Servizi

Accordo quadro con un unico operatore per l'affidamento del servizio di custodia, vigilanza e pulizia delle palestre scolastiche comunali annesse alle scuole elementari e medie di Monza in orario extra scolastico - codice CIG 5288068BC0

Scadenza: 18 September 2013 - 08:25

Sedute di gara: Presenza Criteri Ambientali minimi: Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 1675 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 3700 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 117 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 48 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 59 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Determina 1292 (formato PDF - 112 KB)
Icona documento 'Formato PDF' DUVRI (formato PDF - 737 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Dich. (formato PDF - 159 KB)
Icona documento 'Formato PDF' No Esclusione dich. (formato PDF - 106 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Art. 38 (formato PDF - 79 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Req. Tecn. (formato PDF - 60 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Gap (formato PDF - 61 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ATI (formato PDF - 58 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Prospetto Personale Aggiornato (formato PDF - 22 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Elenco Partecipanti (formato PDF - 12 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Aggiudicazione provvisoria (formato PDF - 53 KB)

CHIARIMENTI
1) Quesito
: Nel Vostro prestampato Mod. Reqtecn_Palestre 2013 viene chiesto di aver svolto con buon esito, nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando, servizi di custodia e vigilanza in strutture ecc. Non viene evidenziato il servizio di pulizia. Si chiede se possiamo correggere il modello inserendo anche il servizio di pulizia.
1) Risposta: Si conferma  il requisito di capacità tecnica richiesto dalla disciplina di gara ("esperienza in servizi di custodia e vigilanza ..") trattandosi di appalto avente quale prestazione prevalente il servizio di custodia e di vigilanza.

2) Quesito: Con riferimento alla presa visione degli immobili interessati dal servizio di custodia, vigilanza e pulizia oggetto della gara, si chiede se è possibile far effettuare il sopralluogo ad un parente del Legale Rappresentante, nonché socio della Cooperativa, ma non dipendente, munito di apposita procura notarile.
2) Risposta: Per gli adempimenti connessi al sopralluogo è necessario attenersi alle prescrizioni del disciplinare di gara (punto 8 pag. 5) ovvero "La presa visione potrà essere effettuata esclusivamente dai Legali Rappresentanti, dai  Direttori Tecnici o da un dipendente munito di apposita Procura Notarile".

3) Quesito: Si chiede di conoscere le ragioni giuridiche che giustificano la "specifica richiesta" di far effettuare il sopralluogo esclusivamente al Legale Rappresentante, al Direttore Tecnico (che potrebbe non essere presente in azienda) o da un  "DIPENDENTE" munito inoltre di apposita procura "notarile".
3) Risposta: In considerazione dell'importanza del sopralluogo quale elemento essenziale per la formulazione dell'offerta e in applicazione delle indicazioni date dall'AVCP che, con parere n. 2/2008 ha affermato la necessità che tale adempimento venga effettuato dal legale rappresentante o dal direttore tecnico o da soggetto munito di procura notarile, questa stazione appaltante ha adottato la prescrizione in  base alla quale i luoghi di esecuzione dell'appalto devono essere visionati da un soggetto particolarmente titolato sotto il profilo giuridico (procura o poteri di rappresentanza o direzione tecnica). Con l'entrata in vigore del DPR n. 207/2010, in applicazione dell'art. 106, comma 2, e in conformità ai contenuti del Bando Tipo elaborato dall'AVCP con determinazione n. 4/2012, è stato altresì previsto che la visita dei luoghi possa essere effettuata anche da dipendente delegato al fine di non depotenziare il coinvolgimento di ciascun concorrente nella valutazione della prestazione richiesta e della situazione dei luoghi (sopralluogo).

4) Quesito: Con l'entrata in vigore del DPR n. 207/2010, in applicazione dell'art. 106, comma 2, e in conformità ai contenuti del Bando Tipo elaborato dall'AVCP con determinazione n. 4/2012, è stato altresì previsto che la visita dei luoghi possa essere effettuata anche da dipendente delegato al fine di non depotenziare il coinvolgimento di ciascun concorrente nella valutazione della prestazione richiesta e della situazione dei luoghi (sopralluogo) conferma il nostro convincimento, in particolare: 1) non occorre procura notarile  bensì delega; 2) che nessuna norma prevede che "dipendente" debba essere un collaboratore legato alla società da rapporto di lavoro subordinato e non un soggetto che "dipendente" dalla società in funzione della delega da essa ricevuta.
4) Risposta: Le disposizioni dell'art. 106, c. 2, del D.P.R. n. 207/2010 e del bando tipo hanno previsto unicamente la possibilità di delega ad un dipendente, senza specificare le modalità di rilascio della delega, che questa stazione appaltante -sulla base delle motivazioni contenute nella risposta 3)  ha stabilito dovessero estrinsecarsi nella procura notarile.
Rispetto alla ulteriore doglianza, questa amministrazione ritiene che il   significato letterale di cui all'art. 106, c. 2, del D.P.R. n. 207/2010 sia esclusivamente quello riconducibile alla nozione civilistica di personale dipendente.
Alla luce di quanto sopra  illustrato e in ossequio al principio della parità di trattamento, si ritiene di confermare la legittimità della prescrizione della lex specialis (punto 8 pag. 5) e la sua rispondenza alle esigenze amministrative in quanto adottata sulla base della normativa in materia, delle indicazioni date dall'AVCP e nel rispetto dei principi della concorrenza e del favor partecipationis.

5) Quesito: Nel bando di gara a pag. 1 l'importo massimo spendibile è stimato in € 213.600,00; a pag. 2 è indicato l'importo massimo presunto degli oneri per la sicurezza, non soggetti a ribasso, stimato in € 2.133,00. Considerato che l'importo per il quale viene richiesta la cauzione provvisoria è di € 4.314,66 corrispondente al 2% dellimporto stimato complessivo dell'accordo (4.314,66 è il 2% di 215.733,00). Chiediamo conferma che come deducibile dall'importo richiesto per la polizza, la base d'asta è di € 215.733,00 comprensiva di oneri per la sicurezza di € 2.133,00?
5) Risposta: Come stabilito  dall'art. 3 del Capitolato, l'importo massimo spendibile è stimato in € 213.600,00  + IVA, esclusi gli oneri della sicurezza (non soggetti a ribasso) pari a € 2.133,00 + IVA 
L'importo a base d'asta soggetto a ribasso è pari a € 17,80.

6) Quesito: Si chiede di voler confermare che il sopralluogo, di cui al punto 8 di pag. 5 del disciplinare di gara, possa essere svolto da un dipendente dell'Impresa con la presentazione della semplice delega in luogo della procura notarile, considerato che le disposizioni del DPR 445/2000 permettono di ovviare all'atto notarile, alquanto gravoso ed eccessivo ai fini dello svolgimento del solo sopralluogo.
6) Risposta: Si conferma la prescrizione di gara (punto 8 pag. 5) che stabilisce che il dipendente delegato che effettua il sopralluogo sia munito di procura notarile. Sul punto si sottolinea che l'art. 106, c. 2, del D.P.R. n. 207/2010 e il bando tipo hanno previsto la possibilità di delega ad un dipendente, senza specificare le modalità di rilascio della delega, che questa stazione appaltante - tenuto conto dell'importanza del sopralluogo quale elemento essenziale per la formulazione  dell'offerta e in conformità alle indicazioni date dall'AVCP (parere n. 2/2008) - ha stabilito dovessero estrinsecarsi nella procura notarile. 

7) Quesito: Si chiede  di quantificare i costi delle spese di pubblicità dei bandi sostenuti dalla stazione Appaltante, i quali a norma dell'art. 34, comma 35° del Decreto -Legge 18/10/2012, n. 179, convertito in Legge 17/12/2012, n. 221 (cd."decreto Crescita-bis") entrato in vigore il 19/12/2012, ha introdotto la nuova disposizione secondo cui, a far data dal 1 gennaio 2013, il pagamento di dette spese è a carico dell'aggiudicatario; 
Se in caso di partecipazione in costituenda ATI sia sufficiente che una delle ditte abbia effettuato il sopralluogo.
7) Risposta: Si evidenzia che non sono previsti rimborsi alla stazione appaltante delle spese di pubblicazione del bando di gara sui quotidiani, poichè si tratta di servizio ricompreso nell'elenco di cui all'Allegato II B del D. Lgs. 163/06.
In caso di ATI il sopralluogo può essere effettuato  dalla mandante o dalla mandataria. 

8) Quesito : Nell'articolo 3 del capitolato si cita una somma di € 213.600 come "massima spendibile" per l'intera durata dell'accordo (esclusi oneri per la sicurezza) a fronte di un monte ore previsto di 7400 anno (cioè 14800 nel biennio). Questo porta ad un importo medio orario di € 14.43. Poco oltre si indica una base d'asta di € 17.80 ora. Si tratta di importi notevolmente diversi. Chiediamo cortesemente un chiarimento.Nell'articolo 7 del capitolato si cita la frequenza degli interventi. Con particolare riferimento alla pulizia tribune, scale d'accesso, corrimani e servizi igienici spettatori si riporta una frequenza settimanale. visto che in sede di sopralluogo ci è stato comunicato che si tengono incontri dei vari campionati sia al sabato che alla domenica e quindi è quantomeno opportuno un ulteriore intervento come dobbiamo interpretare queste indicazioni?
8) Risposta : Si precisa che l’inizio del servizio avverrà al termine dell’espletamento della gara, a stagione sportiva avviata. Pertanto nella stagione sportiva 2013/2014 le ore annue complessive saranno inferiori a quelle indicate nel bando. Si conferma quindi il costo orario a  base d’asta  di  € 17,80; viene confermato l’intervento settimanale delle tribune, delle scale di accesso e dei corrimani anche in presenza nella stessa giornata di varie partite di campionato. Giornalmente comunque deve essere garantita l’asportazione di ogni rifiuto da ogni ambiente (quindi compresa la tribuna) e il lavaggio e disinfestazione dei gabinetti e apparecchi igienico sanitari compresi quelli degli spettatori laddove esistono e vengono utilizzati.

9) Quesito : Si chiede il nome della ditta che attualmente svolge il servizio, il numero dei dipendenti attualmente in forza nonchè il relativo monte ore settimanale e livello di inquadramento. Tanto si chiede essendo tenuti, in caso di aggiudicazione, al rispetto dell'art. 4 del CCNL; se, rispetto all'appalto cessante, vi siano modificazioni di termini, modalità e prestazioni contrattuali, in caso affermativo si chiede l'invio del capitolato d'appalto di cui al precedente appalto.
9) Risposta : La ditta attualmente incaricata a svolgere il servizio fino a nuovo affidamento è la Coop. Sociale CS & L di Cavenago Brianza. L’art. 13 del capitolato riporta il numero di dipendenti, nonché il monte settimanale e livello di inquadramento riferito al personale incaricato del servizio nella stagione sportiva 2012/2013. Per la stagione sportiva che sta per avviarsi si è verificata una diminuzione del numero di palestre gestite direttamente e pertanto viene riportato qui di seguito il prospetto del personale impiegato così aggiornato: vedi in allegati il file Prospetto Personale Aggiornato. Le modificazioni apportate rispetto al servizio effettuato nella precedente stagione sportiva riguardano unicamente il numero di palestre e il monte ore settimanale di ognuna, che solitamente varia di anno in anno in base alla richiesta delle società sportive e i cui effetti si esplicano per la stagione sportiva che sta per avviarsi nella tabella del personale aggiornata rispetto a quella riportata nel capitolato (art. 13).

10) Quesito: Fermo restando il monte ore settimanale di 7.400 ore anno: 1) non risulta equo l'importo totale per l'accordo pari ad € 213.600,00 con base d'asta € 17,60 ora; 2) il monte ore settimanale attuale comunicato dall'impresa, 304, moltiplicate per le 37 settimane come richiesto in capitolato, non corrispondono alle ore date nello stesso.
10) Risposta: si precisa quanto segue: 1) l’inizio del servizio avverrà al termine dell’espletamento della gara, a stagione sportiva avviata. Pertanto nella stagione sportiva 2013/2014 le ore annue complessive saranno inferiori a quelle presuntive indicate nel capitolato. Si conferma il costo orario a  base d’asta  di  € 17,80; 2) Le ore riportate nei prospetti presenti nel capitolato e l’elenco dei luoghi ove svolgere il servizio, trattandosi di accordo quadro, rappresentano solo dati presunti e non effettivi del servizio.  Il prospetto di cui all’art. 5 del capitolato riporta infatti le “ore presuntive” da dedicare alle varie mansioni e la suddivisione per tipologia di servizio ma sarà poi il contratto applicativo ad indicare l’entità effettiva delle prestazioni e/ore da eseguire come specificato nel bando di gara. Mentre il prospetto relativo al personale impiegato (di cui una versione aggiornata è stata pubblicata sul sito internet comunale) deve fornire solo indicazioni ai fini dell'applicazione delle disposizioni contenute nell'art.13 del capitolato d'appalto. E' previsto, pertanto, che il concorrente dovrà formulare la propria offerta con riferimento al costo orario a base d’asta di € 17,80 e non rispetto all'importo massimo spendibile preventivato dall'Amministrazione per l'Accordo Quadro (€ 213.600,00).

Data creazione: 14 August 2013

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare