Servizi

SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO ALCUNI STABILI COMUNALI 2 LOTTI PERIODO: 60 MESI DALL'AGGIUDICAZIONE - D.LGS. 163/2006

Scadenza: 13 September 2011 - 00:00

Sedute di gara: Presenza Criteri Ambientali minimi: Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 120 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 242 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 279 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Patto integrità (formato PDF - 46 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 29 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda T lotto 1 (formato PDF - 47 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda T lotto 2 (formato PDF - 47 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 2 (formato PDF - 136 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 3 (formato PDF - 130 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 4 (formato PDF - 108 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 5 (formato PDF - 137 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 6 (formato PDF - 59 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 7 (formato PDF - 114 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 8 (formato PDF - 57 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 9 (formato PDF - 137 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato 10 - avvalimento (formato PDF - 62 KB)
Icona documento 'Formato PDF' allegato A (lotti, mq., ore servizio, ecc.) (formato PDF - 11 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Duvri (formato PDF - 211 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda D - macchinari (formato PDF - 46 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda E - monte ore (formato PDF - 41 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda F - sostituzione personale (formato PDF - 42 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda G - formazione (formato PDF - 31 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda H - autocontrollo (formato PDF - 37 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda I - sicurezza (formato PDF - 37 KB)
Icona documento 'Formato PDF' scheda L - prodotti (formato PDF - 22 KB)
Icona documento 'Formato PDF' tabella costo lavoro (formato PDF - 70 KB)
Icona documento 'Formato PDF' ordinanza rifiuti (formato PDF - 59 KB)
Icona documento 'Formato PDF' calendario sopralluoghi (formato PDF - 24 KB)
Icona documento 'Formato PDF' numero addetti, livelli e monte ore settimanali (formato PDF - 6 KB)
Icona documento 'Formato PDF' prospetto ditte uscenti, prezzi (formato PDF - 9 KB)

1) QUESITO: REQUISITO RICHIESTO AL PUNTO 1.2 LETTERA a) DEL DISCIPLINARE -  FASCIA DI CLASSIFICAZIONE: si chiede se il requisito di cui al punto 1.2 lettera a) del Disciplinare di gara, relativo alla “fascia di classificazione” per le Imprese di pulizia di cui al DM 274/1997, debba essere posseduto e dimostrato dal solo Consorzio stabile o anche dalla Consociata indicata quale esecutrice del servizio.

1) RISPOSTA: La sussistenza in capo ai Consorzi stabili dei requisiti richiesti nel bando di gara è valutata a seguito della verifica della effettiva esistenza dei predetti requisiti in capo ai singoli consorziati. Per la partecipazione del consorzio alla gara, i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi posseduti dai singoli consorziati relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d'opera, nonché all'organico medio annuo sono sommati; i restanti requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi sono sommati con riferimento ai soli consorziati esecutori. (articolo 277 del DPR n. 207/2010)"


2) QUESITO: Si chiedono:
a) i nominativi delle Imprese attualmente affidatarie del servizio di pulizia presso i vari stabili
b) l’attuale organico dei dipendenti
c) il CCNL applicato
d) la qualifica e il monte ore settimanale svolto dal personale attualmente impiegato
e) si chiede se rispetto all’attuale appalto vi siano modifiche nei termini, modalità e prestazioni

2) RISPOSTA:
a) I nominativi delle imprese attualmente affidatarie del servizio e il canone attualmente riconosciuto sono riportati in apposito prospetto pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Prospetto ditte uscenti”;
b) l’organico attuale dei dipendenti è riportato in apposito prospetto pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Numero addetti, Livelli e Monte ore settimanali”;
c) Il contratto attualmente applicato è quello delle Imprese di pulizia;
d) la qualifica e il monte ore settimanale svolto sono riportati nel medesimo prospetto del punto b);
e) non sono state apportate sostanziali modifiche al Capitolato di appalto attualmente in vigore; rispetto al precedente appalto si segnala una riduzione della superficie dello stabile di Via Annoni, 14

 


3) QUESITO: REQUISITI RICHIESTI AL PUNTO 1.2 LETTERE v) E y) DEL DISCIPLINARE -  VOLUME D’AFFARI E CONTRATTI ESEGUITI: si chiede come mai vengano richiesti al fine della partecipazione alla gara il requisito inerente il volume di affari del triennio (media) ed anche l’ammontare dei contratti eseguiti per servizi analoghi e quale sia l’ammontare del volume di affari cui fare riferimento per la partecipazione ai Lotti 1 e 2;

3) RISPOSTA: Trattasi di due requisiti distinti, previsti rispettivamente dall’articolo 41 comma 1 lettera c) e dall’articolo 42 comma 1 lettera a) del D.Lgs. 163/2006, che vanno dichiarati ai sensi e con le modalità previste dall’art. 38 del DPR 445/2000, e successivamente dimostrabili con idonea documentazione all’atto dell’aggiudicazione del servizio o qualora la Ditta fosse sorteggiata per il controllo di cui all’art. 48 del DPR 163/2006.
Pertanto, per poter partecipare alla gara per i Lotti 1 e 2, la ditta dovrà possedere, tra gli altri, entrambi i requisiti richiesti e dettagliati al punto 1.2 lettere v) e y) del disciplinare. 


4) QUESITO: Si chiedono i nominativi delle Imprese attualmente affidatarie del servizio di pulizia presso i vari stabili;

4) RISPOSTA: I nominativi delle imprese attualmente affidatarie del servizio sono riportati in apposito prospetto pubblicato sul sito internet della stazione appaltante insieme agli altri documenti di gara e denominato “Prospetto ditte uscenti”;

5) QUESITO: REQUISITO RICHIESTO AL PUNTO 1.2 LETTERA y) DEL DISCIPLINARE -  CONTRATTI ESEGUITI: Si chiede cosa si intenda per “servizi analoghi” relativamente al requisito richiesto, indicati quali “servizi civili con esclusione di quelli industriali”. In particolare si chiede di precisare se possano essere ritenuti “servizi analoghi” di tipo civile e non industriale i lavori di pulizia del materiale rotabile ferroviario ed attività di mantenimento del decoro di stabili ed aree aperte al pubblico ubicati in stazioni, impianti, uffici ecc.

5) RISPOSTA: L’oggetto dell’appalto riguarda il servizio di puliza svolto all’interno di stabili adibiti a sedi di Uffici comunali e Centri Socio Educativi. Pertanto si intendono quali servizi analoghi quelli relativi all’ordinaria pulizia di Uffici (sia pubblici che privati), scuole, biblioteche ecc. In particolare non rientrano nei “servizi analoghi” rispetto all’oggetto del presente appalto l’ordinaria manutenzione e la pulizia del materiale rotabile ferroviario, così come delle aree aperte (quali aree mercatali, stazioni ferroviarie ecc.), in quanto afferenti ad altra tipologia di organizzazione di servizio. Possono essere quindi considerati quali “servizi analoghi”, rispetto al presente appalto, quelli di pulizia dei soli Uffici o simili presenti nelle Stazioni Ferroviarie. 

 6) QUESITO: PARTECIPAZIONE IN A.T.I.: Si chiede come debbano essere suddivisi i requisiti tra le Imprese costituenti l’ATI. 

6) RISPOSTA: Come riportato nel Disciplinare di gara, al punto 3., nel caso di partecipazione in ATI, i requisiti richiesti al punto 1.2 lettere v) e y) devono essere posseduti “in misura non inferiore al 40% da parte dell’impresa capogruppo e non inferiore al 20% da parte di ciascuna delle mandanti e sempre comunque in misura tale da coprire il 100% del predetto requisito. La percentuale dei predetti requisiti dovrà essere, pena esclusione, pari o superiore rispetto a quella che, in sede di offerta, verrà indicata quale parte del servizio che effettivamente ogni singola impresa intende svolgere. Ogni impresa riunita non può dichiarare, pena esclusione, di aver intenzione di eseguire una percentuale di servizio maggiore rispetto a quella a cui si riferiscono i requisiti indicati in sede di candidatura (es. se ha autocertificato requisiti per il 30% del servizio, nell’offerta può dichiarare di aver intenzione di eseguirne il 30% o il 25%, ma non il 31%).
Si precisa che i requisiti di cui alle lettere v) e y) devono necessariamente essere intestati alla singola impresa che lo abbia fornito oppure anche ad A.T.I. con l’indicazione, in questo caso, della parte di servizio effettivamente prestato da ogni singola dichiarante in proporzione alla quale verrà considerato il medesimo requisito ai fini della determinazione delle capacità economico – finanziaria e tecnica di cui ai precedenti punti v) e y) del presente disciplinare. Non è ammessa l’A.T.I. tra due o più consorzi di imprese, né l’associazione in partecipazione”.

7) QUESITO: PARTECIPAZIONE IN CONSORZIO: Si chiede se i requisiti debbano essere posseduti dal Consorzio e/o anche dalla consorziata esecutrice del servizio e se sì in quale misura. 

7) RISPOSTA: Nel caso di partecipazione alla gara di un CONSORZIO STABILE,  si rimanda a quanto già indicato nella risposta al quesito n. 1 pubblicato sul sito internet. Nel caso di partecipazione alla gara di un CONSORZIO DI IMPRESE, si riporta quanto disposto dal Disciplinare di gara, al punto n. 3, ovvero che i requisiti previsti al punto 1.2 lettere v) e y) devono essere posseduti , “ in misura non inferiore al 40% da parte di una consorziata esecutrice e non inferiore al 20% da parte di ciascuna delle altre consorziate esecutrici e sempre comunque in misura tale da coprire il 100% del predetto requisito. La percentuale dei predetti requisiti dovrà essere, pena esclusione, pari o superiore rispetto a quella che, in sede di offerta, verrà indicata quale parte del servizio che effettivamente ogni singola impresa intende svolgere. Ogni impresa esecutrice non può dichiarare, pena esclusione, di aver intenzione di eseguire una percentuale di servizio maggiore rispetto a quella a cui si riferiscono i requisiti indicati in sede di candidatura (es.: se ha autocertificato requisiti per il 30% del servizio, nell’offerta può dichiarare di aver intenzione di eseguirne il 30% o il 25%, ma non il 31%).
Si precisa che i requisiti di cui alle lettere v) e y) devono necessariamente essere intestati alla singola impresa che lo abbia fornito oppure anche a consorzi di imprese con l’indicazione, in questo caso, della parte di servizio effettivamente prestato da ogni singola dichiarante in proporzione alla quale verrà considerato il medesimo requisito ai fini della determinazione delle capacità economico – finanziaria e tecnica di cui ai precedenti punti v) e y) del presente disciplinare.”
Per quanto riguarda infine i CONSORZI DI COOPERATIVE EX D. LGS C.P.S. N. 1577/47, i CONSORZI DI COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO EX l. N. 422/1909 e i CONSORZI TRA IMPRESE ARTIGIANE EX l. N. 443/85 CHE PARTECIPANO SINGOLARMENTE ALLA GARA si rimanda al punto 2 del disciplinare di gara.


8) QUESITO: REQUISITO RICHIESTO AL PUNTO 1.2 LETTERA y) DEL DISCIPLINARE -  CONTRATTI ESEGUITI: Si chiede se possano essere ritenuti “servizi analoghi” a quello della presente gara i servizi resi presso Aziende Ospedaliere.

8) RISPOSTA: L’oggetto dell’appalto riguarda il servizio di puliza svolto all’interno di stabili adibiti a sedi di Uffici comunali e Centri Socio Educativi. Pertanto si intendono quali servizi analoghi quelli relativi alla ordinaria pulizia di Uffici ( sia pubblici che privati), scuole, biblioteche ecc.
Possono essere quindi considerati quali “servizi analoghi”, rispetto al presente appalto, quelli relativi ai servizi di pulizia svolti presso i soli Uffici o simili.

 

9) QUESITO: REQUISITI RICHIESTI AL PUNTO 1.2 LETTERE v) e y) DEL DISCIPLINARE -  FATTURATO E CONTRATTI ESEGUITI: Si chiede se per il possesso dei requisiti di “fatturato” e di contratti eseguiti per “servizi analoghi” siano rilevanti solo appalti eseguiti per Enti pubblici o anche servizi svolti per privati.

9) RISPOSTA: Ai fini del possesso dei requisiti richiesti al punto 1.2 lettere v) e y) del disciplinare sono rilevanti sia gli appalti eseguiti per Enti pubblici sia quelli svolti per privati.  

10) QUESITO: PRESTAZIONE CAUZIONE PROVVISORIA – PUNTO 1.1. DISCIPLINARE: Si chiede se per la partecipazione ad entrambi i Lotti debbano essere presentate 2 diverse cauzioni, una per ciascun Lotto e per il rispettivo importo, o se si possa presentare un'unica cauzione cumulativa degli importi stabiliti per i 2 Lotti.   

10) RISPOSTA: Al fine della partecipazione alla gara per entrambi i Lotti, le Aziende concorrenti possono presentare due distinte cauzioni provvisorie per i rispettivi importi, così come indicato al punto 1.1. del Disciplinare di gara, oppure possono presentare un unico documento per l’importo complessivo delle cauzioni previste per il Lotto 1 e il Lotto 2. Restano invariate le prescrizioni previste dal Disciplinare al punto 1.1 riguardanti la forma e i contenuti dei documenti presentati quali cauzioni provvisorie.
  
 11) QUESITO: IMBUSTAMENTO DOCUMENTI DI GARA- PUNTO 5.1. DISCIPLINARE: Si chiede se per la partecipazione ad entrambi i Lotti debba essere presentato un unico plico o plichi distinti per Lotto.
 
11) RISPOSTA: Al fine della partecipazione alla gara per uno o entrambi i Lotti, le Aziende concorrenti devono presentare un unico plico esterno  recante, a pena esclusione, l’indirizzo dell’Amministrazione Comunale, l’oggetto della gara, i Lotti di partecipazione, il giorno e l’ora in cui verrà esperita ed il nominativo dell’impresa mittente e contenente:
-  BUSTA INTERNA A: riportante il nominativo della ditta mittente, l’oggetto della gara e contenente la documentazione amministrativa;
- BUSTA  INTERNA B: riportante il nominativo della ditta mittente, l’oggetto della gara e contenente il Progetto Tecnico (schede). Le schede sono già predisposte per i Lotti 1 e 2; pertanto per le Ditte che intendono partecipare a entrambi i Lotti dovranno compilare sia la parte relativa al Lotto n. 1 che quella relativa al Lotto n. 2. Alcune schede sono uniche per entrambi i Lotti. Le Ditte che intendono partecipare ad un solo Lotto, compileranno quelle del solo Lotto prescelto;
- BUSTA INTERNA C: riportante il nominativo della ditta mittente, l’oggetto della gara e contenente l’offerta economica. Analogamente a quanto riportato per la busta interna B, i documenti di gara sono già predisposti per la compilazione dell’offerta sia del Lotto n.1 che del Lotto n. 2. Pertanto dovrà essere compilata la parte che riguarda la partecipazione al/ai Lotto/i prescelto/i. Si ricorda che al modello dell’Offerta economica dovrà essere allegata la /le scheda/e T del lotto/i prescelto/i.

12) QUESITO: PRESTAZIONE CAUZIONE PROVVISORIA – PUNTO 1.1. DISCIPLINARE: Si chiede se per la partecipazione ad entrambi i Lotti debbano essere presentate 2 diverse cauzioni.

12) RISPOSTA: si rimanda a quanto già pubblicato per il quesito n. 10.

13) QUESITO: PUNTO 1.2 lettera w) DISCIPLINARE DI GARA: presentazione di n. 2 referenze bancarie: Si chiede se le due referenze bancarie richieste debbano essere presentate da due Istituti bancari con riferimento ad entrambi i Lotti o se debbano essere presentate singolarmente per Lotto.

13) RISPOSTA:  Dovranno essere presentate almeno n. 2 referenze bancarie, rilasciate da diversi Istituti/Intermediari, che facciano esplicitamente riferimento, pena esclusione, all’oggetto della presente gara, nonché al relativo importo. Nel caso di Raggruppamento Temporaneo d’Impresa/o consorzi ai sensi degli articoli 2602 e 2612 del Codice Civile, le dichiarazioni devono essere presentate da ciascuna impresa esecutrice con riferimento alla parte proporzionale dell’importo base complessivo per il quale ciascuna impresa si intende impegnare;


14) QUESITO: PUNTO 1.2 lettera w) DISCIPLINARE DI GARA: Si chiede se le referenze bancarie richieste debbano essere presentate anche dall’Impresa Ausiliaria.

14) RISPOSTA: AVVALIMENTO: L’Istituto dell’avvalimento e la documentazione da fornire ai fini della partecipazione alla gara è dettagliato nella sezione “AVVALIMENTO” del Disciplinare. In caso di Avvalimento dovrà essere compilato il modello Allegato 10 con le dichiarazioni in esso contenute.

15) QUESITO: PATTO DI INTEGRITA’: PUNTO 1.4 DISCIPLINARE : Si chiede se il Modulo del Patto di Integrità debba essere presentato anche dall’Impresa Ausiliaria.

15) RISPOSTA: Si rimanda a quanto già esposto nella risposta al quesito n. 14.

16) QUESITO: AVVALIMENTO Si chiede se per la partecipazione alla gara con l’Istituto dell’avvalimento si debbano presentare altre dichiarazioni oltre a quelle indicate nell’art. 49 del D.Lgs. n. 163/2006.

16) RISPOSTA: Si rimanda a quanto già esposto nella risposta al quesito n. 14.


17) QUESITO: PROGETTO TECNICO – SCHEDA “E” – MONTE ORE: Si chiede se nella scheda “E” – riquadro “ore straordinarie” si debba riportare il totale delle ore destinate al servizio di carattere non giornaliero (ricomprendendo quindi i servizi previsti con periodicità mensile, trimestrale ecc.) o se debbano essere riportate le ore previste per gli interventi “straordinari”, quali quelli “… in seguito ad imbiancature, interventi di manutenzione, ecc.” (art. 5 del Capitolato di appalto).

17) RISPOSTA: nella compilazione della scheda “E” riquadro “interventi straordinari” vanno indicate le ore offerte per interventi non previsti o prevedibili e non riportati nell’elenco delle prestazioni obbligatorie, da eseguire con frequenza sia quotidiana che periodica. Si intendono quindi le ore che esulano dall’esecuzione dell’ordinario servizio (sia quotidiano che mensile, trimestrale ecc.). Possono essere ricomprese negli interventi “straordinari”, quindi non prevedibili, le prestazioni che potranno essere richieste in seguito a lavori di imbiancatura, muratura, ecc. (art. 5 del Capitolato).
In effetti si riscontra un refuso nella definizione di queste ore contenuto nei criteri di valutazione del Progetto Tecnico  (punto 1.b lettera b) indicati nel disciplinare dove vengono definiti “interventi periodici” quegli interventi non prevedibili e quindi “straordinari”, come correttamente riportato nella scheda “E” del Progetto Tecnico.

18) QUESITO: SCHEDA “F” PROGETTO TECNICO: si chiede se il computo delle “ore effettive” (colonna 2) debba corrispondere alla percentuale indicata sulla scheda (75,72%) o possa essere indicata la percentuale relativa al reale tasso di assenteismo aziendale.

 18) RISPOSTA: La scheda “F” relativa al piano di sostituzione del personale è stata preimpostata sulla base delle indicazioni teoriche riportate nel prospetto pubblicato periodicamente sulla GURI dal Ministero del Lavoro, con l’indicazione del costo del lavoro per le Imprese di pulizia. Pertanto nella compilazione della tabella di cui alla scheda “F”  - colonna 2 - dovrà essere rispettata la percentuale indicata del 75,72% di ore effettivamente lavorate, determinata dal rapporto tra ore annue teoriche (2088) e ore annue mediamente lavorate (1581).

19) QUESITO: CONSORZIO STABILE – Si chiede se un Consorzio stabile possa partecipare direttamente alla gara (senza indicare alcuna consociata esecutrice) ed assumere, in caso di aggiudicazione, direttamente il servizio.

19) RISPOSTA: Si, purché in possesso dei requisiti richiesti dalla lex specialis. In caso di ricorso a consorziata/e esecutrice/i si rimanda all’articolo 277 del DPR n. 207/2010 ed alla risposta al quesito n.1 pubblicata sul sito internet.

 

20) QUESITO: PUNTO 1.2 lettera w) DISCIPLINARE: Dichiarazioni Istituti di credito – Si chiede se possano essere accettate le dichiarazioni/referenze bancarie richieste alla lettera w) del Punto 1.2. del Disciplinare di gara, mancanti dell’indicazione dell’importo del/i Lotto/i di partecipazione, in quanto, per il rilascio di tali attestazioni, viene richiesta l’apertura di una linea di credito  dedicata.

20) RISPOSTA: La prescrizione riportata al Punto 1.2 lettera w) del Disciplinare prevede, ai fini dell’ammissione alla gara, che l’Impresa concorrente fornisca “l’indicazione di almeno due istituti di credito/intermediari autorizzati ai sensi del Dlgs n. 385/1993, che attestino l’idoneità finanziaria ed economica dell’impresa al fine dell’assunzione del servizio in questione. A pena esclusione dovranno essere allegate le dichiarazioni dei soggetti sopra indicati che dovranno fare esplicitamente riferimento, pena esclusione, all’oggetto della presente gara, nonché al relativo importo”. Pertanto non potranno essere accettate dichiarazioni degli Istituti di Credito mancanti di tutti i dati richiesti dal Disciplinare.

21) QUESITO: DISCIPLINARE PUNTO 4.5: ANOMALIA DELL’OFFERTA: Si chiede se , ai fini della verifica dell’anomalia dell’offerta ai sensi dell’art. 87, comma 4, del Dlgs n. 163/2006, gli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso vadano considerati nella percentuale dell’1,50% sull’ importo presunto del servizio, o se vada considerata la percentuale dell’1% come riportato all’art. 4 del Capitolato d’appalto.

21) RISPOSTA: Gli oneri per la sicurezza, non soggetti a ribasso, sono definiti all’art. 4 del Capitolato di appalto, nella misura dell’1% e precisamente: Lotto n. 1 – Oneri per la sicurezza o.s.  €. 4.700,00; Lotto n. 2 - Oneri per la sicurezza o.s.  €. 4.400,00, come riportato nella tabella H delle  Schede T1 eT2, che devono essere allegate all’offerta.

22) QUESITO: MODELLO ALLEGATO 5: Si chiede se nella compilazione del modello allegato 5, lettera z-quater), nel caso di NON autorizzazione all’accesso delle parti relative all’offerta tecnica, le stesse debbano essere espressamente indicate nel predetto modello o nell’offerta tecnica.

22) RISPOSTA: Nel modello di partecipazione deve essere solo selezionata l’opzione di non autorizzare l’accesso all’offerta tecnica o a parti di essa, evidenziando poi le stesse all’interno dell’offerta medesima.


23) QUESITO: SCHEDA G – PIANO DI FORMAZIONE DEL PERSONALE: Si chiede di sapere quali ore devono essere indicate nella scheda G – Piano di formazione del personale.

23) RISPOSTA: Nella scheda G – Piano di formazione del personale vanno indicate le ore di formazione annue.

24) QUESITO: SCHEDA “E” – MONTE ORE ANNUE: Si chiede se nella prima parte della scheda “E” debba essere indicato il monte ore offerto per l’esecuzione del servizio di pulizia sia a carattere giornaliero che a carattere periodico, così come prescritto dal Capitolato Speciale agli articoli 5.1 e 5.2; si chiede inoltre se nella seconda parte della scheda “E” debba essere indicato il monte ore annuo offerto per gli interventi NON previsti o non prevedibili, monte ore garantito dal concorrente a fronte di eventi straordinari, senza oneri aggiuntivi.

24) RISPOSTA : SI’, nella prima parte della scheda, (punteggio attribuito max 30 punti), dovrà essere riportato il monte ore offerto, su base annua, necessario allo svolgimento dell’intero servizio, a norma di Capitolato; nella seconda parte della scheda “E”, (punteggio attribuito max 4 punti), dovrà essere riportato il monte ore, su base annua, offerto per interventi a carattere straordinario, non previsti o prevedibili, così come indicato al quesito n. 17.

25) QUESITO: SCHEDA T1 e T2: Scomposizione del prezzo. Si chiedono chiarimenti per la compilazione della tabella A della scheda T, (scomposizione dei costi di personale) relativamente ai riquadri “Totale ore ordinarie “ e “Totale ore straordinarie”.

25) RISPOSTA: La tabella “A” delle schede T (1 e 2), deve essere coerente con il monte ore offerto nella scheda tecnica “E”, suddivisa nelle due componenti: ore ordinarie (tutte le ore offerte per l’esecuzione del servizio, giornaliere e periodiche)  e ore straordinarie (ore offerte per interventi non previsti o prevedibili). Poiché nella scheda “E” il  monte ore offerto per le due componenti è da esprimere su base annua, nella scheda T dovrà essere riportato il monte ore offerto per l’intera durata dell’appalto (5 anni).

26) QUESITO: VERIFICA DI CONGRUITA’ – costo del personale – Si chiede se ai fini della verifica di congruità sarà oggetto di valutazione il totale delle ore offerte dal concorrente nella scheda “E” – voce servizio giornaliero/ordinario mentre non sarà oggetto di verifica il monte ore offerto come “interventi straordinari”.

26) RISPOSTA:   VERIFICA DI CONGRUITA’ – costo del personale – Ai fini della valutazione di congruità del costo del personale, verrà considerato l’intero monte ore riportato nella scheda T, relativo al costo complessivo determinato dalle due componenti della Scheda (servizio ordinario e straordinario). Ai fini della valutazione di conguità di tali costi, per il monte/ore del servizio “ordinario” (giornaliero e periodico) verranno considerati i minimi tabellari previsti per i livelli indicati dall’offerente, mentre per il monte ore degli interventi “straordinari” verrà considerato il minimo tabellare previsto per gli operai di 2^ livello, considerato che tali ore saranno per lo più dedicate ad interventi generici.  
 

27) QUESITO: MODELLO ALLEGATO 5 – PUNTO 1.11: dichiarazione dei “dati anagrafici e di residenza dei soggetti muniti di potere di rappresentanza cessati nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando………”. Si chiede se trattasi di refuso, vista la modifica apportata all’articolo 38 dalla Legge 106/2011, che riduce il periodo all’anno antecedente la data di pubblicazione del Bando.


 27) RISPOSTA: MODELLO ALLEGATO 5 – PUNTO 1.11. Trattasi effettivamente di refuso, come conferma la dichiarazione che l’impresa dovrà rendere al punto d) dello stesso modello, che riporta l’esatto termine temporale di un anno. Pertanto al punto 1.11. del modello allegato 5) la parola “triennio” si intende sostituita con la parola “anno”. Quanto sopra vale anche con riferimento al Punto 1.11 dei Modelli 2, 3, 4, 5, 7 e 9.

 


28) QUESITO: DICHIARAZIONE PUNTO 1.2 lettera d) : si chiede se la dichiarazione di cui al punto 1.2 lettera d) debba essere necessariamente resa direttamente dai soggetti cessati dalla carica nell’ultimo anno o se possa essere resa dall’attuale Legale rappresentante dell’Azienda.

28) RISPOSTA: DICHIARAZIONE PUNTO 1.2 lettera d): Ai sensi della determinazione AVCP n. 1/2010 può ritenersi ammissibile, con riguardo ai soggetti cessati dalla carica, che il legale rappresentante/persona munita di idonei poteri, produca dichiarazione sostitutiva ex DPR n. 445/2000 "per quanto a propria conoscenza", specificando le circostanze che rendono impossibile (es. decesso) o eccessivamente onerosa (irreperibilità o rifiuto immotivato) la produzione della dichiarazione da parte dei soggetti interessati.

29) QUESITO: SCHEDA T1 e T2: Scomposizione del prezzo. Si chiedono chiarimenti per la compilazione della tabella A della scheda T, (scomposizione dei costi di personale) relativamente ai riquadri “Totale ore ordinarie “ e “Totale ore straordinarie”. Coerenza con il monte ore inserito nella scheda “E”(ore annue).

29) RISPOSTA: SCHEDA T1 e T2: Le schede T1 e T2 sono la scomposizione del costo totale dell’appalto. Pertanto il monte ore da indicare nella Tabella A deve essere coerente con quanto riportato nella scheda “E”, ovviamente moltiplicato per i 5 anni di servizio. Si veda risposta al quesito n. 25, pubblicato sul sito della S.A.

30) QUESITO: SCHEDA T1 e T2: Si chiede se le percentuali da inserire nella colonna “% di distribuzione dei costi sul prezzo proposto” siano da riferirsi al “prezzo offerto” Tabella “G” oppure al totale dell’offerta Tabella (G + H)

30) RISPOSTA: SCHEDA T1 e T2: Le percentuali dovranno essere riferite al Prezzo offerto, al netto degli oneri di sicurezza. Pertanto il dato di riferimento dovrà essere quello inserito nella tabella G.

 31) QUESITO: PUNTO 1.2 lettera w) DISCIPLINARE DI GARA: presentazione di n. 2 referenze bancarie: Si chiede se, in caso di partecipazione alla gara di un Consorzio Stabile, avente 1 impresa consorziata esecutrice del servizio, debbano essere presentate le sole referenze bancarie dell’Impresa esecutrice.

31) RISPOSTA: PUNTO 1.2 lettera w) DISCIPLINARE DI GARA: presentazione di n. 2 referenze bancarie: nel caso di partecipazione di un Consorzio stabile, il Disciplinare al punto 2. indica quali siano le dichiarazioni da rendere e i documenti da allegare per l’ammissione alla gara. In particolare il Consorsio Stabile dovrà compilare il modello allegato 3, che prevede alla lettera w) “ l’indicazione di almeno due istituti di credito/intermediari autorizzati ai sensi del Dlgs n. 385/1993, che attestino l’idoneità finanziaria ed economica dell’impresa al fine dell’assunzione del servizio in questione…” (omissis) ... “ L’impresa esecutrice dovrà compilare anche il modello Allegato 4.

32) QUESITO: ATTESTATO DI AVVENUTO SOPRALLUOGO: Un Consorzio stabile intende partecipare alla gara costituito da n. 3 imprese (A, B, C,), una delle quali (A) è designata quale esecutrice del servizio ed in possesso di tutti i requisiti richiesti. I sopralluoghi sono stati effettuati da un delegato delle Imprese A e B, poiché in un primo tempo tali Imprese intendevano partecipare alla gara in ATI. Si chiede se il CONSORZIO STABILE, costituito dalle Imprese A, B e C,  possa avvalersi dell’attestato di avvenuto sopralluogo rilasciato al delegato dell’allora costituenda ATI composta dalle Imprese A e B.

32) RISPOSTA: ATTESTATO DI AVVENUTO SOPRALLUOGO: come riportato dal Disciplinare al punto 2.   i sopralluoghi obbligatori dovevano essere effettuati dal “ Legale Rappresentante o tecnico qualificato da lui delegato per iscritto su carta intestata della ditta “ che intendeva partecipare alla gara.  Il tecnico che ha effettuato il sopralluogo era delegato dalla costituenda ATI. Non ha quindi effettuato il sopralluogo per conto del CONSORZIO in quanto successivamente costituito. Ne deriva che il Consorzio stabile non può utilizzare gli attestati dei sopralluoghi effettuati dal delegato dell’ATI costituenda, peraltro composta da sole 2 ditte delle 3 facenti parte del Consorzio.
 

 33) QUESITO: COMPILAZIONE SCHEDE “G” E “H”: Si chiede se sia possibile ampliare lo spazio destinato alla parte descrittiva delle schede “G” e “H”.

33) RISPOSTA: COMPILAZIONE SCHEDE “G” E “H”: Le schede relative alla stesura del Progetto tecnico sono state realizzate per permettere una omogenea presentazione del progetto tecnico da parte delle Ditte concorrenti, al fine di rendere la valutazione più trasparente ed equa.
Anche la parte descrittiva delle schede è stata pensata per riportare “brevi cenni”, in quanto le schede nella compilazione guidata forniscono i dati salienti per la valutazione.
E’ quindi preferibile utilizzare le schede predisposte dalla S.A. anche per evitare di alterare il contenuto delle stesse, a scapito della chiarezza di interpretazione.
In caso di necessità è possibile usarne più di una inserendo apposito numero d’ordine sui fogli utilizzati.
 

34) QUESITO: REQUISITI PUNTO 1.2 DEL DISCIPLINARE lettere v) e y): Si chiede se, nel caso di partecipazione alla gara di un Consorzio stabile, i requisiti economici richiesti alle lettere v) (media volume d’affari  del triennio) e y) (servizi analoghi svolti con buon esito nel triennio) del punto 1.2 del Disciplinare di gara debbano essere posseduti e dimostrati dal Consorzio e non anche dalla Consorziata indicata quale esecutrice del servizio.

34) RISPOSTA: REQUISITI PUNTO 1.2 DEL DISCIPLINARE lettere v) e y): Le indicazioni per la documentazione da presentare nella fase di ammissione alla gara da parte dei Consorzi Stabili è precisata al punto A.2 del Disciplinare. Le dichiarazioni da rendere da parte del Consorzio sono dettagliate nell’allegato 3) che dovrà essere compilato dal Consorzio e comprendono la dichiarazione di possesso, successivamente dimostrabile, dei requisiti di cui alle lettere v) e y). L’impresa consorziata indicata quale esecutrice del servizio dovrà rendere le sole dichiarazioni contenute nella compilazione dell’allegato 4). Si ricorda che, ai sensi dell’articolo 277 del DPR n. 207/2010, la sussistenza in capo ai consorzi stabili dei requisiti richiesti nel bando di gara per l'affidamento di servizi e forniture è valutata, a seguito della verifica della effettiva esistenza dei predetti requisiti in capo ai singoli consorziati. Per la partecipazione del consorzio alle gare, i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi posseduti dai singoli consorziati relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d'opera, nonché all'organico medio annuo sono sommati; i restanti requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi sono sommati con riferimento ai soli consorziati esecutori.

 

 

Data creazione: 27 May 2011

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare