Servizi

PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO, TRAMITE ACCORDO QUADRO, DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL PROCEDIMENTO SANZIONATORIO DELLE VIOLAZIONI DI COMPETENZA DELLA POLIZIA LOCALE (LOTTO UNICO) – Codice CIG 7981898699

Scadenza: 7 October 2019 - 12:00

Sedute di gara: La seduta pubblica per comunicazione esito verifica congruità offerte e proposta di aggiudicazione avrà luogo in data 12.02.2020 alle ore 14:00 presso la sala C.U.A. Palazzo Municipale p.zza Trento e Trieste - Monza

Presenza Criteri Ambientali minimi:

Icona documento 'Formato PDF' Determina a Contrarre (formato PDF - 2825 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 69 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 249 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 14509 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 48 KB)
Icona documento 'Formato PDF' RELAZIONE TECNICA (formato PDF - 2688 KB)
Icona documento 'Formato PDF' PERSONALE (formato PDF - 279 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MODELLO DICHIARAZIONI (formato PDF - 83 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MODELLO REQTECN (formato PDF - 83 KB)
Icona documento 'Formato PDF' DGUE (formato PDF - 53 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MODELLO RTI (formato PDF - 37 KB)
Icona documento 'Formato PDF' INFORMATIVA COMUNI - GARE D'APPALTO (formato PDF - 102 KB)
Icona documento 'Formato PDF' MODALITA' TECNICHE UTILIZZO SINTEL (formato PDF - 292 KB)
Icona documento 'Formato PDF' INFOGRAFICA - 10 ERRORI SINTEL (formato PDF - 1550 KB)
Icona documento 'Formato PDF' PRECISAZIONE (formato PDF - 35 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ELENCO PARTECIPANTI (formato PDF - 25 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Verbale Prot. 179229 del 08/10/19 (formato PDF - 838 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Verbale Prot. n.188912 del 23/10/19 (formato PDF - 896 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Det. Dir. n. 2031/2019 Nomina Commissione (formato PDF - 1662 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Curricula (formato PDF - 4014 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Proposta di aggiudicazione (formato PDF - 25 KB)

CHIARIMENTO N.1


Domanda 1 : All’articolo 23 del capitolato di gara si recita testualmente: l'Aggiudicataria si impegna alla consegna periodica di materiale cartaceo in misura idonea a corrispondere alle esigenze del Comando. In particolare si prevede la dotazione annua di almeno 100.000 preavvisi di sosta in duplice copia, realizzati in carta autocopiante con relativo conto corrente postale prestampato; 50.000 verbali di contestazione in triplice copia, realizzati in carta autocopiante con relativo conto corrente prestampato e 30.000 verbali in triplice copia, realizzati in carta autocopiante, per l'applicazione delle sanzioni accessorie. L'entità, la tipologia ed il contenuto della fornitura della modulistica potrà variare in rapporto all'effettiva attività sanzionatoria ed alle richieste del Comando. La fornitura si perfeziona non oltre 15 giorni dalla richiesta del Comando. Poiché il numero di bollettari richiesti sembra in difformità con il numero di verbali indicati a base di gara (60.000/anno) si chiede di chiarire se trattasi di errore relativo al periodo della fornitura (3 anni e non un anno come indicato) o se il dato sia corretto
Risposta 1: Il dato è riferito alla fornitura triennale ovvero per tutta la durata contrattuale salvo che per ogni necessità a copertura delle effettive esigenze del Comando
Domanda 2: Si prega di chiarire il seguente punto: Ai sensi dell'art. 35 del Codice, ai fini della stima dell'ammontare dell'appalto i verbali da trattare in vigenza dell'Accordo quadro, sono stimati complessivamente, sulla base dello storico consolidato e delle future attività previste, in circa 60.000/anno di cui 58.000 a soggetti residenti in Italia e 2.000 a soggetti residenti all'estero. Il numero di 60.000 verbali si riferisce al numero di verbali elevati o spediti? In caso di verbali inferiori all’ammontare previsto per oltre il 20% (quinto d’obbligo) e/o per maggiori quantitativi oltre il 20% (quinto d’obbligo), sono previste compensazioni economiche (in caso di valori inferiori) o ri-contrattualizzazione (in caso di valori superiori)?
Risposta 2: A) Il numero di 60000 verbali si riferisce al numero dei verbali spediti - B) In caso di verbali in numero inferiore rispetto a quelli previsti non si ha diritto a compensazione; in caso di numero di verbali in numero superiore si faccia riferimento alla durata e al corrispettivo dell’accordo quadro
Domanda 3: In riferimento al numero di verbali dichiarati anche a fronte del quesito precedente, il pagamento unitario viene effettuato sul numero dei verbali elevati totali (data entry da inviare a notifica) o solo su quelli spediti (anche più di una volta? mancati recapiti ri-spediti)?
Risposta 3: Il pagamento unitario è riferito sul numero dei verbali spediti


CHIARIMENTO N.2


Domanda 1: In considerazione del fatto che i servizi oggetto di gara riguardano l’intero iter relativo alla gestione di fasi amministrative della procedura sanzionatoria e che tale servizio comporta una serie di oneri all’aggiudicatario, a titolo esemplificativo e non esaustivo la gestione delle attività presso la sede della stazione appaltante con personale qualificato per un totale di almeno 70 ore settimanali, la fornitura del software gestionale, ecc. a parere della scrivente la procedura di selezione adottata dalla stazione appaltante, ovvero l’accordo quadro, non pare congrua alle obbligazioni indicate e previste dagli atti di gara. In particolare si precisa che la procedura prevista e disciplinata dell'art. 54 del D.Lgs 50/2016 e s.m.i. non comporta diritti immediati ed obblighi di esecuzione, ma consente alla stazione appaltante di disporre dell'operatore economico in base alle necessità non quantificabili e non programmabili nel tempo. Considerata la natura stessa dell'accordo quadro e considerato che non sussiste alcuna garanzia per l’aggiudicatario di copertura dei propri costi, si chiede pertanto di chiarire le modalità operative dell'esecuzione dell'appalto in ordine alle obbligazioni del capitolato che prevedono i citati oneri in capo all'aggiudicatario specificando in particolare se gli stessi devono essere assunti solo all'effettiva attivazione del medesimo accordo quadro
Risposta 1: Le attività previste sono quelle indicate nel Capitolato; l’attività in ragione dell’accordo quadro per l’aggiudicataria è in funzione delle necessità della stazione appaltante, rispetto agli atti che verranno acquisiti. L’importo posto a base di gara trova totale copertura da parte dell’Ente
Domanda 2: Per una corretta valutazione dell'offerta economica si chiede di conoscere: Il numero annuale dei preavvisi e verbali, distinti tra accertati tramite bollettari, palmari o apparecchiature automatiche di rilevamento; Il numero annuale di violazioni accertate per norme diverse dal Codice della strada; La tipologia (marca, modello) di strumentazione a disposizione della stazione appaltante, per la rilevazione automatica delle contravvenzioni Il numero di ricorsi annui medi suddivisi tra ricorsi innanzi al prefetto e ricorsi al Giudice di Pace
Risposta 2 : Dati richiesti:
2017                                                 2018                                   I° sem 2019
Preavvisi: 65291+634 tecn                  53325                                    31301
Verbali:8879+17094 tecn                    5492+17596 tecn                   3008+9436 tecn
Extra Cds:2971                                  3625                                     1524
Ricorsi Prefetto: 898                           910                                       308
Ricorsi GdP:347                                  869                                       208
Strumenti tecnologici in uso: n. 2 FTRD “t-red”; n. 1 autovelox 512D; n, 1  Telelaser “Trucam”; Tlc per controllo ZTL
Domanda 3: Si chiede conferma che relativamente all’attività di gestione ricorsi al prefetto e contenzioso al Giudice di Pace? L’attività richiesta all’aggiudicatario sia esclusivamente quella di predisposizione delle memorie difensive, senza alcuna attività di presenza in giudizio
Risposta 3: Si conferma che non si necessita presenza in giudizio
Domanda 4: Si chiede con quale modalità attualmente vengono depositate le memorie al Giudice di Pace
Risposta 4: Attualmente le memorie vengono depositate manualmente
Domanda 5: Si chiede di conoscere l’ammontare delle spese di pubblicazione a carico dell’aggiudicatario.
Risposta 5: L’esatto importo delle spese di pubblicazione, che dovranno essere rimborsate dall’aggiudicatario, saranno note a pubblicazioni ultimate. Le spese di pubblicazione del bando ammontano a euro 874,89 iva inclusa; al momento non è possibile quantificare l’importo delle spese riferite all’esito
Domanda 6: In considerazione della complessità dei servizi oggetto di gara e del punteggio attribuito alla valutazione del progetto tecnico (80/100) si chiede se sia possibile modificare la prescrizione di cui all’art. 16 del Disciplinare e presentare un elaborato del progetto tecnico di 30 facciate complessive (al posto delle 15 previste dal Disciplinare).
Risposta 6: Si esprime parere contrario
Domanda 7: Si chiede di rettificare i Modelli messi a disposizione per la compilazione e l'invio, in quanto non attinenti con la presente procedura e relativi a un diverso appalto avente ad oggetto servizi assicurativi per più lotti.
Risposta 7: Si conferma che i modelli messi a disposizione dalla stazione appaltante sono stati correttamente caricati sulla piattaforma telematica di e-procurement Sintel, (nella sezione denominata “Documentazione di gara”); piattaforma sulla quale la procedura di gara si svolge. Si conferma inoltre che, sul sito web della stazione appaltante sono stati ricaricati i modelli corretti.

CHIARIMENTO N.3


Domanda 1: In riferimento al criterio n. 7 dell’art.18.1 del Disciplinare di gara Descrizione delle modalità relative all’inserimento nell’applicativo di qualsiasi forma di pagamento si evidenzia che l’art. 5 B 1.1 fa riferimento all’inserimento dei supporto cartacei (verbali e preavvisi) si chiede quindi conferma che il criterio 7 faccia riferimento ai tempi e modalità di inserimento anche di questa tipologia di atti e non solo ai pagamenti
Risposta 1: Si precisa che il criterio n. 7 dell’art. 18.1 del Disciplinare di gara va inteso in riferimento all’art. 5 B 1.1. del Capitolato che fa richiamo all’acquisizione ed ai tempi di inserimento nel programma applicativo dei supporti cartacei relativi a preavvisi e verbali
Domanda 2: Si chiede se sia possibile inserire allegati al progetto che non concorrono al conteggio del numero di pagine
Risposta 2: E’ consentito, oltre alle 15 facciate complessive riferite all’elaborato del progetto tecnico, includere nella busta tecnica dell’ulteriore documentazione consistente in allegati, nel numero massimo complessivo di 5 facciate che non saranno oggetto di valutazione e che non potranno contenere elementi ulteriori ed innovativi rispetto a quelli inseriti nella relazione progettuale, ma potranno essere tollerati nella misura in cui comprovino fatti, atti ed elementi già contenuti nella relazione illustrativa


CHIARIMENTO N.4


Domanda 1: Si richiede chiarimento in relazione all'art. 4 capoverso 4 del C.S.A. nella parte in cui si specifica che "Il suddetto corrispettivo (€ 3,00) deve essere inteso onnicomprensivo per tutte le operazioni di data entry, stampa ed imbustamento ecc, per i quali la ditta Aggiudicataria dovrà provvedere alla spedizione, comprendendo negli importi dovuti alla Ditta Aggiudicataria, calcolati in funzione dei verbali effettivamente avviati alla notifica, anche i compensi per le operazioni effettuate in riferimento a verbali che non vengono avviati alla notifica; null'altro sarà pertanto dovuto alla Ditta Aggiudicataria". Dal tenore della frase si intende che la Ditta Aggiudicataria dovrà effettuare la spedizione dei verbali, ma i costi di spedizione (es. costo della raccomandata) saranno a carico della Ditta Aggiudicataria o saranno a carico dell' Ente? Nel caso fossero a carico dell'Ente dovranno essere anticipati dalla Ditta Aggiudicataria e in che modo saranno rimborsati?
Risposta 1: Si conferma che i costi di spedizione saranno anticipati dalla Ditta Aggiudicataria e rimborsati dalla stazione appaltante dopo la presentazione di idonea documentazione attestante l’avvenuta prestazione

CHIARIMENTO N.5


Domanda 1: REMUNERAZIONE DEL SERVIZIO Si chiede conferma che saranno remunerati al prezzo di aggiudicazione anche i verbali spediti tramite PEC
Risposta 1: Si conferma che verranno remunerati al prezzo di aggiudicazione anche i verbali spediti tramite PEC
Domanda 2: CLAUSOLA SOCIALE In merito alla Clausola Sociale ed al Progetto di Assorbimento si chiede di confermare che gli attuali operatori da assorbire siano 3 ciascuno dei quali per 20 ore settimanali; quanto sopra in relazione all’allegato dei documenti di gara che riporta numero di unità applicate mediamente e 60 ore settimanali medie
Risposta 2: L’Ufficio attualmente utilizza n. 3 operatori per un numero medio orario settimanali pari a 60
Domanda 3: CANALI DI PAGAMENTO Si chiede di indicare quali siano le attuali forme di pagamento gestite dall’Ente
Risposta 3: Le forme di pagamento gestiti dall’Ente sono: conto corrente postale; “on-line” tramite sito del Comune; Tesoreria comunale; bonifico bancario
Domanda 4: ATTIVITA’ PRESSO IL COMANDO FRONT OFFICE E CASSA COMANDO Si chiede di indicare se il personale dell’Aggiudicataria dislocato presso l’Ente debba svolgere anche le attività relative al Front Office ed alla c.d. Cassa Comando ovvero debba gestire direttamente gli incassi
Risposta 4: Non è richiesta attività di front office e la “cassa” non è presente
Domanda 5: LETTERE PRE RUOLO Si chiede di indicare il volume medio annuo delle lettere Pre Ruolo ( o richiesta integrazione pagamenti in genere) da postalizzare
Risposta 5: Non si effettuano attualmente lettere pre-ruolo
Domanda 6: PAGO PA Il Capitolato di Gara Art. 5 pag. 8 riporta: inoltre dovrà essere prevista l’integrazione del sistema web PagoPA con proprio partner tecnologico iscritto AGID intermediario ed all’Art. 5-bis pag. 13 riporta: le modalità di interazione con il circuito PagoPA saranno indicate dalla stazione appaltante Si chiede di meglio specificare se l’aggiudicatario dovrà fornire una propria soluzione PAGO PA o dovrà adeguarsi alla soluzione indicata dall’Ente
Risposta 6: L’aggiudicatario dovrà provvedere a rendere interoperabile il proprio software con la soluzione di utilizzo del circuito PagoPA già predisposta dall’amministrazione comunale. In particolare, il sistema software gestionale fornito dovrà provvedere ad inviare gli ordinativi di pagamento verso un componente già presente nel sistema informativo del comune di Monza e recuperarne gli esiti effettuando le relative ed eventuali operazioni di rendicontazione e/o riconciliazione
Domanda 7: FORNITURA BOLLETTARI CARTACEI In funzione delle quantità richieste da Capitolato (es. 100.000 preavvisi di sosta) e dei chiarimenti pubblicati: il dato è riferito alla fornitura triennale Preavvisi redatti nel 2018 pari a 53.325 si chiede di meglio specificare se tutti gli avvisi ed i contestati da inserire provengono da cartaceo (bollettari) o se sono presenti strumenti automatici (palmari) per la loro redazione. Nel secondo caso si chiede di meglio differenziare i volumi tra cartaceo e palmari
Risposta 7: Il dato è riferito alla fornitura triennale ovvero per tutta la durata contrattuale salvo che per ogni necessità a copertura delle effettive esigenze del Comando;
i preavvisi redatti nel 2018 provengono da cartaceo, mentre i “verbali” sono 5492 da cartaceo e 17596 da strumenti ti automatici


