Lavori pubblici

Procedura aperta gestita con sistema telematico SINTEL per Appalto lavori di riqualificazione energetica della scuola media Ardigò di via Magellano - CUP B54D17000070004 CIG 79056848D0

Scadenza: 10 June 2019 - 12:00

Sedute di gara:

Presenza Criteri Ambientali minimi:

Icona documento 'Formato PDF' Determina a Contrarre (formato PDF - 591 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 135 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 173 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 712 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 48 KB)
Icona documento 'Formato PDF' PRECISAZIONE (formato PDF - 129 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Dich. (formato PDF - 95 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello DGUE (formato PDF - 49 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Art80 (formato PDF - 44 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello RTI (formato PDF - 60 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A01 Art 33. doc prog esecutivo (formato PDF - 5291 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A02 Art 34. relazione generale (formato PDF - 3083 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A03 Art 35. rel specialistiche (formato PDF - 1987 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A04 Art 36. el inquadramento (formato PDF - 26270 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A05 Art 36. elaborati_piante (formato PDF - 1467 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A06 Art 36. elaborati_prospetti (formato PDF - 8923 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A07 Art 36. elaborati_sezioni (formato PDF - 726 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A08 Art 36. el part costrutt. (formato PDF - 397 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A09 Art 36. el dem_costr. (formato PDF - 13677 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A10 Art 39.psc. (formato PDF - 3061 KB)
Icona documento 'Formato PDF' A11 Art 40. cronoprogramma (formato PDF - 205 KB)
Icona documento 'Formato PDF' E01 Art 41. elenco prezzi unit. (formato PDF - 1350 KB)
Icona documento 'Formato PDF' E02 Art 42. computo metrico (formato PDF - 546 KB)
Icona documento 'Formato PDF' E03 Art 42. costi della sicurezza (formato PDF - 1808 KB)
Icona documento 'Formato PDF' E04 Art 42. stima incid. mo. (formato PDF - 352 KB)
Icona documento 'Formato PDF' I01 Art 36. el facciata attiva (formato PDF - 3060 KB)
Icona documento 'Formato PDF' I02 Art 37. calc esecutivi imp. (formato PDF - 17529 KB)
Icona documento 'Formato PDF' I03a Art 38. piano di manut. (formato PDF - 903 KB)
Icona documento 'Formato PDF' I03b Art 38. piano di manut. (formato PDF - 1002 KB)
Icona documento 'Formato PDF' I03c Art 38. piano di manut. (formato PDF - 1037 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Informativa Comuni (formato PDF - 129 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modalità tecniche utilizzo Sintel (formato PDF - 274 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Elenco Partecipanti (formato PDF - 34 KB)

VEDASI PRECISAZIONE NEGLI ALLEGATI

CHIARIMENTI

Quesito 1 Con riferimento alla procedura di gara in oggetto, come si evince dagli elaborati tecnici ed in particolare dal computo metrico estimativo, le lavorazioni appartenenti alla categoria OG11 sono riferibili alle categorie specializzate OS 28 e OS 30.
Mancando le opere riconducibili alla categoria OS3 non sono rispettati i requisiti previsti dalla normativa (art. 79 comma 16 del DPR 207/10). Pertanto per la partecipazione alla presente gara debbono essere richieste le qualificazioni nelle categorie specializzate OS 28 e OS 30.
L’impresa qualificata nella categoria OG 11 potrà comunque eseguire i lavori in ciascuna delle categorie OS 28 e OS 30 per la classifica corrispondente a quella posseduta.
Risposta 1 All'interno del progetto, nel computo metrico estimativo, la voce 51 (NP14) è certamente afferente a impianti idrico sanitari (categoria OS3). L'importo di tale voce è certamente superiore al 10% del complessivo delle opere classificate come OG11 in ottemperanza alla normativa vigente (Art 79, c. 16 DPR 207/2010). Nel caso in progetto trattasi di impianto integrato quindi categoria OG11. Categoria OG11: riguarda la fornitura, l'installazione, la gestione e la manutenzione di un insieme di impianti tecnologici tra loro coordinati ed interconnessi funzionalmente, non eseguibili separatamente, di cui alle categorie di opere specializzate individuate con l'acronimo OS3, OS28 e OS30.

Quesito 2   Con la presente siamo a chiedere se è possibile avere un abaco dei serramenti previsti in progetto. Nel caso questo elaborato non fosse disponibile chiediamo se i serramenti, viste le dimensioni delle luci da coprire, debbano essere scorrevoli oppure con apertura a battente.
Risposta 2  Non è disponibile un abaco serramenti. I serramenti, come indicato nel Computo Metrico Estimativo, art 44 - NP10, dovranno essere a battente per rispettare i requisiti termici e acustici, la normativa barriere architettoniche, ed i regolamenti di igiene previsti per le scuole.

Quesito 3 Con la presente si chiede se la scrivente Impresa, in possesso di categoria OG1 Class. IV-BIS e categoria OG 11 class. I, possa partecipare alla procedura come Impresa singola beneficiando dell'incremento di un quinto per la classifica OG11.
Risposta 3 Si conferma

Quesito 4) Nella Determina Dirigenziale n° 725 – 2019 allegata ai documenti di gara, fra gli elaborati di progetto elencati a pag. 3) si riporta il documento I02 Art. 37 “Calcoli esecutivi degli impianti”. Detto documento non è presente fra quelli pubblicati su Sintel. Si prega di renderlo disponibile.
Risposta 4) Il documento I02 art. 37 calcoli esecutivi degli impianti, è presente nei documenti di gara.

Quesito 5) La parete perimetrale esistente presenta un’intercapedine d’aria di circa 4 cm di spessore. Come è noto l’aria ferma è un ottimo isolante e quindi si oppone alla trasmissione del calore verso il muro in mattoni delimitante l’ambiente interno. Tale fatto impone di funzionare con una temperatura di mandata dell’acqua maggiore rispetto ad un muro continuo. Si prega di precisare il valore della temperatura massima di mandata del fluidi termico nelle serpentine.
Risposta 5) la stratigrafia è nota a seguito di carotaggi effettuati presso l'immobile oggetto della procedura di gara. I valori di resistenza termica dell'aria in intercapedine non ventilata sono noti da letteratura tecnica di settore e la presenza dell'intercapedine non incide sulla temperatura di mandata che andrà determinata dall'elettronica di gestione in funzione dei rilevamenti della sonda climatica. Si può ipotizzare una temperatura di mandata nel classico range 35-55 °C.

Quesito 6) Nei dettagli costruttivi del cappotto termico non sono indicati i tasselli di ancoraggio dei pannelli in EPS alla muratura esistente. Dalla descrizione dei lavori si evince che il cappotto viene incollato allo strato di intonaco termoisolante in malta strutturale classificata CC-R3 di copertura delle serpentine.  Siamo a chiedere , a chi ha progettato tale sistema , assicurazioni che il Cappotto dello spessore di cm 15 senza uso di tasselli sia stato verificato e certificato tenuto conto che risulta applicato su un supporto meccanicamente molto resistente ma che subisce nell’arco della giornata e dell’uso stagionale notevoli escursioni termiche dovute al passaggio, nelle condutture annegate nel betoncino , del fluido riscaldante /e raffrescante
Desidereremmo , in altre parole , conoscere le condizioni di garanzia offerte dal produttore del sistema affinché si possa trasmettere tale documentazione alla nostra Compagnia Assicurativa che ci fornisce le garanzie postume. Viceversa, nell’eventualità che fosse indispensabile l‘ancoraggio con viti a tassello, si prega di precisare il dettaglio anche al fine di evitare la foratura delle tubazioni sottostanti.
Risposta 6) la colla prevista nel computo metrico ha valori di adesione sufficienti a garantire la corretta aderenza del cappotto al supporto. Si sottolinea che anche il consorzio Cortexa definisce il tassello come opzionale nel caso oggetto di gara: "I tasselli possono essere omessi per applicazione su supporto portante come laterizio o calcestruzzo senza intonaco, nel caso di sistemi in polistirene espanso sinterizzato".

Quesito 7) Nel computo metrico sono previsti impianto solare termico la produzione di energia termica e fotovoltaico per la produzione di energia elettrica. Nel caso si verificasse un periodo di più giorni con condizioni di cielo totalmente nuvoloso e privo di irraggiamento solare, si chiede quale è la fonte di energia termica prevista per sopperire a tale condizione.
Risposta 7) la fonte prevista è l'esistente impianto di teleriscaldamento

Quesito 8) Al fine della corretta posa delle serpentine riscaldanti e quindi a garanzia delle prestazioni rese secondo progetto, all'impresa aggiudicataria verranno forniti gli schemi di posa di dette tubazioni?
Risposta 8) Gli schemi di posa delle tubazioni sono allegati al progetto nell'elaborato I01.

Quesito 9) E' corretta la durata di 360 per la polizza provvisoria
Risposta 9) Si precisa che:
- il disciplinare di gara al punto 1 pag. 2 prevede, per la polizza provvisoria, la validità temporale di 360 giorni;
- verranno accettate anche le polizze che prevedono la durata di 180 giorni o quella maggiore prevista dal bando.

Quesito 10) Con la presente stiamo a chiedrVi se all'atto del sopralluogo la stazione appaltante rilascerà qualche attestato da inserire nella documentazione amministrativa
Risposta 10) Come previsto dal punto 6 pag. 11 del disciplinare di gara l'Ufficio Manutenzione Impianti rilascerà attestazione di presa visione dei luoghi, da allegare alla documentazione amministrativa.

Quesito 11) L’art. 79 del DPR 207 /2010 al comma 16 ultimo periodo stabilisce che ai fini dell’individuazione della categorie nella fase di progetto e successivo bando o avviso di gara o lettera d’invito, un insieme di lavorazioni è definito come appartenente alla categoria OG 11 qualora dette lavorazioni siano riferibili a ciascuna delle categorie specializzate OS3, OS28 e OS 30; l’importo di ciascuna di tali categorie di opere specializzate, così individuate, deve essere pari almeno alla percentuale di seguito indicata dell’importo globale delle lavorazioni attinenti alla categoria OG 11: - categoria OS 3: 10%; - categoria OS 28: 25%; - categoria OS 30: 25%...?, è possibile avere le percentuali e relativi importi delle categorie OS3 ? OS30 ? OS28 per la valutazione del requisito di partecipazione con le sottocategorie? e per valutare l'utilizzo e la correttezza della categoria OG11.
Risposta 11) Si specifica quanto segue:
- Categoria OS30: Incidenza € 178.017,85 pari al 59.67%
- Categoria OS3:   Incidenza €  35.976,20 pari al 12,06%
- Categoria OS28: Incidenza €  84.316,00 pari al 28,27%


Quesito 12) Siamo a comunicare che la voce 51 non è certamente riferibile alla cat. OS3 ma alla cat. OS28, inoltre la voce 52 riferita all'impianto fotovoltaico rientra sicuramente nella cat. OG9 e non alla cat. OG11 ovvero alla cat. OS30. Pertanto i requisiti richiesti per l'applicazione della cat OG11 non sono rispettati
Risposta 12) Nel caso in progetto trattasi certamente di impianto integrato le cui funzioni non sono eseguibili separatamente in quanto l'energia autoprodotta è utilizzata per la produzione di ACS, per il riscaldamento o per le utenze elettriche attraverso una scelta effettuate in maniera autonoma dall'elettronica di controllo in funzione di parametri climatici e di richiesta istantanea dei diversi sistemi. Il fotovoltaico, il solare termico ed i suoi accumuli, il sistema di facciata attiva e l'elettronica di gestione e controllo sono un unico impianto deputato alla copertura delle diverse esigenze impiantistiche (primariamente riscaldamento e ACS oltre alle utenze elettriche) in maniera integrata ed inscindibile quindi certamente trattasi di opere in categoria OG11.
Categoria OG11: riguarda la fornitura, l’installazione, la gestione e la manutenzione di un insieme di impianti tecnologici tra loro coordinati ed interconnessi funzionalmente, non eseguibili separatamente, di cui alle categorie di opere specializzate individuate con l’acronimo OS3, OS28 e OS30.
Nel caso specifico l'impianto fotovoltaico non rientra nella categoria OG9 in quanto lo stesso non è autonomamente deputato alla produzione di energia elettrica ma funzionalmente integrato ad un sistema di riscaldamento e gestito dall'elettronica di controllo primariamente in funzione del sistema di riscaldamento stesso. Il caso oggetto di gara è quindi il tipico caso che la "ratio legis" ha individuato nella categoria OG11.
Il riepilogo è il seguente:
- Categoria OS30: Incidenza € 178.017,85 pari al 59.67%
- Categoria OS3:   Incidenza €  35.976,20 pari al 12,06%
- Categoria OS28: Incidenza  € 84.316,00 pari al 28,27%


Quesito 13) la scrivente intende partecipare alla gara mediante costituzione ATI con mandataria (microimpresa) e in possesso di certificato iso e mandante (microimpresa) senza certificato iso. E' possibile beneficiare della riduzione della polizza anche senza il possesso del certificato da parte della mandante essendo una microimpresa? Grazie
Risposta 13) Si conferma che, ai sensi dell'art. 93, comma 7, del D.lgs. 50/16, potete beneficiare della riduzione del 50% della polizza provvisoria.


Quesito 14) la presente per richiedere il seguente quesito: - essendo noi una Rete d'Impresa (con soggettività giuridica e organo comune) tutti i retisti che partecipano alla gara devono applicare la marca da bollo sul modello ScuolaArdigò_DICH o basta una marca da bollo apposta sulla dichiarazione della rete d'imprese?
Risposta 14)  Si precisa che è sufficiente una marca da bollo apposta sulla dichiarazione della rete d'impresa.


Quesito 15) Per un problema tecnico la nostra banca momentaneamente non riesce ad emettere le fideiussioni digitali chiediamo se sia possibile caricare in piattaforma la scansione della fideiussione cartacea (il cartaceo è firmato in modo autografo dal garante e da noi) firmata digitalmente solo da noi.
Risposta 15) E' ammessa la presentazione di scansione della fidejussione cartacea, ma firmata digitalmente dal garante.

Quesito 16)  Si prega specificare il numero di collettori solari termici per tipologia: star 19/49 con n° 21 tubi e star 19/33 con n° 14 tubi, che occorre fornire.
Risposta 16) Si specifica che i collettori previsti in progetto come si evince dalla tavola I01 sono:
- 3x 3 vie
- 6x 2 vie
più un collettore in centrale a 2 vie.

Quesito 17) Si richiede la pubblicazione degli elaborati mancanti: impiantistici, meccanici, speciali e idraulici.
Risposta 17) Si specifica che tutti gli elaborati, facenti parte del progetto esecutivo approvato, sono stati pubblicati.


Quesito 18) TIPO E N° DI PANNELLI (COLLETTORI) SOLARI TERMICI  - nel computo metrico sono indicate due tipologie di pannelli solari: star 19/49 con n° 21 tubi e star 19/33 con n° 14 tubi, nella tavola I01 relativa alla copertura (6a pagina dell'allegato), sul corpo di sinistra del complesso si rilevano n° 50, pannelli solari termici, ma sono disegnati tutti uguali, per cui non è dato di evincere quanti sono da 21 tubi e quanti da 14 tubi.
Risposta 18)  Nella tavola di copertura vi è un modello di collettore di minor potenza. I collettori sono 10 per tipo per un totale di 20 collettori.


Quesito 19) Con la presente siamo a chiedere se, partecipando in ATI, l’avvalimento potrà essere unico per l’ATI oppure dovranno essere 2 avvalimenti, uno per la mandataria e uno per la mandante
Risposta 19) Si specifica che il contratto di  avvalimento deve essere stipulato tra l'impresa ausiliaria e l'impresa che beneficia del requisito oggetto di avvalimento.


Quesito 20) In caso di ATI, per il sopralluogo serve la delega della ditta mandante ? In ogni caso, nell'attestazione di sopralluogo rilasciata, va specificato l'assetto ATI
Risposta 20) Si specifica che per il sopralluogo non serve la delega della ditta mandante e non va specificato l'assetto del RTI. Si precisa però che il termine per il sopralluogo è scaduto il 5/6/19.


Quesito 21) Con la presente per chiedere se il mancato possesso delle certificazioni UNI CEI EN 45000 e UNI CEI EN ISO/IEC 17000 sono causa di esclusione. Siamo impresa in possesso di attestazione SOA per le categorie richieste dal disciplinare di gara ed in possesso di Certificazioni ISO 9001, ISO 14001 ed OHSAS 18001.
Risposta 21) Si specifica che per la partecipazione alla gara occorre il possesso della certificazione UNI EN ISO 9000, secondo quanto stabilito al punto 5 pag. 8 del disciplinare di gara. Il riferimento a UNI CEI EN 45000 e UNI CEI EN ISO/IEC 17000 riguarda le norme europee ai sensi delle quali gli organismi che rilasciato le certificazioni devono essere accreditati.

 

Data creazione: 20 May 2019

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare