PP.AA., in mancanza delle certificazioni di regolare esecuzione del servizio eventualmente già in possesso delle Ditte partecipanti ( es.: certificazioni di regolare esecuzione rilasciate a contratti ultimati), provvederà, ai sensi dell’art. 15 della Legge 183/2011,  a richiedere conferma della regolarità del servizio svolto, per gli importi e i periodi indicati dalla partecipante nell’apposita tabella della lettera y), alle PP.AA. indicate. Nel caso invece di servizio svolto presso aziende o società private l’effettuazione effettiva della prestazione è dichiarata da questi o, in mancanza, dallo stesso concorrente.
 

 22. QUESITO: PROGETTO TECNICO – punto 1.b -  SCHEDA “D” – MACCHINARI: Si chiede cosa debba essere indicato nella colonna “sigla di individuazione assegnata “ della scheda “D” – macchinari;

22. RISPOSTA: nella colonna “sigla di individuazione assegnata “ della scheda “D” – macchinari dovrà essere riportata una sigla o codice di identificazione che la Ditta apporrà sui singoli macchinari riportati nella tabella, al fine della loro corretta individuazione, da parte della s.a., nella fase di controllo della rispondenza tra le attrezzature riportate nella scheda “D” quale dotazione tecnica offerta e quelle effettivamente utilizzate in corso di appalto;

23. QUESITO: PROGETTO TECNICO -  punto 1.c – SCHEDA “F” – PIANO DI SOSTITUZIONE DEL PERSONALE : Si chiede di confermare se il coefficiente che verrà attribuito in caso di compilazione della colonna 6 “personale da assumere” abbia valore 0;

23. RISPOSTA: Sì 

24. QUESITO: PROGETTO TECNICO -  punto 1.d – SCHEDA “G”- FORMAZIONE DEL PERSONALE:  Si chiede
a) di conoscere cosa si intenda per ”Formazione permanente “ e “Formazione specifica”;
b) cosa si intenda per “Qualifica Docenti”;

24. RISPOSTA:
a) come dettagliato nel Disciplinare di gara – punto 1.d – con “Formazione permanente” si intende la formazione cui il personale ha diritto per Legge ( vedi formazione per contratto di apprendistato e la formazione prevista dal D.Lgs. 81/2006); per “Formazione specifica” si intende la formazione che, oltre quella prevista per legge, la Ditta fornisce ai dipendenti ad esempio, in materia di antinfortunistica, pronto intervento, lingua italiana per stranieri ecc. ;
b) si intende il titolo di studio acquisito (ed eventuali altri corsi di specializzazione, master ecc.) dal Docente dei corsi di formazione.


25. QUESITO: SCHEDA T1  e T2 allegate all’offerta economica: Si chiede se la dicitura riportata nella Tabella “F”:  “margine Lordo” coincida con l’utile di esercizio;

25. RISPOSTA: la dicitura riportata nella Tabella “F”:  “margine Lordo” è riferita all’utile netto derivante alla concorrente dall’appalto;

26. QUESITO:  Si chiede:
a) di conoscere i mq relativi alle strutture interessate dal servizio in oggetto, distinguendole per tipologia di area (bagni, uffici, corridoi, ecc.), dato che per ognuna di esse vi è una diversa frequenza delle prestazioni;
b) di conoscere le metrature specifiche del Riferimento 5  (Centro Polifunzionale – Via D’Annunzio) - Lotto n. 1 e del Riferimento 8 (Biblioteca San Gerardo – Circoscrizione 1) del lotto n.2;  

26. RISPOSTA:
a) posto che non vi sono sostanziali differenziazioni nelle frequenze del servizio per aree specifiche ( uffici, corridoi, bagni ), non ci è possibile suddividere le superfici degli stabili oggetto dell’appalto così in dettaglio; la s.a. ha disposto i sopralluoghi obbligatori al fine di permettere alle concorrenti di prendere diretta visione degli stabili e delle loro specificità;
b) il dettaglio delle metrature sono:

Riferimento 5 – lotto n. 1 : CENTRO POLIFUNZIONALE - Via d’Annunzio – mq. 1378
o Circoscrizione 3  mq. 563
o Servizi Sociali  mq. 200
o Vigili di Quartiere   mq. 110
o Ufficio Anagrafe  mq. 110
o Centro Anziani  mq. 395

Riferimento 8 – lotto n. 2 : BIBLIOTECA SAN GERARDO e CIRCOSCRIZIONE 1 – mq. 1424

o Biblioteca San Gerardo mq. 1185
o Circoscrizione 1  mq. 239

27. QUESITO: Si chiede la pubblicazione dell’ordinanza relativa alla disciplina per il conferimento dei rifiuti, non presente nella documentazione di gara;

27. RISPOSTA: posto che nel Capitolato speciale di appalto è indicato che il Comune di Monza attua la raccolta differenziata dei Rifiuti, in giorni e orari diversi e dettagliati per zone comunali e tipologia dei rifiuti, normalmente il Servizio Economato fornisce tutti i dettagli all’aggiudicatario, prima dell’inizio dell’appalto. Si provvede comunque alla pubblicazione dell’ordinanza emessa nel 2005, per regolamentare la raccolta differenziata.

28. QUESITO: si chiede di conoscere l’esatto numero di dipendenti attualmente in servizio presso gli stabili dei Lotti in gara;


28. RISPOSTA: I lavoratori attualmente in servizio presso gli stabili componenti i due Lotti in gara sono complessivamente n. 11.    


29. QUESITO: DISCIPLINARE PUNTO 1.2 lettera w) -  REFERENZE BANCARIE: Si chiede se:
a) in caso di partecipazione in ATI le dichiarazioni di referenze bancarie debbano essere presentate da ciascuna impresa esecutrice con riferimento alla parte proporzionale dell’importo complessivo a base d’asta per il quale ciascuna impresa si intende impegnare (Es.: 51% - capogruppo , 49% mandante);
b) nel caso di partecipazione dell’ATI a entrambi i Lotti, debbano essere presentate 2 o 4 referenze;

29. RISPOSTA:
a) in caso di partecipazione alla gara in ATI, ciascuna impresa esecutrice della costituenda ATI dovrà presentare almeno 2 referenze rilasciate da almeno due istituti di credito/intermediari autorizzati ai sensi del DLgs n. 385/1993, che attestino l’idoneità finanziaria ed economica dell’impresa al fine dell’assunzione del servizio in questione, di importo proporzionale alla propria quota di partecipazione, calcolata sull’importo a base di gara;
b) nel caso di partecipazione a entrambi i Lotti, ciascuna impresa esecutrice dovrà presentare almeno due referenze, così come sopra indicato, avendo cura di riportare in ciascun documento prodotto, tutti i riferimenti inerenti ai Lotti di partecipazione.


30. QUESITO: DISCIPLINARE – PUNTO 1.2 – dichiarazione lettera l): si chiede se la dichiarazione di cui alla lettera l) debba essere resa necessariamente dai familiari maggiorenni conviventi dei soggetti indicati alla medesima lettera o se tali dichiarazioni possano essere rese in autocertificazione dagli stessi soggetti tenuti alla dichiarazione;

30. RISPOSTA: La dichiarazione di cui alla lettera l) del punto 1.2 del Disciplinare deve essere resa direttamente dai familiari conviventi di maggior età dei soggetti indicati; in caso di impossibilità dei familiari, oggettivamente dimostrata (per es. malattia, degenza ospedaliera, ecc.), può essere accettata la dichiarazione resa direttamente dal soggetto per i propri familiari conviventi, in autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000;


31. QUESITO: DISCIPLINARE PUNTO 1.2 lettera w) -  REFERENZE BANCARIE: Si chiede a quale recapito debbano essere indirizzate le referenze ;

31. RISPOSTA: Le lettere di referenza rilasciate dagli Istituti di Credito, dovranno essere indirizzate a COMUNE DI MONZA – UFFICIO ECONOMATO – Via Bramante da Urbino, 11 – 20900 Monza ed accluse nel plico della documentazione amministrativa, così come richiesto al punto 1.2 lettera w) del Disciplinare.

32. QUESITO: ART. 7 Capitolato Speciale di Appalto: Si chiede, in merito alla presentazione delle schede tecniche e di sicurezza dei prodotti chimici indicati e descritti alla scheda “L” e delle macchine/attrezzature di cui alla scheda “D” del progetto tecnico, se esse debbano essere inserite nella busta B “Offerta Tecnica” oppure se possano essere presentate successivamente e comunque prima dell’inizio del servizio;

32. RISPOSTA: la scheda “L” relativa alla dichiarazione dei prodotti che verranno utilizzati per il servizio, riporta in calce l’indicazione “ Alla presente scheda dovranno essere allegate le schede dei principali prodotti indicati”. Pertanto tutte le schede tecniche e di sicurezza dei prodotti indicati in tabella dovranno essere allegate alla presentazione del Progetto Tecnico. Per quanto riguarda le schede tecniche e di sicurezza dei macchinari/attrezzature, queste ultime potranno essere  trasmesse alla s.a. prima dell’inizio del servizio.

33. QUESITO: COSTO DEL LAVORO – TABELLA F.I.S.E.: Si  chiede se, visto che all’atto della presentazione dell’offerta, sarà vigente la tabella FISE di settembre 2012, a quale tabella si debba fare riferimento per la formulazione dell’offerta, posto che negli atti di gara è riportata quella di marzo 2012;

33. RISPOSTA: vedasi Quesito e Risposta n. 17.

34. QUESITO: SCHEDA “F” – SISTEMA ORGANIZZATIVO: si chiede conferma che il rapporto di riferimento tra ore teoriche e ore effettive lavorate ( 75,72% ) e il relativo differenziale fissati dalla tabella ministeriale vigente per la Provincia di Milano siano da considerarsi fissi ed invariabili e, pertanto, non siano modificabili dal concorrente nella scheda “F” del progetto tecnico;

34. RISPOSTA: Essendo la scheda “F” impostata per tutte le aziende concorrenti sui parametri fissati dalle tabelle ministeriali, i parametri NON potranno essere variati, per poter procedere ad omogenea valutazione dei PROGETTI TECNICI.

35. QUESITO: Si chiede se, circa la possibilità di deroga al costo minimo del lavoro tabellare,  saranno automaticamente escluse le Offerte nelle quali la differenza del costo medio orario del lavoro offerto rispetto a quello indicato nelle tabelle derivi dalla riduzione del totale delle ore non lavorate (507 ore in tabella, corrispondente al rapporto di cui alla scheda “F”) , oppure se anche per tali offerte la s.a. richiederà e valuterà le giustificazioni del concorrente;

35. RISPOSTA: Nel caso di scostamento dal costo del lavoro offerto rispetto al minimo tabellare la s.a. non procederà all’esclusione automatica dell’offerta ma, in caso di offerta anomala, chiederà alla ditta offerente giustificazioni in merito così come prescritto dagli artt. 86,87 del D.Lgs. 163/2006;

36. QUESITO: Si chiede se in caso di partecipazione ad entrambi i Lotti sia possibile presentare un’unica documentazione e un’unica cauzione provvisoria;

36. RISPOSTA: vedasi Quesiti e Risposte nn. 14, 15, 16

37. QUESITO: Si  chiede se, potendo partecipare alla gara anche le Imprese Artigiane, la congruità dell’offerta terrà conto, per la par condicio, sempre ed unicamente del costo orario riportato nella Tabella Ministeriale settembre 2012;

37. RISPOSTA: la partecipazione delle Imprese Artigiane è ammessa dall’art. 34 del D.Lgs. 163/2006; il costo del lavoro sarà anche per queste Imprese, rapportato alla tabella FISE riferita a marzo 2012 ( vedasi risposta a quesito n. 17); inoltre si rimanda a quanto stabilito dall’art. 11 del capitolato di appalto “ ….. Fatto salvo quanto stabilito al punto 4.5 del disciplinare in materia di giustificazione del costo del lavoro, l'Appaltatore dovrà, altresì, applicare nei confronti dei propri dipendenti, e se costituita in forma di società cooperativa anche nei confronti dei soci – lavoratori dipendenti impiegati nell'esecuzione dei lavori oggetto dell'appalto, un trattamento economico e normativo non inferiore a quello risultante dal vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i lavoratori delle imprese di pulizia, disinfestazione, servizi integrati/multiservizi sottoscritto dalle Organizzazioni Imprenditoriali e dei Lavoratori comparativamente più rappresentative, anche se non sia aderente alle Organizzazioni che lo hanno sottoscritto e indipendentemente dalla sua forma giuridica, dalla sua natura, dalla sua struttura e dimensione e da ogni altra sua qualificazione giuridico - economica e sindacale, nonché  un trattamento economico complessivamente non inferiore a quello risultante dagli accordi integrativi locali in quanto applicabili.”

38. QUESITO: ONERI DI SICUREZZA: Si chiede se:
a) ai fini della valutazione della congruità dell’offerta, la percentuale di sicurezza relativa all’1% verrà valutata unicamente sul costo della manodopera o sull’importo totale del servizio offerto inclusivo delle spese di gestione e utile di impresa;
b) relativamente agli oneri di sicurezza aziendali, per la congruità dell’offerta bisogna considerare la percentuale dell’1% e non tener conto quindi degli oneri previsti dalla norma, pari a €. 150 per ogni addetto;

38. RISPOSTA:
a) Gli oneri di sicurezza, non soggetti a ribasso, relativi al servizio in appalto, sono già indicati dalla s.a. nella tabella H) delle Schede T1 e T2. Pertanto l’Offerta economica sarà determinata dall’importo riportato in tabella G), sommato agli oneri di sicurezza precompilati, pari all’1% del prezzo posto a base d’asta, e quindi non assoggettati a ribasso;
b) altri oneri di sicurezza propri dell’azienda possono essere compresi nelle spese generali aziendali, riportate in tabella D);

39) QUESITO: Si chiede se vi siano variazioni di prestazioni e superfici rispetto al precedente appalto;

39) RISPOSTA: Si veda Quesito e Risposta n. 4

40) QUESITO: Si chiede se, in caso di avvalimento, quali siano i requisiti per i quali ci si può avvalere;

40) RISPOSTA: Possono essere oggetto di avvalimento i requisiti economici e tecnici previsti dall’art. 49 del D.Lgs 163/2006; per lo specifico argomento, vedasi il paragrafo AVVALIMENTO del Disciplinare di gara;

41) QUESITO: si chiede quante unità maschili e quante unità femminili sono presenti attualmente negli stabili compresi nell’appalto;

41) RISPOSTA:  Attualmente il personale impiegato negli stabili compresi nei Lotti è composto da n. 9 unità femminili e n. 2 unità maschili.

42) QUESITO: DISCIPLINARE PUNTO 1.2 lettera w) -  REFERENZE BANCARIE: Si chiede di chiarire se è sufficiente che le  referenze bancarie contengano l’oggetto della gara, il lotto di partecipazione e l’importo a base di gara 

42) RISPOSTA: le referenze devono contenere i riferimenti di gara , e quindi l’oggetto della gara, il/i lotto/i di partecipazione e l’importo a base di gara ; gli Istituti di credito dovranno attestare l’idoneità  finanziaria ed economica dell’impresa al fine dell’assunzione del servizio per il/i lotto/i prescelti.
 

 




 

Data creazione: 27 August 2012

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Sportello Energia

Consulta il sito dedicato al Risparmio e all'Efficienza Energetica per aiutarti a ridurre i consumi di energia e a migliorare l'efficienza nella tua casa

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare