Pareri commissione paesaggio

Seduta del 11 febbraio 2020

Numero: 144/19
Data: 10/04/19
Richiedente: P. P.
Parere: La Commissione per il Paesaggio, visto l’aggiornamento …, preso atto della conformità urbanistico-edilizia dell’intervento a cura del SUE, … vista la relazione allegata agli elaborati di progetto, esprime parere favorevole a condizione che – per i profili paesistici – su prospetto est della nuova costruzione, risvoltino le fasce corrispondenti ai solai dei balconi, così da “ravvivare” l’estetica del fronte.

Numero: 382/19
Data: 09/10/19
Richiedente: IMMOBILIARE TOSCANA SRL
Parere: La Commissione per il Paesaggio, visto l’aggiornamento …, vista la relazione allegata agli elaborati di progetto, esprime parere favorevole a condizione che – per i profili dell’inserimento paesistico – la sommità del prospetto, su via Melette di Gallio, sia adeguatamente ultimata con una copertina di gronda e le finestre vengano corredate da cornici.
Fatta salva ogni valutazione di ammissibilità dell'intervento alle vigenti norme urbanistico-edilizie.

Numero: 412/19
Data: 30/10/19
Richiedente: F. B.
Parere: La Commissione per il Paesaggio, ai sensi dell’art. 7 c. 1 lett. d) del Regolamento Edilizio, visto il parere favorevole con prescrizioni, prot. n. 221145/19, della competente Soprintendenza e richiamato il proprio parere di compatibilità n. 257/19, altresì esaminato il computo metrico estimativo asseverato, prot. n. 26462/20 – in atti di questo Comune – ritiene congrua la correlata sanzione pecuniaria di cui all’art. 83 c. 1 L. R. n. 12/05, dovuta per i lavori già eseguiti, corrispondente all’80% del costo teorico di realizzazione delle opere, in alternativa alla rimissione in pristino dello stato originario.

Numero: 416/19
Data: 04/11/19
Richiedente: IMM. SANTINA SRL/F. A.
Parere: La Commissione per il Paesaggio, vista la richiesta di riesame …, richiamata la deliberazione GC n. 224/19, per quanto di competenza – considerata la preliminarietà della richiesta - ritiene di evidenziare che:
a) l’ipotesi di P.A. presenta un rapporto tra verde pubblico e privato troppo sbilanciato, sia in termini di percezione che qualitativi, a favore della parte privata;
b) con specifico riferimento al p.to a) l’assetto planivolumetrico delle costruzioni, pertanto, necessita di essere rivisitato dislocando le stesse più in prossimità della via Milazzo, anche secondo una differente connotazione del verde privato/pubblico che consenta di incrementare le aree vicine al canale Villoresi, valorizzare “la porta” di accesso al parco Villoresi-Grugnotorto, meglio qualificare la “piazza pedonale”/percorsi.
Ciò evidenziato la Commissione per il Paesaggio invita i progettisti a rivalutare la proposta di P.A. secondo una soluzione che – per i profili dell’inserimento paesistico – coniughi un equilibrato rapporto tra edificato e spazi aperti, le relazioni spaziali dei nuovi volumi, nell’ottica di una significativa qualità paesistica e fruitiva.

Numero: 471/19
Data: 16/12/19
Richiedente: V. S. A.
Parere: La Commissione per il Paesaggio, richiamato il precedente parere n. 109/18, esaminata la sensibilità del sito, l'incidenza del progetto e l'impatto paesistico, così come valutati dal progettista, ritenuto che:
-    la sensibilità del sito sia confermata e, dunque, considerabile con classe «5»;
-    l'incidenza del progetto sia confermata e, dunque, considerabile con grado «1»;
determinato, conseguentemente, il livello dell'impatto paesistico con indice «5»
vista la relazione allegata agli elaborati di progetto nonché l’aggiuntiva memoria prodotta in data odierna, esaminato lo stato dei luoghi, per la fattispecie, pressoché al limitare del Centro Storico, che nelle immediate adiacenze già evidenzia manti di copertura non in laterizio – a maggioranza dei presenti -  esprime parere favorevole.
Fatta salva ogni valutazione di ammissibilità dell'intervento alle vigenti norme urbanistico-edilizie.

Numero: 418/19
Data: 06/11/19
Richiedente: SELLADUESETTE SRL
Parere: La Commissione per il Paesaggio, visto l’aggiornamento …, vista la relazione allegata agli elaborati di progetto, esprime parere favorevole.
Fatta salva ogni valutazione di ammissibilità dell'intervento alle vigenti norme urbanistico-edilizie.

Numero: 463/19
Data: 10/12/19
Richiedente: FONDAZIONE DE PONTI / FC IMMOBILIARE SRL
Parere: La Commissione per il Paesaggio:
- esaminata la nuova, ulteriore, proposta di modificazione planivolumetrica del previgente P.I.I. approvato con deliberazione CC n. 62/15, qui pervenuta già compresa del concernente parere della Soprintendenza prot. n. 24538/19;
- osservato che ambedue i citati documenti, l’uno di ipotesi di variazione progettuale e l’altro, conseguentemente, di soppesazione della proposta in parola, sostanzialmente suddividono in due parti l’ambito interessato ovvero quella soggetta a tutela paesaggistica per gli effetti del D.M. 6 novembre 1965 e la restante parte del lotto;
- riscontrato che tale demarcazione “virtuale”, perlopiù attinente alla gestione amm.va, tuttavia non trova alcuna effettiva rispondenza territoriale nella realtà fisica del sito;
- rammentato che il Piano Paesistico Regionale qualifica unitariamente la località come “luogo dell’identità lombarda” ed altresì richiamati i principi generali dell’art. 2 della Convenzione europea per il Paesaggio (L n. 14/2006) che in tema di salvaguardia, gestione e pianificazione dei paesaggi egualmente accomuna - senza alcuna distinzione - sia i paesaggi che possono essere considerati eccezionali, che i paesaggi della vita quotidiana e i paesaggi degradati (come es. un sito produttivo abbandonato);
- preso atto delle rispettive obbligazioni tra le Parti e dei “diritti edificatori” precedentemente attribuiti al soggetto privato con la sopracitata deliberazione municipale (cfr. vigente convenzione urbanistica stipulata in data 22.11.2016);
- ritenuto che – per i profili dell’inserimento paesaggistico e adeguatamente rispettando lo scenario di grande importanza estetica delle magnifiche vedute prospettiche sulla Villa reale, dei grandiosi viali di accesso alla Villa stessa – ancorché con una giacitura, parallela e perpendicolare alla promenade di v.le Battisti, l’assetto planivolumetrico del P.I.I. debba, in particolare per le altezze (coerenti i riferimenti dimensionali del campanile del Santuario del Carmelo e della torre dell’acquedotto civico), risultare da un più equilibrato assemblaggio/composizione dei volumi e del numero dei piani delle prefigurate edificazioni [flebili i rimandi allo schema tipologico, seppur rielaborato, delle ville di delizia poiché, di fatto, frammentato in più corpi di fabbrica (connotati da una particolare “dinamicità” morfologica), comunque singoli, tenuti insieme dall’artificiosa aggiunta lungo i prospetti di quattro livelli di sovrastrutture “intelaiate”);
- valutati di interesse la conservazione, quale memoria, della storica ciminiera e invece, a proprio giudizio, moderatamente meno significativo l’integrale mantenimento del residuo muro in fregio alla via G. Donizetti (che in adiacenza alla ex Casa delle Aste genera un “angolo chiuso”, di limitata attrazione, nonché punto difficile anche in termini di sicurezza cittadina);
- considerata proficua la prevista predisposizione di una significativa massa arborea, coerentemente con i contenuti delle richiamate salvaguardie.
Tutto ciò premesso e considerato – dopo ampia ed approfondita discussione - la Commissione per il Paesaggio, per quanto di propria competenza – a maggioranza dei presenti - considerata la preliminarietà della richiesta, reputa di sollecitare i richiedenti ad un, differente, approfondimento progettuale che, eventualmente, rivalutando le precedenti soluzioni (cfr. pareri favorevoli nn. 189/19, 238/19), operi una accurata sintesi propositiva prevedendo un planivolumetrico di variazione al P.I.I., più coerente con le peculiarità che unitariamente caratterizzano positivamente la località, comunque nell'insieme proporzionato ed armonioso nella distribuzione/articolazione dei volumi e nell’approntamento delle superfici libere da edificazioni, ossequioso delle presenze degli immobili di valore culturale, rispettoso della memoria del trascorso manifatturiero del sito.
La Commissione per il Paesaggio apprezza convenientemente il fattivo apporto della competente Soprintendenza, sostanziale per addivenire ad una ipotesi condivisa di modificazione progettuale del P.I.I. e che contemperi le molteplici componenti ed adeguati contenuti per i profili paesaggistici. (SAR)

Numero: 027/20
Data: 03/02/20
Richiedente: IMM.RE RECOVA SRL
Parere: La Commissione per il Paesaggio, preso atto della conformità urbanistico-edilizia dell’intervento a cura del SUE, … esprime parere favorevole.






N.B. Il presente documento è privo di valore legale. Per le valutazioni in ordine alla sensibilità del sito ed all’incidenza del progetto relativamente all’“esame paesistico dei progetti” -  per brevità qui non trascritte - si rimanda al verbale della medesima seduta agli atti.


La Commissione per il Paesaggio, costituita a sensi dell’art. 148 del D. Lgs. 42/04 e dell’art. 81 della L. R. 11 marzo 2005 n. 12, nonché con riferimento alle DGR VIII/7977 e VIII/8139, è composta da soggetti aventi particolare e qualificata esperienza nella tutela del paesaggio.

I compiti della Commissione per il Paesaggio sono quelli indicati all’art. 14 del vigente Regolamento Edilizio comunale.

Ultimo aggiornamento: 12 February 2020
Data creazione: 10 June 2015

Pagine collegate

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Sportello Energia

Consulta il sito dedicato al Risparmio e all'Efficienza Energetica per aiutarti a ridurre i consumi di energia e a migliorare l'efficienza nella tua casa

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza

Cittadini, stakeholders e utenti dei servizi pubblici locali, possono inviare proposte e osservazioni per il miglioramento delle misure di prevenzione

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare