Servizi architettura e ingegneria

VEDASI AVVISO -Procedura aperta per appalto della progettazione integrale e coordinata, definitiva ed esecutiva, coordinamento alla sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e relativa Direzione Lavori per il “RECUPERO E RESTAURO EDIFICIO EX BORSA, VIA BOCCACCIO, MONZA” edificio ad uso scolastico - CIG 77150959CB

Scadenza: 18 March 2019 - 12:00

Sedute di gara: La seduta pubblica di gara per la proposta di aggiudicazione si terrà il giorno 10/06/2019 alle ore 17,30 presso Sala CUA, 1° piano – Palazzo Municipale – p.zza Trento e Trieste.

Presenza Criteri Ambientali minimi:

Icona documento 'Formato PDF' Determina a Contrarre (formato PDF - 659 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 2838 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 3045 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 225 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 10 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 1 (formato PDF - 87 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Schema di contratto (formato PDF - 123 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A00 (formato PDF - 3458 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A01 (formato PDF - 272 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A02 (formato PDF - 401 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A03 (formato PDF - 271 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A04 (formato PDF - 328 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A05 (formato PDF - 295 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A06 (formato PDF - 411 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A07 (formato PDF - 424 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A08 (formato PDF - 312 KB)
Icona documento 'Formato PDF' D00 Elenco Elaborati (formato PDF - 218 KB)
Icona documento 'Formato PDF' D01 Relazione tecnico-illustrativa (formato PDF - 4500 KB)
Icona documento 'Formato PDF' D02 Studio di prefattibilità ambientale (formato PDF - 8150 KB)
Icona documento 'Formato PDF' D03 Prime indicazioni sicurezza (formato PDF - 251 KB)
Icona documento 'Formato PDF' D04 Calcolo sommario spesa (formato PDF - 134 KB)
Icona documento 'Formato PDF' D05 Quadro Economico (formato PDF - 179 KB)
Icona documento 'Formato PDF' G00 (formato PDF - 1229 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IE01 Relazione (formato PDF - 218 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IE02 (formato PDF - 347 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IE03 (formato PDF - 235 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IE04 (formato PDF - 591 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IE05 (formato PDF - 526 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IE06 (formato PDF - 1220 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IM01 (formato PDF - 340 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IM02 (formato PDF - 1565 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IM03 (formato PDF - 425 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IM04 (formato PDF - 479 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IM05 Schemi funzionali (formato PDF - 386 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IM06 Relazione (formato PDF - 411 KB)
Icona documento 'Formato PDF' IM07 Relazione (formato PDF - 3012 KB)
Icona documento 'Formato PDF' S01 Relazione tecnica sulle strutture - Allegati (formato PDF - 122 KB)
Icona documento 'Formato PDF' S01 Relazione tecnica sulle strutture (formato PDF - 633 KB)
Icona documento 'Formato PDF' S02 (formato PDF - 359 KB)
Icona documento 'Formato PDF' S03 (formato PDF - 372 KB)
Icona documento 'Formato PDF' S04 (formato PDF - 302 KB)
Icona documento 'Formato PDF' VF01 (formato PDF - 813 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello A - Dichiarazione dei requisiti di ordine generale (formato PDF - 28 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello B - Dichiarazione sostitutiva a corredo dell'offerta - Restauratore (formato PDF - 78 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello C - Composizione gruppo di lavoro (formato PDF - 23 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello D - Dichiarazione titoli di studio e abilitazioni (formato PDF - 20 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello E - Dichiarazione relativa al possesso dei requisiti ordine speciale (formato PDF - 29 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello F - Distinta dei servizi svolti (formato PDF - 24 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello G - Dichiarazione relativa al possesso requisiti ordine speciale personale (formato PDF - 24 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello H - Dichiarazione impegno costituzionale (formato PDF - 18 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello I - Istanza di ammissione alla gara (formato PDF - 22 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello L - Dichiarazione di insussistenza cause di esclusione (formato PDF - 21 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello M - OFF economica (formato PDF - 23 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello N - OFF temporale (formato PDF - 23 KB)
Icona documento 'Formato PDF' DGUE (formato PDF - 42 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Infografica (formato PDF - 1550 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modalità tecniche utilizzo SINTEL (formato PDF - 317 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Informativa Comuni (formato PDF - 76 KB)
Icona documento 'Formato PDF' AVVISO (formato PDF - 303 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Relazione Geologica (formato PDF - 5409 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato Relazione Geologica (formato PDF - 2388 KB)
Icona documento 'Formato PDF' PRECISAZIONE (formato PDF - 263 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ELENCO PARTECIPANTI (formato PDF - 32 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Determina Nomina Commissione (formato PDF - 4574 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Curriculum (formato PDF - 6089 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Curriculum (formato PDF - 2191 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Curriculum (formato PDF - 3926 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Det. Affidamento incarico professionale n. 977_2019 (formato PDF - 1473 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Verbali prima seduta _quarta seduta (formato PDF - 1348 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Verbali quinta seduta_nona seduta (formato PDF - 1395 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Proposta di aggiudicazione (formato PDF - 20 KB)

VEDASI PRECISAZIONE PUBBLICATA TRA GLI ALLEGATI IN DATA 11/3/2019

VEDASI AVVISO PUBBLICATO TRA GLI ALLEGATI IN DATA 27/2/2019

CHIARIMENTI

1) Quesito: Requisiti di capacità tecnica e professionale per “Progettazione integrale e coordinata” Con riferimento alla prestazione  “Progettazione integrale e coordinata”, possono essere considerati tutti gli incarichi per servizi di ingegneria e architettura, riferiti a opere EDILIZIE classificate come E.22 (e equivalente per grado di complessità), anche che riguardino solo una o solo alcune delle prestazioni specialistiche indicate nell'Allegato 1? Ad esempio, è possibile considerare un incarico per sola “Integrazione delle prestazioni specialistiche” e/o un incarico per sola “Progettazione antincendio” e/o per solo “Coordinamento e supervisione dell'Ufficio di Direzione Lavori”?
1) Risposta: Il possesso del requisito di capacità tecnica e professionale E 22 deve avvenire mediante  dichiarazione (e, in caso di aggiudicazione, mediante comprova) di aver espletato  negli ultimi dieci anni antecedenti la data di pubblicazione del bando servizi di “Progettazione integrale e coordinata per la categoria E 22 riferiti al valore complessivo di euro 5.150.000,00”, come indicato  nel punto 7.3  - Tabella 6 del Disciplinare di gara.
Si precisa che l'Allegato 1 “Determinazione del corrispettivo a base di gara per l'affidamento dei contratti pubblici di servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria” è il documento che specifica il corrispettivo a base di gara per le prestazioni  oggetto del presente appalto, ed è composto dalla sommatoria dei compensi di tutti i servizi richiesti.

2) Quesito: Requisiti di capacità tecnica e professionale: “servizi di punta” Il testo del Disciplinare, a p.11, specifica che l'importo minimo per i servizi analoghi cosiddetti “di punta” deve essere pari ad almeno lo 0,40 volte gli importi stimati per ciascuna delle categorie e ID stimati per i lavori da realizzare; si deve intendere, come previsto dal Codice, che tale valore (0,40 volte) sia riferito alla somma dei valori dei due servizi? La tabella n. 7 deve pertanto essere corretta?
2) Risposta: Si precisa che il Disciplinare di gara al punto 7.3 “Requisiti di capacità tecnica e professionale” espressamente stabilisce:  “l’operatore economico deve aver eseguito, per ciascuna delle categorie e ID della successiva tabella, due servizi per lavori analoghi, per dimensione e caratteristiche tecniche, a quelli oggetto dell’affidamento, di importo complessivo, per ogni categoria e ID, ognuno almeno pari a 0,40 volte l’importo stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione medesima.” La prescrizione risulta conforme alle disposizioni del punto 7.3 lett. j del   Bando Tipo A.N.A.C. n. 3  approvato dal Consiglio ANAC  con delibera n. 723 del 31/7/2018.

3) Quesito: Prestazione principale - Qual è la prestazione da considerarsi come “principale”? Se si deve intendere che sia “principale” la prestazione per la quale si conteggia il più alto valore delle opere, è da considerarsi la “Progettazione integrale e coordinata” oppure la “Sicurezza”? È ammissibile che i requisiti di capacità tecnica e professionale per tale prestazione principale siano in capo a una Società di Ingegneria? Dunque, è possibile che una Società di Ingegneria (che abbia nel proprio organico anche Architetti) sia Capogruppo Mandataria, in caso di partecipazione in raggruppamento temporaneo, dovendo comunque essere attribuita a un Architetto la progettazione architettonica e la Direzione Lavori?
3) Risposta: La prestazione principale è “La progettazione Integrale e coordinata” E 22.
I    soggetti ammessi  alla partecipazione sono quelli previsti nel punto 5 del   Disciplinare    di gara tra cui   alla   lettera c) vengono  indicate le    società di ingegneria;  in   ogni   caso resta   confermato il   rispetto  di quanto stabilito  a pag. 6  del  Disciplinare  di  gara:  “Poiché  l’oggetto   di  intervento  riguarda  immobili    di   interesse  storico  artistico sottoposti a vincoli culturali, la progettazione architettonica e la Direzione Lavori sono riservate ai laureati in architettura o muniti di laurea equipollente che consente l’iscrizione all’albo degli Architetti sez. A (art. 52 del regio decreto 23 ottobre 1925, n. 2537)”.

4) Quesito: Forma di raggruppamento temporaneo e possesso dei requisiti - Sono ammessi, come previsto dal Codice, raggruppamenti “misti”, in cui sia la prestazione principale che le altre prestazioni possono essere svolte da sub-raggruppamenti?
4) Risposta: Come stabilito dalla normativa in materia di appalti è ammesso il raggruppamento di tipo misto, fatte salve il divieto di frazionamento previsto nel punto 7.4 pag. 14  (con espresso riferimento al chiarimento ANAC del 14/11/2018) e le prescrizioni ivi contenute con riferimento ai raggruppamenti di tipo verticale e orizzontale.

5) Quesito: Contenuto della Busta Telematica A  - Sebbene non specificato nel Disciplinare (cap.15), si deve assumere che vadano inseriti in tale Busta anche i Modelli A, B, C, D, E, G, H, nonché la/e copia/e della/e polizza/e? In caso di partecipazione in raggruppamento temporaneo costituendo, tali documenti devono essere firmati digitalmente da tutti e soli i rappresentanti legali degli operatori economici?
5) Risposta: Nella busta telematica devono essere inseriti i Modelli  A,  B,  C,  D,  E,  F,  G,  H,  I,  L,  Modello DGUE,  Codice Etico,  Cauzione provvisoria,  PASSOE e Ricevuta del pagamento del contributo A.N.A.C.
Nella prima pagina di ciascun modello sono state indicate le modalità di sottoscrizione. Il Modello DGUE ed il Codice Etico devono essere presentati e sottoscritti sia dalla Capogruppo che dalle mandanti.

6) Quesito: Con riferimento alle “eventuali proposte progettuali migliorative” di cui al punto 16 b) del Disciplinare di gara, si chiede se è possibile intervenire nelle scelte progettuali contenute nel progetto di fattibilità tecnico-economica, come ad esempio proporre l'inserimento di spazi collettivi con possibile riduzione del numero o della dimensione delle aule.
6) Risposta: Non è possibile ridurre il numero delle aule nè rivedere le dimensioni, in quanto lo studio di fattibilità e il progetto preliminare alla progettazione sono stati programmati con specifiche richieste ed esigenze esposte dalla Dirigenza Scolastica che occuperà i locali in seguito alla ristrutturazione.

7) Quesito: Con riferimento al punto 6 “requisiti generali” del disciplinare, si chiede se sia effettivamente necessario presentare il modello B – dichiarazione sostitutiva a corredo dell'offerta “reso dall'Impresa all'interno della quale opera il restauratore”. Qualora tale necessità venisse confermata, si richiede se e quali altri moduli da inserire nella busta amministrativa l'Impresa individuata debba produrre e sottoscrivere.
7) Risposta: E' necessario allegare il Modello B, in quanto all'interno del gruppo di lavoro deve obbligatoriamente essere presente un restauratore visto che il bene in oggetto è soggetto a vincolo della soprintendenza dei beni culturali. Essendo l’impresa all’interno della quale opera il restauratore un soggetto necessario ai fini della partecipazione alla presente procedura, essa dovrà produrre tutti i modelli propri di partecipazione, al pari degli altri soggetti.

8) Quesito: Per il raggruppamento temporaneo di professionisti, è corretto inserire il nome della società che ha il requisito OS2 della SOA o va inserito il nome del restauratore persona fisica in qualità di direttore tecnico della ditta di restauro?
8) Risposta: Per il raggruppamento temporaneo di professionisti è possibile inserire sia il nominativo del restauratore "persona fisica" sia la società di restauro in cui si evinca il nominativo della persona fisica che farà parte del gruppo di lavoro.
Si rimanda all'art. 6 del Disciplinare di gara, Modello A - dichiarazione resa dall'impresa all'interno della quale opera opera il restauratore.

9) Quesito: All'inizio del bando si parla di requisiti acustici. Non è chiaro se è espressamente richiesta la figura di tecnico competente in acustica o se si parla di requisiti passivi di competenza del progettista
9) Risposta: Il tecnico in Acustica ambientale, è una figura necessaria alla firma della documentazione ed elaborati in fase di progettazione definitiva. Nell’allegato A   “calcolo dei corrispettivi” , è  previsto il compenso del Tecnico Competente in Acustica Ambientale, in conformità  con la Legge 447/95 - d.p.c.m. 512/97. Non è comunque previsto, nella documentazione di gara, l’identificazione del professionista e l’inserimento nel gruppo di lavoro.

10) Quesito:1) Busta B – offerta tecnica – punto a) Viene richiesta la descrizione di n. 3 servizi svolti relativi ad interventi ritenuti dal concorrente significativi della prorpia capacità a realizzare la prestazione sotto il profilo tecnico, scelti tra interventi qualificabili affini a quelli oggetto dell'affidamento. Devono essere interventi in E22 oppure possono anche essere indicati e descritti interventi in categorie inferiori (per esempio E20 – E21), affini all'intervento in gara? 2) DGUE – Deve essere utilizzato il modello da voi fornito, oppure il DGUE in formato elettronico presente sul sito https://ec.europa.eu/tools/espd/filter?lang=it fornito dalla commissione europea?
10) Risposta:  1) I  3 servizi che il concorrente dovrà descrivere, sono relativi ad interventi ritenuti significativi della propria capacità a realizzare la prestazione sotto il profilo tecnico.
I servizi elencati possono tuttavia essere anche di categorie inferiore, (ad esempio E20 e E21) ma comunque qualificabili affini a quelli oggetto dell’affidamento. 2) si chiede di compilare il modello DGUE pubblicato e messo a disposizione dalla scrivente stazione appaltante.

11) Quesito: 1) Al punto 16 del disciplinare di gara -contenuto della busta B offerta tecnica- si precisa che per ogni servizio deve essere fornita una scheda sintetica, formato A4, accompagnata da una relazione descrittiva di numero massimo di 10 facciate A4. Successivamente al punto 18.1 nella descrizione del criterio A.1 -adeguatezza desunta da n.3 servizi negli ultimi 10 anni- è specificato che la documentazione è costituita da una scheda formato A4 per ogni servizio fino ad un massimo di tre schede A4. Si chiede se i 3 servizi debbano essere illustrati solamente da tre schede o se queste vanno accompagnate dalla relazione descrittiva di cui il criterio su citato e il relativo punteggio non tengono conto. 2) E' possibile vedere tutti i quesiti e relative risposte o ogni concorrente ha accesso unicamente al proprio quesito?

11) Risposta: 1) le tre schede che dovranno essere inserite nella Busta B, devono essere costituite da una scheda sintetica (“copertina” con elementi chiave riconducibili e affini al progetto in oggetto) e da una relazione di 10 facciate, in formato A4 e con le caratteristiche elencate nel disciplinare di gara; 2) tutti i chiarimenti sono visibili: 1) presso la Piattaforma SINTEL – cliccare in alto a sinistra “Documentazione di gara” - scorrere tutta la documentazione di gara e di seguito alla stessa vi sono i chiarimenti: 2) sul sito Internet del Comune di Monza nella sezione “Bandi di gara” - cliccare su servizi di architettura e ingegneria – cliccare su oggetto relativo alla presente gara.

12) Quesito: In riferimento alla tabella inserita nel “Modello C” Composizione del Gruppo di lavoro da compilare con i Professionisti che svolgeranno i servizi oggetto di affidamento, siamo a richiedere quali requisiti debba possedere la figura del Restauratore (Titolo di studio, iscrizioni ad Albi professionali, Iscrizione all'elenco dei restauratori di beni culturali abilitati alla professione MIBAC, ecc.) e se il Professionista in questione sia da intendere come il Direttore Operativo per restauri specialistici inserite al capitolo 1  “Premesse “ del Disciplinare di gara.
12) Risposta: In conformità a quanto previsto nell’articolo 52 del Rd 2537/1925 le opere di edilizia civile che presentano rilevante carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla L.20 giugno 1909, n. 364 (5), per l'antichità e le belle arti, sono di spettanza della professione di architetto. Fatto salvo il dato normativo sopra richiamato e sulla base della struttura organizzativa/gruppo lavoro che l'operatore economico intende proporre,  il concorrente ha la facoltà di indicare il nominativo del restauratore; qualora fosse individuato tale professionista, lo stesso dovrà essere abilitato alla professione.

13) Quesito: In merito alla consegna della documentazione tecnica si chiede di inviare telematicamente relazioni di massimo 5 fogli (10 facciate) ma i file PDF non visualizzano fogli fronte/retro quindi va bene solo la numerazione progressiva?
13) Risposta:  Nel disciplinare è richiesta una relazione tecnica composta da 10 facciate, quindi, risulta corretta la numerazione progressiva fino ad un massimo di 10.

14) Quesito:  Il “Modello C” da compilare per la partecipazione alla gara prevede una casella specifica per il restauratore. Tuttavia dal disciplinare di gara non si evince la richiesta della presenza di tale professionalità. Si richiede conferma se nel gruppo di lavoro sia necessaria o meno la presenza della figura del restauratore.
14) Risposta: In conformità a quanto previsto nell’articolo 52 del Rd 2537/1925 le opere di edilizia civile che presentano rilevante carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla L.20 giugno 1909, n. 364 (5), per l'antichità e le belle arti, sono di spettanza della professione di architetto. Fatto salvo il dato normativo sopra richiamato e sulla base della struttura organizzativa/gruppo lavoro che l'operatore economico intende proporre,  il concorrente ha la facoltà di indicare il nominativo del restauratore; qualora fosse individuato tale professionista, lo stesso dovrà essere abilitato alla professione.

15) Quesito: È richiesta una copertura assicurativa contro i rischi professionali per un massimale non inferiore a € 515.000,00 (pari al 10 % del costo di costruzione dell'opera da progettare). Siamo una RTP costituenda di tipo misto la capogruppo/mandataria designata possiede un assicurazione con massimale di € 1.500.000,00 copre per tutto il raggruppamento il requisito richiesto? E' necessario che tutti i componenti di RTP costituenda possiedano un'assicurazione almeno pari € 515.000,00 di massimale?
15) Risposta:  come stabilito nel punto 7.4 del Disciplinare di gara (pagg. 13-14): “Il requisito relativo alla copertura assicurativa contro i rischi professionali deve essere soddisfatto dal raggruppamento nel complesso, secondo una delle opzioni di seguito indicate: a) somma dei massimali delle polizze dei singoli operatori del raggruppamento; in ogni caso, ciascun componente il raggruppamento deve possedere un massimale in misura proporzionalmente corrispondente all’importo dei servizi che esegue; b) unica polizza della mandataria per il massimale indicato, con copertura estesa a tutti gli operatori del raggruppamento.”

16) Quesito: Al punto 16 del disciplinare si richiede di presentare 3 servizi svolti senza alcuna specificazione degli anni di svolgimento. Successivamente al punto 18.1 il criterio A.1 specifica " 3 servizi negli ultimi 10 anni". Si chiede se i servizi possano essere stati terminati oltre 10 anni fa con riferimento al punto 16
16) Risposta: si conferma che il criterio che sarà oggetto di valutazione in fase di esame dell'offerta tecnica risulta il seguente “Adeguatezza desunta da n. 3 servizi negli ultimi 10 anni”.

17) Quesito: Come si assolve l'obbligo di presentazione del Modello 1 in bollo?
17) Risposta: stampare il “modello I - istanza di partecipazione”, applicare e annullare la marca da bollo sul modello, scansionare il documento, firmarlo digitalmente e caricarlo su Sintel.

18) Quesito: all'interno del MODELLO C è presenta una tabella, nella seconda colonna viene richiesto il RUOLO/ATTIVITA' SVOLTA NEL GRUPPO, volevamo sapere cosa dobbiamo indicare dato che nelle successive colonne vi sono indicate le prestazioni? Forse dobbiamo indicare Edilizia E22, Strutture S04, Impianti meccanici IA02, ecc...., oppure altro?
18) Risposta: nella seconda colonna del Modello C vi è la nota n. 1 in cui vi è specificato quello che va indicato.

19) Quesito: 1) il MODELLO D devono compilarlo tutti i soggetti indicati all'interno del MODELLO C? La risposta sembra affermativa, ma se abbiamo una RTP, all'interno della quale c'è una società d'ingegneria e le persone che espleteranno alcuni sevizi sono dipendenti o collaboratori della società, anche questi ultimi devono compilarlo? Inoltre tale documento deve essere firmato anche digitalmente da questi ultimi oppure solo cartaceo, dato che non potrebbero essere in possesso di firma digitale? 2) MODELLO E, se la mandataria capogruppo soddisfa i requisiti è possibile indicare solo i sevizi da lei svolti oppure bisogna indicare anche quelli degli altri che costituiscono il RTP? 3) Modello F, tutti i componenti del RTP devono compilare tale modello? Inoltre i singoli componenti del RTP che hanno eseguito i servizi indicati devono aver svolto gli stessi servizi in tutte le stesse classi e categorie indicate nel bando, oppure è possibile indicare solo alcune di esse, visto che il requisito è soddisfatto alla capogruppo? 4) MODELLO B, se il Restauratore è un architetto della RTP e non fa parte di un'impresa questo modello può non essere compilato? Inoltre può essere indicato più di un Restauratore?
19) Risposta : 1) SI, anche dipendenti e/o collaboratori della società devono compilarlo. In caso di mancanza della “Firma digitale”,  la società concorrente potrà sottoscrivere digitalmente il formato zip contenente le dichiarazioni sottoscritte in cartaceo e scansionate dai soggetti non in possesso di firma digitale. 2) il Disciplinare di gara al punto 7.4  pag. 14 prevede: “Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo orizzontale il requisito dell’elenco dei servizi deve essere posseduto, nel complesso dal raggruppamento, sia dalla mandataria, in misura maggioritaria, sia dalle mandanti”. “Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo verticale ciascun componente dovrà compilare il Modello E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA RELATIVA AL POSSESSO DEI REQUISITI DI ORDINE SPECIALE dichiarando di essere in possesso dei requisti di capacità tecnico professionale”. “Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo verticale ciascun componente deve possedere il requisito dei due servizi di punta in relazione alle prestazioni che intende eseguire, fermo restando che la mandataria deve possedere il requisito relativo alla prestazione principale”. 3)  Si come si evince dalla  lettera f) del Modello F.  Il R.T.P. dovrà dimostrare il possesso dei requisti sulla base della propria composizione nei limiti e nelle condizioni stabilite dal disciplinare di gara. 4) Il Modello B deve essere compilato. E' rimessa alla valutazione del concorrente la composizione del gruppo di lavoro.

20) Quesito: In merito ai requisiti di capacità tecnica e professionale art. 7.3 del disciplinare si chiede come dover considerare per il soddisfacimento dei requisiti un servizio comprendente attività di Direzione lavori e CSE in E.22 in relazione alle tabelle n. 6 e n. 7.
20) Risposta: si precisa che, come si evince dall'Allegato 1,  l'attività di Direzione Lavori è compresa nelle tabelle n. 6 e n. 7 nella categoria E 22 – Edilizia. L'attività di Coordinamento della Sicurezza in fase di Esecuzione è compresa nell'attività E22  Edilizia – Sicurezza.

21) Quesito: Si chiede se la figura del restauratore, che figura all'interno del modello C sia da considerare un refuso considerato che non appare nel disciplinare o se debba essere presente all'interno del RTP. In questo caso se possa essere un consulente esterno senza dover acquisire forma di mandante.
21) Risposta: Sulla base delle risposte fornite e pubblicate in relazione al tema del restauratore, si evidenzia quanto segue. In conformità a quanto previsto nell’articolo 52 del Rd 2537/1925 le opere di edilizia civile che presentano rilevante carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla L.20 giugno 1909, n. 364 (5), per l'antichità e le belle arti, sono di spettanza della professione di architetto. Tuttavia, all'interno del gruppo di lavoro deve obbligatoriamente essere presente un restauratore visto che il bene in oggetto è soggetto a vincolo della soprintendenza dei beni culturali; tale figura dovrà trovare collocazione nella struttura organizzativa proposta quale gruppo di lavoro. In base alla forma di partecipazione che il concorrente intende adottare dovrà essere compilata la relativa modulistica (vds chiarimento n. 7). Nel chiarimento n. 12 la “facoltà di indicare  il nominativo del restauratore” è riferita  alla collocazione del restauratore  all'interno  del gruppo di lavoro  dal momento che la domanda n. 12 era riferita alla posizione del restauratore all'interno del gruppo
Spetta al concorrente individuarne il posizionamento all'interno del gruppo di lavoro.

22) Quesito: viene richiesto che i modelli A, C, D, E , F, G, H, I, M, N, in caso di studio associato, vengano presentati e firmati da tutti i professionisti associati. Si chiede nel caso in cui lo studio associato possieda un legale rappresentante con poteri per impegnare lo studio, se i suddetti modelli possano essere compilati e firmati solo da tale legale rappresentante. Rimane comunque il Modello L da compilare da tutti i professionisti associati; - relativamente al modello D, ipotizzando che nel gruppo di lavoro vengano inseriti dei dipendenti di una società, si chiede se tale modello possa essere firmato digitalmente solo dal legale rappresentante della società in quanto i dipendenti sono sprovvisti di firma digitiale.
22) Risposta: SI, come stabilito all'art 15 punto 1 (pag. 22 ) del Disciplinare di gara. In caso di mancanza della “Firma digitale”,  la società concorrente potrà sottoscrivere digitalmente il formato zip contenente le dichiarazioni sottoscritte in cartaceo e scansionate dai soggetti non in possesso di firma digitale.

23) Quesito: Preso atto della risposta al quesito n.20, si pongono i seguenti ulteriori 2 quesiti: 1) Con riferimento al requisito di cui al punto 7.3 (tabelle n. 6 e n.7) del Disciplinare e in particolare alla CATEGORIA E.22 e alla sua suddivisione in: PROGETTAZIONE INTEGRATA E COORDINATA - EDILIZIA - EDILIZIA SICUREZZA, si chiede se un medesimo lavoro, per il quale sono state svolte tutte le seguenti fasi ?progettazione integrata, progettazione, DL e CSE? possa essere speso per tutte e 3 le categorie di E.22 richieste (PROGETTAZIONE INTEGRATA E COORDINATA - EDILIZIA - EDILIZIA SICUREZZA). 2) Alla luce di quanto sopra si chiede quindi conferma che il seguente unico servizio di ?progettazione integrata, PD, PE, DL, CSP, CSE del nuovo ospedale XXX con quota in E.22 pari a € 6.000.000 possa essere speso e pertanto soddisfare, da solo, TUTTI i requisiti richiesti in E.22 (di cui alle tabelle n. 6 e n.7).?
23) Risposta: Nel caso in cui il concorrente dimostri il possesso del requisito in E 22 mediante un unico servizio articolato nelle tre categorie Progettazione Integrata e coordinata, Edilizia ed  Edilizia – Sicurezza, lo stesso servizio potrà essere utilizzato per dimostrare ognuna delle tre categorie richieste dal bando, nei limiti del valore per ogni categoria del servizio stesso. Un unico servizio in E 22 potrebbe soddisfare tutti i requisiti richiesti in E 22 nel caso in cui il valore delle opere, dimostrato dal concorrente, per le categorie   Progettazione Integrata e coordinata, Edilizia,  Edilizia – Sicurezza, sia maggiore o uguale all'importo stabilito nel punto 7.3 della Tabella n. 6 del Disciplinare di gara colonna “Importo complessivo minimo per l'elenco dei servizi in euro”.

Data creazione: 18 January 2019

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare