Eventi

Il mediterraneo ferito: viaggio nell'impero romano

mediterraneo ferito
02/03/2016 - 24/02/2016 - 10/02/2016 - 17/02/2016
Salva la data

Categoria

Arte, Tempo libero

Mercoledì 10, 17 e 24 febbraio e mercoledì 2 marzo

Serie di conferenze che illustrano la storia e l’archeologia di alcune province dell’Impero Romano che oggi corrispondono a Stati moderni minacciati o devastati da guerre e distruzioni. In questi incontri verranno illustrati i siti archeologici, le opere d’arte, i musei che oggi sono sotto attacco e che, purtroppo, hanno subito o rischiano di subire gravi danni. Conferenze di Maria Teresa Grassi, docente di archeologia dell'Università degli Studi di Milano.

Programma:

  • 10 febbraio: Tunisia
  • 17 febbraio: Libia
  • 24 febbraio: Siria
  • 2 marzo: Palmira

Gli incontri si terranno presso il Liceo Zucchi di Piazza Trento e Trieste 6.


Dove

  • Monza

Prezzi e Orari

Ingresso libero

Inizio incontri: ore 15.30


Organizzatore

Università Popolare di Monza


Destinatari

Altro

Informazioni

Università Popolare di Monza

039 321195       www.universitapopmonza.eu

Pagine collegate

Piano Neve

Ogni anno il Comune predispone un Piano per lo sgombero della neve dalle strade.

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Monza True emotion

Per valorizzare l’offerta turistica e commerciale in città

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare