Servizi

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL COMUNE DI MONZA PER IL PERIODO 01/01/2021 - 31/12/2025 - CIG: 8344393AEE

Scadenza: 14 September 2020 - 17:00

Icona documento 'Formato PDF' Determina a Contrarre (formato PDF - 193 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 17 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 263 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 1282 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 87 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 60 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MODELLO DICH_DOMANDA_PARTECIPAZIONE (formato PDF - 487 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MODELLO DGUE (formato PDF - 201 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MOT MODELLO OFFERTA TECNICA (formato PDF - 150 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MODELLO SEDE TESORERIA (formato PDF - 56 KB)
Icona documento 'Formato PDF' PROTOCOLLO TRASMISSIONE TELEMATICA ORDINATIVI INFORMATICI (formato PDF - 57 KB)
Icona documento 'Formato PDF' DATI RISCOSSIONE PAGAMENTI DEL COMUNE DI MONZA (formato PDF - 55 KB)
Icona documento 'Formato PDF' RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA (formato PDF - 399 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ALLEGATO CHIARIMENTO N. 1 (formato PDF - 219 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ALLEGATO CHIARIMENTO N. 5 (formato PDF - 16 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ALLEGATO CHIARIMENTO N. 8 (formato PDF - 214 KB)
Icona documento 'Formato PDF' INTEGRAZIONE CHIARIMENTO N. 8 (formato PDF - 96 KB)
Icona documento 'Formato PDF' INTEGRAZIONE CHIARIMENTO N. 4 (formato PDF - 89 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ALLEGATO CHIARIMENTO N. 9 (formato PDF - 13 KB)
Icona documento 'Formato PDF' INTEGRAZIONE CHIARIMENTO N. 3 (formato PDF - 92 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Determina nomina commissione (formato PDF - 288 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Curriculum Presidente (formato PDF - 494 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Curriculum componente (formato PDF - 84 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Curriculum componente (formato PDF - 61 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Esito (formato PDF - 83 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Determina di Affidamento (formato PDF - 430 KB)

CHIARIMENTO N. 1

1) Si chiede quanto segue:
    Numero di provvisori di entrata anno 2019
    Numero di SDD e MAV attivi presentati anno 2019
   Ammontare transato POS pagobancomat e carte di credito anno 2019
  

   I dati richiesti sono indicati nei prospetti allegati alla presente.

 

2) In merito al prestito di onore a studenti, avete una convenzione che prevede un capitale predeterminato, quanti ne sono stati erogati nel 2019,   quali sono le caratteristiche principali?

    Non abbiamo una convenzione che preveda un capitale predeterminato e ad oggi non ne sono mai stati erogati.

 

3) PagoPA, quali servizi avete attivato? Quanti IUV sono stati generati ed incassati nell’anno 2019?


 Al momento il Comune di Monza risulta attivo sul nodo dei pagamenti per gli incassi relativi a:
- Servizi Scolastici (Referezione scolastica, Rette nidi, ecc.) prima tramite il Partner Tecnologico Progetti e Soluzioni ed ora tramite PA Digitale;
- incassi SUAP per “Impresa in un giorno” tramite Infocamere;
- incassi per pratiche edilizie seguite dall’Ufficio Ragioneria del Comune di Monza;
- incassi delle contravvenzioni per infrazioni al Codice della Strada emesse dalla Polizia Municipale, tramite il Partner Tecnologico Maggioli SpA.

I codici IUV sono stati generati ed incassati nel 2019 sono stati i seguenti:
 Servizi Scolastici (centri estivi, nidi, pre e post scuola, refezione, trasporto)
€ 1.425.337,34 per un totale di 9.693 operazioni
 Ufficio Sportello Unico Attività Produttive
€ 10.887,81per un totale di 425 operazioni
Sono inoltre stati censiti su AGID gli IBAN ed i CC Postali da rendere disponibili per il nodo.

Si è proceduto ad aderire all'iniziativa di Regione Lombardia per utilizzare la piattaforma MyPay come interfaccia verso il cittadino.
Attualmente su MyPay sono in fase di attivazione varie tipologie di incassi del Comune di Monza (l’iter procedurale è al momento in corso).
Si è proceduto con la software house di contabilità ADS – Gruppo Finmatica - all'adozione di un modulo software chiamato DEPAG relativo al sistema contabile che avrebbe un triplice compito: colloquiare con i sistemi applicativi in esercizio nell'Ente che hanno necessità di emettere ordinativi di pagamento, permettere la rendicontazione e riconciliazioni dei pagamenti avvenuti
verso il gestionale verticale e verso il sistema contabile, ed infine colloquiare con MyPay per dare la possibilità ai cittadini di pagare.

4) Ci sono obblighi relativamente a ritiro valori/documenti, o contazione di monete ad esempio da parcometri?
No, non ci sono obblighi in tal senso.
Vale quanto indicato all’art. 18 della bozza di Convenzione approvata dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 10/2020, in merito all’amministrazione titoli ed ai valori di deposito.

 

CHIARIMENTO N. 2

 

Quesito n° 1

 Pag. 20 Disciplinare - Commissione per operazioni di incasso mediante carte di credito e altri sistemi di incasso - Punti 5 e pag. 22 2.2 Commissione per operazioni di incasso mediante carte di credito e altri sistemi di incasso (art. 6, comma 7, della Convenzione) – punteggio massimo attribuibile 5 punti.

 Si chiede di precisare che cosa si intenda per altri sistemi di incasso.

 

RISPOSTA

L’espressione “altri sistemi di incasso” ulteriori a quelli espressamente previsti (carte di debito bancomat) e carte di credito, sta ad indicare genericamente ulteriori strumenti di incasso che potrebbero trovare diffusione nella pratica bancaria per la regolazione dei rapporti di incasso con la clientela.

 

Quesito n° 2

 

Pag. 22 Disciplinare

L’offerta è omnicomprensiva e non potranno essere addebitate ulteriori commissioni agli utenti; non sono consentite distinzioni tra utenti che hanno conti presso Istituto di Credito Tesoriere e utenti che hanno conti aperti presso altri istituti di Credito; non potranno essere addebitate spese per singolo Addebito Diretto insoluto; non potranno essere addebitate ulteriori spese per presentazione flusso di Addebito Diretto (ex RID); non potranno essere addebitate spese di spedizione lettera RID e per rendicontazione con flusso attraverso canali telematici.

Si chiede di precisare che quanto riportato nel suindicato passaggio sia da intendersi per le sole commissioni addebitate dal tesoriere con esclusione delle eventuali commissioni che addebiteranno le altre banche presso le quali sono domiciliati i conti correnti degli utenti.

RISPOSTA

L’interpretazione è corretta.

 

Quesito n° 3

 

Schema di convenzione art. 1 - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO - FUNZIONI

 

  1. Il Tesoriere deve garantire, nell’ambito delle attività di incasso/pagamento previste, il servizio anche all’estero ove, non avendo propri recapiti o sportelli, si avvarrà sotto la propria responsabilità di altre aziende di credito. Resta inteso che dovranno essere rispettate le disposizioni in materia di SEPA.

 

In considerazione del fatto che l’operatività di Tesoreria e Cassa in circolarità, per gli sportelli dell’Istituto tesoriere/cassiere, hanno luogo solo all’interno dei confini nazionali ed in considerazione anche del richiamo, nel medesimo articolo, al rispetto delle: “disposizioni in materia di SEPA”

Si chiede di meglio specificare in cosa dovrebbero esattamente consistere le “attività di incasso/pagamento all’ estero”.

RISPOSTA

Il tesoriere deve essere in grado di ricevere e di inoltrare bonifici da e per l’estero. 

 

Quesito n° 4

 

Schema di convenzione art. 10 - OBBLIGHI GESTIONALI ASSUNTI DAL TESORIERE

 

  1. Il Tesoriere si impegna inoltre a:

 

- sviluppare iniziative in accordo con il Comune o su istanza del Comune stesso, tese a favorire nuove tecnologie per nuove forme di pagamento e riscossione da mettere a disposizione dei contribuenti/utenti (ad esempio CBILL e PAGO PA);

Si chiede di precisare se, a richiesta dell’Ente, vi sia obbligo per il tesoriere di accettare la nomina a partner tecnologico per il sistema PAGO PA.

RISPOSTA

Non c'è alcun obbligo a carico del tesoriere di diventare il Partner tecnologico del Comune per il sistema PAGO PA.

 

 CHIARIMENTO N. 3

 Buongiorno al fine di procedere con le necessarie valutazioni propedeutiche alla partecipazione alla gara, si chiedono delucidazioni sulla presenza, in Centrale dei Rischi, di uno sconfinamento continuativo, da oltre 180 giorni, a carico di codesto Ente, rilevabile alla voce 3 “a revoca” e dell’importo di Euro 201/000.

RISPOSTA
E’ stata inoltrata apposita richiesta all’attuale tesoriere e si è tuttora in attesa di ricevere risposta dallo stesso. Non appena ricevuta sarà nostra cura predisporne la pubblicazione sul sito di gara.

 

CHIARIMENTO N. 4

In riferimento al bando in essere, si richiedono i seguenti chiarimenti/informazioni integrative:


• Art 6 comma 9 Tipologia, frequenza e numero dei Mav e degli SDD emessi, divisi per tipologia (affitti, mensa scolastica ecc.…)

RISPOSTA
Si é in attesa di ricevere dal tesoriere comunale i dati richiesti.


• Art 7 comma 18 pagamento per contanti onorari seggi elettorali. Si chiede il numero medio di pagamenti effettuati per contanti

RISPOSTA
Si é in attesa di ricevere dal tesoriere comunale i dati richiesti.


• Art 10 comma 3 prestito d’onore. Maggiori informazioni sul numero di prestiti erogati, se riservati agli studenti che frequentano i complessi scolastici di Monza oppure gli studenti monzesi che frequentano Istituti Scolastici anche al di fuori del Comune.

RISPOSTA
Riservato solo agli studenti monzesi.
Ad oggi non è stato attivato alcun prestito d’onore.


• Estratto del Bilancio al 31/12/2018 da cui ricavare i primi tre titoli delle entrate accertate.

RISPOSTA

E’ possibile consultare il Bilancio Consuntivo 2018 del Comune di Monza al seguente link:


https://www.comune.monza.it/it/comune/Amministrazione-trasparente/Bilanci/

 

CHIARIMENTO N. 5

Riteniamo opportuno sottoporre alla Stazione Appaltante i seguenti chiarimenti:


1) il punto 18.1 del disciplinare di gara al Parametro 1 (tasso su anticipazioni) prevede che per ogni variazione di spread pari a 0,05 punti in più rispetto al parametro di riferimento variabile indicato al comma 2 dell’articolo 14 della convenzione verrà assegnato 1 punto in meno, rispetto ai 14 punti previsti per il parametro di riferimento sopra riportato. Si chiede conferma che offerte di spread superiori allo 0,70 comportino unicamente l’assegnazione di un punteggio pari a 0.

RISPOSTA
Si conferma quanto sopra.

 

2) si chiede conferma che in riferimento al punto 18.2 del disciplinare di gara il ribasso sul compenso annuo a base d’asta (art. 19, comma 1, della Convenzione) sia sull’importo di € 25.000,00 annui e che quindi in vigenza di convenzione gli oneri e commissioni per l’attivazione di ulteriori servizi oggetto dell’offerta tecnica così come eventuali interessi sull’utilizzo dell’anticipazione siano da considerare come prestazioni extra contrattuali e pertanto saranno corrisposti a parte, oltre al valore del contratto.

RISPOSTA
Si conferma quanto sopra.

3) In riferimento all’art 14 comma 5 della Convenzione (“In caso di cessazione, per qualsiasi motivo, del servizio, l’Ente si impegna ad estinguere immediatamente ogni e qualsiasi esposizione debitoria derivante da eventuali anticipazioni di tesoreria, obbligandosi a far rilevare al Tesoriere subentrante, all’atto del conferimento dell’incarico, le anzidette esposizioni, nonché a far assumere a quest’ultimo tutti gli obblighi inerenti ed eventuali impegni di firma rilasciati nell’interesse dell’Ente”)
Si chiede di comunicare per ciascuna Azienda la presenza di eventuali impegni di firma dell’attuale tesoriere uscente. In caso di riscontro positivo, si chiede il dettaglio di: importi, scadenze, soggetti garantiti (qualora diversi dall'Ente) e oggetto degli impegni di firma per i quali il nuovo Tesoriere dovrà subentrare.

RISPOSTA
In allegato il file contenente i dati richiesti.

 

CHIARIMENTO N. 6

1. L’art. 18 dello schema di convenzione prevede che il Tesoriere assuma in custodia ed amministrazione gratuita i titoli ed i valori di proprietà dell’Ente nel rispetto delle norme vigenti in materia di deposito accentrato dei titoli.

Si chiede conferma che il tesoriere non sarà tenuto a svolgere il suddetto servizio in riferimento alle marche per i diritti di ufficio, moduli bollati ed in genere tutti i contrassegni di qualsiasi specie che venissero per legge o per disposizione dell'Ente istituiti per esazioni di tasse, diritti ed altro.

RISPOSTA

Si conferma quanto sopra.

2. In riferimento alla gestione informatizzata del servizio mediante OPI si chiede conferma che il tesoriere è tenuto ad assicurare unicamente il collegamento nella tratta Bankit/Tesoriere e che resta invece a carico dell’Ente il collegamento nella tratta Ente/Bankit nonché la conservazione documentale

RISPOSTA

Si conferma quanto sopra.

3. L’art. 7 comma 9 dello schema di convenzione stabilisce che il Tesoriere provvede ad estinguere i mandati di pagamento d’importo superiore a euro 6,00 individuali o collettivi, che dovessero rimanere interamente o parzialmente inestinti al 31 dicembre, commutandoli d’ufficio in assegni postali localizzati ovvero utilizzando altri mezzi equipollenti offerti dal sistema bancario o postale.

Si chiede conferma che l’Ente si impegnerà variare/annullare i mandati rimasti interamente o parzialmente inestinti alla data del 31/12 in quanto con l’adozione dell’OPI il Tesoriere è tecnicamente impossibilitato a intervenire sugli ordinativi, e, di conseguenza, le operazioni di variazione/annullo devono essere gestite direttamente dall’Ente.

RISPOSTA

Si conferma che ai sensi dell’art. 219 del D.lgs. n. 267/2000, i mandati di pagamento interamente o parzialmente non estinti alla data del 31 dicembre saranno eseguiti mediante commutazione in assegni postali localizzati o con altri mezzi equipollenti offerti dal sistema bancario o postale.

4. In riferimento all’art. 7 comma 4 dello schema di convenzione si chiede conferma che il Tesoriere, in relazione all’atto di delega notificato, è tenuto a versare alle prescritte scadenze con comminatoria dell’indennità di mora in caso di ritardato versamento, l’importo oggetto della delegazione, salvo il caso che il mancato pagamento non sia imputabile al suo operato.

RISPOSTA

Si conferma quanto sopra, specificando che la causa di forza maggiore rientra nelle fattispecie non imputabili al Tesoriere.

 

5. Lo schema di convenzione prevede che per i pagamenti online attraverso il portale del Comune il Tesoriere deve garantire la piena compatibilità del negozio virtuale con quello già a disposizione e utilizzato.

Si chiedono le caratteristiche del negozio virtuale già a disposizione, presente che sono note solo all’attuale tesoriere.

RISPOSTA

Si è in attesa di ricevere dal tesoriere comunale i dati richiesti.

 

6. L’art. 1 comma 2 dello schema di convenzione prevede che il Tesoriere si impegna fin d’ora a gestire, a richiesta dell’Ente, alle medesime condizioni della presente convenzione, il Servizio di Tesoreria e Cassa delle Istituzioni, aziende, enti, consorzi, società, emanazioni del Comune di Monza o dei quali lo stesso sia Ente di maggioranza o di riferimento o che verranno eventualmente costituite.

Si chiede conferma che la prevista estensione del servizio di cassa / tesoreria avverrà in base alle seguenti modalità:

- per le Istituzioni, aziende, enti, consorzi, società, emanazioni del Comune di Monza o dei quali lo stesso sia Ente di maggioranza o di riferimento o che verranno eventualmente costituite senza obbligo normativo di anticipazioni di Tesoreria e Cassa, il Tesoriere/Cassiere, qualora richiesto, svolgerà il servizio alle condizioni economiche previste per il Comune di Monza, restando ad insindacabile giudizio dello stesso Tesoriere/Cassiere la concessione di eventuali linee di affidamento richieste, che saranno valutate di volta in volta;

- per le Istituzioni, aziende, enti, consorzi, società, emanazioni del Comune di Monza o dei quali lo stesso sia Ente di maggioranza o di riferimento o che verranno eventualmente costituite che chiederanno di avvalersi del servizio di Tesoreria/Cassa e soggetti ad obbligo di concessione di anticipazioni da normativa e pertanto a limite di indebitamento, il Tesoriere/Cassiere non svolgerà il servizio qualora la valutazione del merito creditizio, svolta dalla Banca a suo insindacabile giudizio, abbia portato ad un diniego alla concessione di affidamenti. Qualora la valutazione del merito creditizio dia esito positivo il servizio di Tesoreria/Cassa sarà reso alle stesse condizioni economiche perviste per il Comune di Monza.

RISPOSTA

Per gli Enti senza normativa che prevede anticipazione di tesoreria, non c'è obbligo per il tesoriere, ferma restando la possibilità per lo stesso di concedere l’anticipazione a condizioni da definire fra le parti.

Per gli Enti con normativa di settore che disciplina le anticipazioni di tesoreria, si applica la medesima. Quindi, in presenza dei requisiti previsti dalla normativa di settore c'è obbligo per il tesoriere di concessione dell'anticipazione di tesoreria alle condizioni previste dalla convenzione.

7. L’art. 1 comma 3 dello schema di convenzione prevede che il servizio di Tesoreria sia svolto dal Tesoriere in locali ubicati a non più di 1000 metri in linea d’aria da Piazza Trento e Trieste, attuale sede degli uffici del Servizio Bilancio nei giorni dal lunedì al venerdì, con l’orario previsto dal CCNL delle banche per i servizi di tesoreria.

Presente che non esiste in base al CCNL in atto una tempistica di filiale per i servizi di tesoreria, si chiede conferma che l’apertura al pubblico ed ai dipendenti del Comune dell’Agenzia sia quella prevista per tutte le altre operazioni dell’Agenzia stessa, fermo restando che tutte le attività di tesoreria che non richiedono la necessità dello sportello saranno svolte negli orari e giorni previsti dal CCNL per i dipendenti.

RISPOSTA

Si conferma quanto sopra.

8. L’art. 1 comma 4 dello schema di convenzione prevede che il Tesoriere si impegna ad abilitare allo svolgimento del servizio di tesoreria, oltre allo sportello indicato nel comma precedente, n. 1 sportello situato nel territorio del comune di Monza, la cui precisa localizzazione sarà individuata in sede di sottoscrizione della presente convenzione.

Si chiede conferma che in vigenza di convenzione, a seguito di riorganizzazione della propria rete di sportelli, il tesoriere potrà dislocare la sede del suddetto sportello in altra agenzia sempre nel Comune di Monza, fermo restando la circolarità del servizio.

RISPOSTA

Ai sensi della convenzione è previsto l’obbligo di abilitazione di n. 1 sportello per il servizio di tesoreria che deve essere ubicato a non più di 1.000 metri, in linea d’aria, da Piazza Trento e Trieste; in vigenza di convenzione potrà essere spostato, purché rimanga entro i detti 1.000 mt.

Facoltativamente (ai fini del punteggio di gara) può essere offerta l’abilitazione di un altro sportello. In questo caso il secondo sportello dovrà essere ubicato nel centro abitato del Comune di Monza e mantenuto per tutta la durata della convenzione, svolgendo il servizio in circolarità. L'ubicazione potrà essere modificata ma, in vigenza di convenzione, dovrà rimanere nel centro abitato. La modalità di esecuzione del servizio dovrà essere mantenuta in circolarità.

9. Il PARAMETRO 4 – ABILITAZIONE SPORTELLI (ART. 1, COMMA 4, DELLA CONVENZIONE) – PUNTEGGIO MASSIMO ATTRIBUIBILE 10 PUNTI dei parametri di gara prevede di indicare la diffusione di sportelli bancari sul territorio comunale oltre a quello obbligatorio indicato in Convenzione (art. 1, comma 4, della Convenzione).

Si chiede di precisare se gli sportelli in base all’art. 4 dello schema di convenzione siano uno o due e quindi quali siano quelli obbligatori su cui conteggiare gli ulteriori.

Si chiede inoltre conferma che gli sportelli da indicare al citato parametro 4 siano quelli presenti alla data di presentazione dell’offerta e non sussistano vincoli al mantenimento per l’intera durata della convenzione.

RISPOSTA

Si rimanda alla risposta al quesito precedente.

 

10. Relativamente all’art. 10 comma 5 che prevede “5. Il Tesoriere si impegna inoltre a sviluppare iniziative in accordo con il Comune o su istanza del Comune stesso, tese a favorire nuove tecnologie per nuove forme di pagamento e riscossione da mettere a disposizione dei contribuenti/utenti (ad esempio CBILL e PAGO PA), si chiede conferma che si intenda il ruolo del Tesoriere come PSP e che per tali incassi il Tesoriere potrà applicare le commissioni e spese previste; qualora invece trattasi di ruolo di Partner tecnologico richiesto al tesoriere, si chiede conferma che tempi e prezzi verranno concordati successivamente tra le parti.

RISPOSTA

Si conferma quanto sopra.

11. Relativamente all’art. 2 comma 7 che prevede “servizio personalizzato di incasso a mezzo MAV e Addebito Diretto Sepa SDD (ex RID) di alcune entrate dell’Ente (refezione scolastica, rette di trasporto scolastico, entrate patrimoniali ecc.)…” si chiede conferma che il riferimento al servizio di incasso mediante bollettino MAV sia da considerarsi pressoché superato a far data dalla validità della presente convenzione e, che pertanto non sussista in capo al Tesoriere alcun impegno all’attivazione di tale strumento di incasso; diversamente, si chiede di specificare le attività della specie a carico del Tesoriere.

RISPOSTA

I MAV attualmente vengono utilizzati dal Comune di Monza. Probabilmente verranno superati, ma per ora ci sono e, pertanto, tale strumento di incasso dovrà essere attivato.

 12. relativamente all’art. 7 comma 19 dello schema di convenzione si chiede di specificare in modo più puntuale l’attività richiesta all’aggiudicatario, presente che risulterebbe il Comune il terzo pignorato, ed eventuale riferimento normativo.

RISPOSTA

Nella fattispecie di cui all’art. 7 comma 19 della convenzione l'attività richiesta all’aggiudicatario è di non effettuare pagamenti senza mandato di pagamento. Il riferimento normativo è la convenzione stessa.

 

 

CHIARIMENTO N. 7

Si chiede una proroga di giorni 30 del termine di presentazione dell’offerta, originariamente previsto dal Bando di gara per le ore 17.00 del giorno 14/09/2020 e conseguentemente, una proroga del termine di 30 giorni per la richiesta di eventuali chiarimenti, previsto entro le ore 17.00 del 31/08/2020.

RISPOSTA

Non si ritiene di concedere la proroga richiesta, considerato che ciò comporterebbe fissare una nuova scadenza con atto amministrativo, ripetere le pubblicazioni di gara, allungare i tempi dell’aggiudicazione del servizio.

Pertanto, il termine indicato per la presentazione delle offerte resta fissato al 14/09/2020 ore 17.00.

 

CHIARIMENTO N. 8

In riferimento all’art. 27 dello schema di convenzione, posto che non è stato allegato alcun Data Processing Agreement (DPA) alla documentazione di gara, chiediamo se in caso di partecipazione ed aggiudicazione sia sottoscrivibile tra le parti il nostro accordo sul trattamento dei dati personali in allegato, integrato con le norme di sicurezza sempre in allegato.

Da ultimo, si chiede la possibilità di inserire nell'art. 27 la seguente dicitura: "In relazione al suddetto trattamento Le parti si impegnano a rispettare quanto indicato nel Data Processing Agreement (DPA), allegato al presente contratto e parte integrante dello stesso".

 RISPOSTA

Stiamo facendo analizzare il documento proposto dal DPO del Comune di Monza.

Forniremo la risposta appena sarà possibile.

Si allega lo schema dell’accordo attualmente in essere con il tesoriere per la nomina del Responsabile esterno del trattamento dei dati art. 28 del Regolamento 679/2016/UE.

INTEGRAZIONE CHIARIMENTO N. 8

 

In riferimento all’art. 27 dello schema di convenzione, posto che non è stato allegato alcun Data Processing Agreement (DPA) alla documentazione di gara, chiediamo se in caso di partecipazione ed aggiudicazione sia sottoscrivibile tra le parti il nostro accordo sul trattamento dei dati personali in allegato, integrato con le norme di sicurezza sempre in allegato.

 

Da ultimo, si chiede la possibilità di inserire nell'art. 27 la seguente dicitura: "In relazione al suddetto trattamento Le parti si impegnano a rispettare quanto indicato nel Data Processing Agreement (DPA), allegato al presente contratto e parte integrante dello stesso".

Abbiamo fatto analizzare il documento proposto dal DPO del Comune di Monza.

Sicuramente tale documento non può costituire allegato allo schema di Convenzione oggetto di gara.

Il concorrente aggiudicatario della procedura di gara dovrà sottoscrivere con il Comune di Monza apposita lettera di nomina del tesoriere a Responsabile esterno ex art. 28 del Regolamento Europeo 679/2016.

E’ stato allegato alla risposta al Chiarimento 8 lo schema dell’accordo attualmente in essere con il tesoriere per la nomina del Responsabile esterno del trattamento dei dati art. 28 del Regolamento 679/2016/UE.

 

Chiarimento n. 4 - INTEGRAZIONE

 

In riferimento al bando in essere, si richiedono i seguenti chiarimenti/informazioni integrative:

  • Art 7 comma 18 pagamento per contanti onorari seggi elettorali. Si chiede il numero medio di pagamenti effettuati per contanti

RISPOSTA

Nell’esercizio 2019 i pagamenti in contanti ai compensi ai componenti dei seggi elettorali sono stati 2.

 

CHIARIMENTO N. 9

 

1) In riferimento all’art. 21 della Convenzione si chiede conferma che:

a) potranno essere richieste fidejussioni per impegni di natura commerciale o anche finanziaria ma limitatamente alle seguenti fattispecie: garanzia dell’obbligo di corresponsione di un corrispettivo di pagamento che sia un fitto o una prestazione/fornitura di beni/servizi o anche la potenziale manifestazione finanziaria di un danno da inadempimento contrattuale da parte dell’Ente;

 

 b) saranno escluse richieste di fidejussioni in favore di Banche/Istituti finanziari a garanzia di finanziamenti dagli stessi erogati;

c) sarà esclusa la possibilità di rilasciare garanzie per conto del Comune ma nell’interesse di società e organismi partecipati dallo stesso;

 

 d) le fideiussioni rilasciate dal Tesoriere avranno durata pari a quella dei contratti stipulati dagli Enti contraenti. Nel caso la durata dell’impegno di firma ecceda quella della Convenzione di Tesoreria, l’Ente interessato si impegnerà, nella manleva sottoscritta all’atto del rilascio della fidejussione, a far subentrare nel rilascio della garanzia il Tesoriere entrante.

 

 e) in caso di cessazione del servizio per qualsivoglia motivo, gli Enti si impegnano all'atto del conferimento dell'incarico al Tesoriere subentrante, a far assumere a quest'ultimo tutti gli obblighi inerenti gli impegni di firma rilasciati nel loro interesse;

 

 f) nell’ipotesi di rilascio di impegni sull’estero, saranno a carico del Comune le commissioni reclamate da Banca estera.

 

 RISPOSTA

 

Si conferma quanto indicato ai punti a), d), e), f).

 

In merito al ponto b) si precisa che sono escluse richieste di fidejussioni in favore di Banche/Istituti finanziari a garanzia di finanziamenti dagli stessi erogati in favore del Comune di Monza, in quanto tali finanziamenti saranno assistiti da apposite delegazioni di pagamento rilasciate ai sensi dell’art. 206 del D.lgs. 267/2000.

 

In merito al punto c), si precisa che il Comune di Monza potrà rilasciare garanzie fideiussorie per l’assunzione di mutui destinati ad investimenti e per altre operazioni di indebitamento da parte di aziende da essi dipendenti ed a favore di società di capitali partecipate dal Comune stesso, nel rispetto dell’art. 207 del D.lgs. 267/2000.

 

2) Si chiede inoltre di specificare e dettagliare l’impatto sulla gestione generato da COVID 19 e di comunicare la quantificazione dei fondi ricevuti e/o da ricevere a supporto dei costi sostenuti per la pandemia.

 RISPOSTA

Si allega prospetto riepilogativo. Le risorse erogate o che verranno erogate contribuiscono al mantenimento degli equilibri di bilancio se di parte corrente o alla realizzazione di interventi sul patrimonio comunale se in c/capitale.

 

 

3) In riferimento alle giacenze detenute c/o il tesoriere ai sensi della normativa vigente, si chiede di dettagliare le tempistiche con cui saranno poste in pagamento le suddette somme.

 RISPOSTA

Come indicato nello schema di Convenzione, il Comune di Monza è incluso nella tabella A annessa alla Legge n. 720/1984 ed è pertanto sottoposto al regime di Tesoreria Unica Mista di cui all’art. 7 del D.lgs. n. 279 del 07/08/1997, così come modificato dall’art. 77 quater della L. n. 133/2008.

Ai sensi dell’art. 35 comma 8 del D.L. n. 1 del 24/01/2012 (Legge n. 27/2012) e s.m.i., il regime di tesoreria previsto dall’art. 7 del D.lgs. n. 279/1997 è sospeso fino al 31/12/2021 e, fino a tale termine, trovano applicazione le disposizioni di cui all’art. 1 della L. n. 720/1984 e relative norme amministrative in tema di Tesoreria Unica.

A seguito di tale sospensione, fino al 31/12/2021, salvo ulteriori periodi di sospensione a seguito di nuove disposizioni normative, la gestione della Tesoreria deve necessariamente avvenire nel rispetto delle regole di Tesoreria Unica tradizionale di cui all’art. 1 della Legge n. 720 del 29/10/1984 nel rispetto della normativa.

Ciò comporta lo svuotamento quotidiano del conto entrate proprie di tesoreria del Comune per il riversamento in Banca d’Italia, ad eccezione:

- del/i conto/i relativo alle somme provenienti da operazioni di indebitamento non sorrette da alcun contributo in c/capitale o in c/interessi da parte dello Stato, delle Regioni e delle altre pubbliche amministrazioni;

- i valori mobiliari provenienti da atti di liberalità di privati, che hanno posto uno specifico vincolo di destinazione al lascito, i titoli e depositi che costituiscono accantonamenti per fondi di previdenza a capitalizzazione per la quiescenza del personale dipendente.

Attualmente le somme escluse dal riversamento in Banca d’Italia e depositate presso il Tesoriere ammontano a €. 13.000.000,00 circa. Le suddette somme verranno utilizzate per pagare le spese di investimento specificamente finanziate, in base alla tempistica di realizzazione degli investimenti che potrà avvenire in varie annualità.

E' prassi molto frequente del Comune di Monza bandire procedure competitive per l'impiego della liquidità fuori tesoreria, come specificato nell'articolo 15, comma 3, della Convenzione.

 

 

4) Le evidenze di Centrale Rischi espongono dal 9/2019 un'apparente attivazione, senza utilizzi, dell'anticipazione di tesoreria". Si chiede conferma di tali evidenze

Si chiede inoltre di precisare se l’utilizzo avvenga per “vincoli” ai sensi dell’art. 195 TUEL (come previsto anche dall’art. 16 del nuovo schema di convenzione).

 RISPOSTA

Per quanto riguarda le evidenze di Centrale Rischi si rimanda al chiarimento n. 3 e relativa integrazione.

All’inizio di ogni esercizio finanziario viene adottata apposita deliberazione della Giunta Comunale relativa alla possibilità di utilizzo, in caso di necessità, dell’anticipazione di tesoreria ai sensi dell’art. 14 dello schema di Convenzione in conformità all’art. 222 del D.lgs. n.267/2000.

L’utilizzo della anticipazione ha luogo di volta in volta limitatamente alle somme strettamente necessarie per sopperire a momentanee esigenze di cassa. Più specificatamente l’utilizzo della linea di credito si ha in vigenza dei seguenti presupposti:

- assenza dei fondi disponibili sul conto di tesoreria e sulla contabilità speciale, nonché assenza degli estremi per l’applicazione della disciplina di cui all’articolo 16 dello schema di Convenzione.

Nel corso degli anni 2018 e 2019 il Comune di Monza non ha fatto ricorso all’utilizzo dell’anticipazione di Tesoreria (art. 222 del D.lgs. 267/2000) e neanche all’utilizzo di somme a specifica destinazione (art. 195 del D.lgs. 267/2000).

 

5) Si chiede di precisare se l’attivazione dell’anticipazione di tesoreria sarà in ogni caso richiesta al tesoriere oppure solo nel caso che sia necessaria per utilizzo in assenza di altri fondi normativi a fronte di pagamenti o per “vincoli”, fermo restando che l’anticipazione di tesoreria sarà resa disponibile al Comune in qualsiasi momento ed immediatamente dalla richiesta.

 RISPOSTA

Si rimanda alla risposta al quesito precedente.

 

6) Nello schema di convenzione, art. 21 comma 4, è prevista la possibilità per il Comune di richiedere garanzie fideiussorie al Tesoriere a fronte di obbligazioni assunte dall’Ente a favore di terzi creditori, secondo le disposizioni di cui all’art. 207 del D.lgs. 267/2000 e s.m.i. Considerato che:

 a) le fideiussioni ex art. 207 del D.lgs. n. 267/2000 sono garanzie rilasciate dal Comune nell’interesse degli enti indicati all'art. 207, c. 1, del D.lgs. n. 267/2000;

 b) tali garanzie, ai sensi dell'art. 204 del D.lgs. n. 267/2000, devono essere computate nei limiti di indebitamento degli enti locali;

 c) ai sensi dell'art. 21 dello schema di convenzione, il tesoriere rilascerebbe garanzie nell’interesse di soggetti terzi,

 d) il citato art. 17 dello schema di convenzione presenta dubbi di legittimità in quanto sembrerebbe elusivo delle norme sui limiti di indebitamento dell'ente locale di cui al combinato disposto degli artt. 204 e 207 del D.lgs. n. 267/2000,

 si chiede conferma che: il tesoriere avrà la facoltà di negare il rilascio delle suddette garanzie sulla base di insindacabili valutazioni di ordine creditizio; il rilascio delle suddette garanzie sarà comunque subordinato al rispetto dei limiti di indebitamento ex art. 204 del D.lgs. n. 267/2000; il Tesoriere potrà apporre un vincolo sull’anticipazione di pari importo rispetto alla fideiussione da rilasciare.

 RISPOSTA

Con riferimento all’art. 21 dello schema di Convenzione, si conferma che:

- il rilascio delle garanzie fideiussorie ai sensi dell’art. 207 del D.lgs. n.267/2000 è subordinato al rispetto del limite di indebitamento di cui all’art. 204 del D.lgs. n. 267/2000;

- il Tesoriere potrà apporre un vincolo sull’anticipazione di pari importo rispetto alla fidejussione da rilasciare, come peraltro già indicato nell'articolo 21 della Convenzione.

Il rilascio delle garanzie fideiussorie ai sensi dell’art. 207 del D.lgs. n.267/2000 dovrà avvenire nel rispetto della normativa in quel momento vigente, non potendo il Tesoriere entrare nelle decisioni di merito adottate dal Comune di Monza.

Resta esclusa ogni valutazione di ordine creditizio in merito da parte del Tesoriere.

 

CHIARIMENTO N. 10

Tra la documentazione di gara non è reperibile l’allegato “schema accordo in essere con il tesoriere per la nomina del responsabile esterno del trattamento dati ar.28 del regolam.679/2016/UE" richiamato nel chiarimento nr.8.

L’allegato è pubblicato nella sezione documentazione di gara della piattaforma Sintel


Sedute di gara: Il giorno 03/11/2020, alle ore 11.00, presso l'fficio Appalti servizi/forniture sotto soglia – 1° piano del Palazzo Comunale di Piazza Trento e Trieste – Monza, si terrà la seduta pubblica per la formulazione della proposta di aggiudicazione. Persistendo l’attuale situazione di emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19, la seduta pubblica si svolgerà a distanza in modalità telematica mediante videoconferenza. Per poter partecipare alla videoconferenza gli operatori economici sono invitati a comunicare, entro le ore 15.00 del giorno 02/11/2020, un indirizzo e-mail al quale la Stazione Appaltante potrà inoltrare l’invito di partecipazione. L’invio della comunicazione dovrà avvenire tramite il portale Sintel. I rappresentanti degli operatori economici dovranno essere muniti di apposita delega, che dovrà essere trasmessa alla Stazione Appaltante tramite il portale Sintel, prima della seduta pubblica.
Presenza Criteri Ambientali minimi:
Data creazione: 13 July 2020

Pagine collegate

Aiutaci a migliorare