CHIARIMENTO N.6


Domanda 1: Si chiede conferma che l’importo pari ad € 3,00 (+ IVA) venga corrisposto anche in riferimento ai verbali non avviati alla notifica (giusta ART.4 del Capitolato di Gara)
Risposta 1: L’importo di aggiudicazione è riferito unicamente ai verbali avviati alla notifica

CHIARIMENTO N.7

Domanda 1: Con riferimento ai requisiti di capacità tecnica e professionale (art. 7.3 del disciplinare di gara) si chiede di confermare la possibilità di soddisfare detti requisiti anche con la fornitura di un software rispondente alle caratteristiche previste dal punto 19 dell’art. 5a del capitolato di gara che recita: Fornitura di un software gestionale per la gestione di tutta la banca dati dello Sportello Procedimenti Sanzionatori, completo di tutte le applicazioni relative alle sanzioni accessorie previste dal C.d.S. (decurtazione punti, comunicazioni per PRA e M.C.T.C. ecc.) e dei Regolamenti Comunali ? Polizia Amministrativa, della gestione cassa, della gestione ruoli e delle apparecchiature di rilevamento esterno delle violazioni nonché della formazione di operatori ed aggiornamento del software a seguito di modifiche legislative
Risposta 1: La risposta è negativa, significando che è volontà della stazione appaltante affidare un servizio di gestione del procedimento sanzionatorio e non la fornitura di un software.
Si conferma pertanto quanto esplicitato nel punto 7.3 del Disciplinare di gara che prevede “di aver realizzato…tre SERVIZI analoghi…”
Domanda 2: Con riferimento ai requisiti di capacità tecnica e professionale (art. 7.3 del disciplinare di gara) si chiede di confermare la possibilità di soddisfare detti requisiti anche con una attività di gestione del procedimento sanzionatorio delle violazioni di competenza della polizia locale? avviato in data 1 luglio a seguito di comunicazione anticipata del servizio da parte della Stazione Appaltante in attesa della stipula del contratto
Risposta 2: La ratio del requisito di cui al punto 7.3 del Disciplinare di gara è quella di individuare operatori economici in grado di dimostrare il possesso dell’idoneità tecnico-organizzativa per lo svolgimento delle prestazioni oggetto dell’appalto in argomento, e ciò presuppone l’esecuzione effettiva di servizi analoghi nel triennio di riferimento.
Pertanto, “l’attività” iniziata l’1/7/ (di cui non è stato specificato l’anno, si presume 2019), non è idonea a soddisfare il requisito richiesto, in quanto il servizio da Voi indicato nel chiarimento non si concilia con la prescrizione di gara “i aver realizzato, nel triennio precedente la data di pubblicazione del bando di gara, con buon esito, …”.
A fortiori anche con riferimento al contratto di punta la cui ratio è quella di selezionare operatori economici con comprovata esperienza dimostrata dall’aver svolto singoli servizi di un rilievo economico certo al fine di individuare un aggiudicatario che abbia l’esperienza e la competenza di gestire le complessità tecniche proprie del servizio che si intende affidare.
In ogni caso il concorrente può partecipare alla gara utilizzando gli strumenti a messi a disposizione dal Codice dei Contratti (avvalimento, RTI) per acquisire il requisito mancante


CHIARIMENTO N.8

Domanda 1: In merito alla documentazione relativa alla gara indicata in oggetto, con la presente siamo a richiedere alcuni chiarimenti di ordine amministrativo: Disciplinare di Gara punto 7.3 pag. 5: Il punto sopra indicato riporta: dichiarazione attestante di aver realizzato, nel triennio precedente la data di pubblicazione del bando di gara, con buon esito, a favore di almeno tre enti pubblici, tre servizi analoghi a quelli previsti dal presente appalto, di cui almeno un contratto di importo complessivo pari o superiore a  € 400.000,00 Iva esclusa. Il concorrente dovrà indicare i committenti pubblici la tipologia di prestazioni svolte, i periodi di esecuzione, gli importi contrattuali. Si chiede cortesemente conferma che in luogo del valore del contratto possa essere riportato il fatturato effettivamente realizzato per un dato servizio nel periodo richiesto dagli atti di gara. Come certamente noto, infatti, il valore complessivo del contratto è un dato presunto e inoltre potrebbe riferirsi anche a periodi differenti rispetto a quello da voi richiesto negli atti di gara. Per esempio la scrivente ha contratti per servizi iniziati nel 2012 che si sono conclusi ad agosto 2019
Risposta 1: Per la dimostrazione del possesso di idonea capacità tecnica, la lex specialis richiede (punto 7.3 del disciplinare di gara), di aver REALIZZATO con BUON ESITO, a favore di almeno tre enti pubblici, tre servizi analoghi a quelli previsti dal presente appalto e che almeno UNO di questi contratti abbia un VALORE pari o superiore ad € 400.000,00 (IVA esclusa) calcolato con riferimento al triennio antecedente la data di pubblicazione del bando.
La ratio del requisito è quella di individuare un operatore economico la cui idoneità tecnica sia comprovata dall’esecuzione di contratti di entità tale da garantire la buona esecuzione del servizio in gara, il cui importo, tenuto conto del valore dell’appalto in argomento, non si appalesa neppure elevato.
Tale esigenza non può essere soddisfatta attraverso una miriade di contratti che, nel loro insieme, raggiungano l’importo richiesto.
Il servizio svolto (c.d. contratto di punta) deve essere uno e non è ammessa la sommatoria di più contratti.
Domanda 2: Disciplinare di Gara punto 15.3.1 sottopunto 3 lettera b) pag. 14: Il punto sopra indicato riporta: b) di tutte le circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata?? Si chiede conferma che il sopralluogo non è richiesto
Risposta 2: Si conferma che il sopralluogo non è previsto
Domanda 3: Modello dichiarazioni punto 14. A differenza di quanto riportato al punto 15.3.1 sottopunto 10 pag. 15 del Disciplinare di gara, il modello non prevede la possibilità di diniego all’accesso agli atti di gara presentati dal concorrente. Si chiede conferma che il Modello menzionato possa pertanto essere integrato con la predetta possibilità di diniego
Risposta 3: Si conferma la possibilità di integrare la documentazione con la possibilità di diniego


CHIARIMENTO N.9

Domanda 1: In rifermento all’art 5B 1.9 del Capitolato Speciale d’appalto si chiede conferma che le seguenti attività: predisposizione delle memorie difensive, predisposizione delle controdeduzioni e deposito delle memorie resteranno in capo al personale della stazione appaltante e di conseguenza che il personale dell’aggiudicatario si farà carico della sola gestione delle attività di inserimento e archiviazione degli atti relativi ai ricorsi
Risposta 1: Si conferma che il personale dell’Aggiudicatario si farà carico della gestione delle attività di inserimento e archiviazione degli atti relativi ai ricorsi


CHIARIMENTO N.10

Domanda 1: Si chiede cortese conferma che sono a carico dell'Ente tutti i costi relativi alle banche dati (es. ACI - MCTC - INIPEC) per il reperimento dei dati dei contravventori/obbligati in solido
Risposta 1: Si conferma che sono a carico dell’Ente i costi relativi alle banche dati (es.  ACI/PRA, MCTC)

Data creazione: 28 August 2019

Pagine collegate

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Sportello Energia

Consulta il sito dedicato al Risparmio e all'Efficienza Energetica per aiutarti a ridurre i consumi di energia e a migliorare l'efficienza nella tua casa

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza

Cittadini, stakeholders e utenti dei servizi pubblici locali, possono inviare proposte e osservazioni per il miglioramento delle misure di prevenzione

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare