Servizi

Servizio di prestito interbibliotecario di BRIANZABIBLIOTECHE per il triennio aprile 2014 - marzo 2017. Codice CIG 5607293490

Scadenza: Mon Mar 17 08:09:00 CET 2014

Sedute di gara: Presenza Criteri Ambientali minimi: Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 265 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 765 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 188 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 48 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 68 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato Tecnico A (formato PDF - 353 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Dich. (formato PDF - 158 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello NoEsclusione (formato PDF - 102 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Art.38 b c mter (formato PDF - 72 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Req.Tecn. (formato PDF - 62 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello ATI (formato PDF - 89 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello GAP (formato PDF - 61 KB)

Chiarimenti prestito interbibliotecario


1) Quesito:
1) le casse hanno un coperchio? sono impilabili? hanno colorazioni differenti? hanno tutte le medesime dimensioni? 2) quanto indicato all'art. 10 relativamente al numero delle persone da impiegare, rilevandole, preferibilmente, dall'attuale gestore del servizio sia corretto nella parte in cui fa riferimento a 3 figure, dettagliandole poi 4. 3) la ragione del differente inquadramento contrattuale delle risorse per come indicate all'articolo 10. 4) chi attualmente gestisce il servizio: 5) si chiede di certificare la circostanza che gli impiegati non svolgano, nel monte ore indicato, attività estranee al servizio in rassegna.
1) Risposta: 1) Le casse non hanno un coperchio, sono impilabili, di colore e dimensioni differenti. 2) è corretto. Si evidenzia che la Ditta aggiudicataria è tenuta: a) a garantire un numero minimo di 3 operatori da impiegare per l'esecuzione delle prestazioni contrattuali; b) a provvedere alla sostituzione temporanea (entro max 2 ore dalla segnalazione dell’assenza) degli addetti assenti dal servizio;
3) non sono ragioni note a questa Amministrazione; 4) Eurotrend Società di Servizi a r.l.; 5) Gli addetti al prestito interbibliotecario non svolgono, per conto della stazione appaltante, alcuna attività estranea al servizio così come descritto nel Capitolato Speciale D’oneri.
2) Quesito: All'art. 6 del Capitolato si afferma che l'aggiudicataria dovrà mettere a disposizione n. 3 mezzi aventi, tra gli altri requisiti, una classificazione Euro non inferiore a 5: si chiede di voler specificare se detto requisito debba essere considerato come vincolante e quindi  causa di esclusione della partecipante oppure come un elemento preferenziale ma non  causa di esclusione.Tale quesito nasce dal fatto che le caratteristiche dei mezzi impiegatI per il servizio saranno anche oggetto di valutazione in sede di progetto tecnico.
2) Risposta: Si evidenzia che, al fine di rendere concreti gli impegni assunti dal Comune di Monza in materia di sostenibilità ambientale nelle politiche di acquisto di beni e servizi, è stato inserito nel Capitolato un requisito relativo alla classificazione euro dei mezzi di trasporto impiegati nel prestito interbibliotecario. L’art. 6 non stabilisce contestualmente che il requisito possa costituire causa di esclusione, mentre è un elemento oggetto di valutazione nel contesto del progetto tecnico.
3) Quesito: 1) nominativo della ditta che attualmente svolge il servizio posto a gara; 2) ad integrazione di quanto indicato all'art. 10 del Capitolato di gara, elenco del personale attualmente impiegato nel servizio posto a gara con indicazione, per ciascun addetto, di: - CCNL applicato - Qualifica - Livello - Sesso - Anzianità - N° di ore settimanali e/o mensili effettivamente svolte nel servizio posto a gara - Monte ore corrispondente al tempo pieno; 3) monte ore complessivo sulla base del quale è stata determinata la base d'asta ai sensi dell'art. 86 - comma 3 bis del D Lgs 163/2006; 4) premesso che la scrivente ha svolto continuativamente nel triennio 2011/2013 un servizio nel settore oggetto della gara presso lo stesso ente appaltante e che lo stesso, per esigenze dell'ente stesso, è stato formalizzato in più contratti, si chiede conferma che, ai fini del soddisfacimento del requisito di cui al punto III.2.3 del bando di gara, sia possibile spendere il fatturato complessivo maturato presso tale ente nel triennio 2011/2013. In merito si chiede se ai fini della comprova di tale requisito sia ammessa, trattandosi di un appalto comprendente diverse tipologie di servizi in ambito bibliotecario, la produzione del certificato di regolare con allegata copia delle fatture da cui evince il valore del requisito dichiarato; 5) si chiede conferma che, ai fini della partecipazione alla gara, non è prevista l'effettuazione di un sopralluogo obbligatorio, pena esclusione dalla gara.
3) Risposta:  1)  Eurotrend Società di Servizi A.R.L.;  2) Ad integrazione di quanto già contenuto nel Capitolato si precisa che gli operatori sono tutti di sesso maschile. Per quanto riguarda la richiesta di specificare il numero di ore effettivamente svolte nel servizio si rimanda a quanto indicato con riferimento al successivo chiarimento (ai sensi dell’art. 86 – comma 3bis del D.Lgs. 163/2006).
3) Sulla base dell’esperienza acquisita nella gestione del servizio nel corso degli anni, assumendo l’esistenza di un margine di variabilità determinato dalle effettive quantità di documenti da smistare e da trasportare, dalla produttività e dalla capacità organizzativa propria di ciascuna azienda, in particolare con riferimento a quelle attività in cui il tempo di esecuzione può essere relativamente modificabile, si è stimato che la Ditta aggiudicataria debba svolgere l’attività per circa complessive 5.000 ore / anno;  4)  Con riferimento al requisito della capacità tecnica si ribadisce che, a pena esclusione, al concorrente viene richiesto di dichiarare di aver svolto, nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando, servizi di prestito interbibliotecario (smistamento e trasporto libri, videocassette, cd e dvd, da e per biblioteche), di cui almeno un contratto (e non la somma di più contratti, per quanto sottoscritti con il medesimo Ente) di valore pari o superiore a € 50.000,00  e che questo contratto sia riferito al servizio di prestito interbibliotecario (“attività di smistamento e trasporto di libri, videocassette, cd e dvd, da e per biblioteche”) e non ad altre tipologie di servizi per quanto riconducibili all’ambito bibliotecario;  5)  Non è previsto l’obbligo del sopralluogo.
4) Quesito: 1) DISCIPLINARE INTEGRATIVO Pag. 1: Il plico deve contenere 2 buste, a loro volta sigillate, recanti ognuna l'intestazione del mittente e la relativa denominazione: "A-Documentazione", B-Offerta tecnica e "C- Offerta economica". Chiediamo conferma della corretta interpretazione che il plico deve contenere 3 buste e non 2 buste; 2) CAPITOLATO SPECIALE D'ONERI Art. 10 - PuntoC: "L'aggiudicatario, ai sensi e per gli effetti dell'art. 10 del capitolato, è tenuto ad assumere prioritariamente il personale utilizzo dal precedente appaltatore per lo svolgimento del servizio, garantendo il medesimo livello contrattuale e retributivo"- Fatto salvo la nostra disponibilità ad assumere il personale già presente sull'appalto, nei termini e alle condizioni previste dalla legge, si richiede di dettagliare la seguente previsione di cui al punto sopracitato: "... garantendo loro il riconoscimento delle condizioni contrattuali in essere e dei requisiti maturati al momento della stipula del nuovo contratto..." Chiarendo se la stessa  deve ritenersi coincidente o meno con quanto dall'art. 37 ccnl cooperative sociali applicato dalla scrivente di cui si riporta qui di seguito lo stralcio:"..... art. 37 - cambi di gestione. Rilevato che il settore è notevolmente caratterizzato dalla effettuazione del servizio tramite contratti di appalto o convenzioni o accreditamento soggetti a frequenti cambi di gestione, allo scopo di perseguire la continuità e le condizioni di lavoro acquisite dal personale, viene concordato quanto ai seguenti punti. A) L'azienda uscente, con la massima tempestività possibile, e comunque prima dell'evento, darà formale notizia della cessazione della gestione alle OO.SS. territoriali e alle RSU. L'azienda subentrante (anch'essa con la massima tempestività possibile e comunque prima del verificarsi del'evento) , darà a sua volta formale notizia alle OO.SS. territoriali circa l'inizio della nuova gestione. Quanto sopra al fine di garantire tutte le informazioni utili alla corretta applicazione delle norme contrattuali nazionali e provinciali e delle disposizioni di legge in materia. B) L'azienda subentrante, nel caso in cui siano rimaste invariate le prestazioni richieste e risultanti nel capitolato d'appalto, o convenzione, assumerà nei modi e condizioni previsti dalle leggi vigenti, ferma restando la risoluzione del rapporto di lavoro da parte dell'impresa cessante, il personale addetto all'appalto o convenzione stessi, salvo quanto previsto al successivo punto d). Le imprese interessate prenderanno preventivi accordi per effettuare il passaggio diretto delle lavoratrici e dei lavortori addetti all'appalto o convenzione medesimi. C) Qualora, per comprovati motivi, alla data della cessazione dell'appalto o convenzione, quanto previsto dal punto b), del presente articolo non abbia trovato applicazione, l'azienda cessante potrà porre in aspettativa senza retribuzione e senza maturazione degli istituti contrattuali le lavoratrici e i lavoratori che operano sull'appalto o convenzioni interessati per un periodo massimo di 7 giorni lavorativi, al fine di consentire l'espletamento delle procedure relative alla assunzione con passaggio diretto. D) In caso di modifiche o mutamenti significativi nell'organizzazione e nelle modalità del servizio da parte del committente e/o  tecnologie produttive con eventuali ripercussioni sul dato occupazionale e sul mantenimento delle condizioni di lavoro, l'azienda fornirà le opportune informazioni alle OO.SS. territoriali. Le parti si attiveranno per individuare le possibilità di adibire il personale dell'azienda eccedente in altri servizi, anche con orari diversi e in mansioni equivalenti...". Nello specifico:- Al punto c dell'art. 10 si parla di 3 operatori con applicazione dei ccnl multiservizi salvo indicare successivamente 4 lavoratori di cui 2 con ccnl multiservizi e due con ccnl terziario. - di questi uno risulta già cessato il data 31/12/2013 e uno con scadenza al 30/04/2014. Si richiede dunque conferma del ccnl applicato ai suddetti lavoratori anche tenuto conto del fatto che il contratto terziario presenta costi complessi di gran lunga superiori rispetto alle cooperative sociali e che la parità di condizioni in questo caso sarebbe de facto irrealizzabile. Di tutti i lavoratoti interessati si richiede di conoscere l'importo della retribuzione lorda mensile nonchè della RAL (retribuzione lorda annua). Da una prima analisi dei servizi ci appare che il monte orario complessivo dei lavoratori attualmente in forza sia eccessivo rispetto alle reali necessità. Si richiede chiarimenti circa la possibilità di rivedere il modello organizzativo e dunque i contratti di lavoro in essere valutando l'ipotesi di trasformazione dal tempo pieno a tempo parziale. 3) CAPITOLATO SPECIALE D'ONERI - art. 4 - punto C) "Il servizio dovrà svolgersi nella fascia oraria di apertura delle biblioteche, programmando i passaggi per raggiungere le prime sedi dei percorsi mattutini alle ore 8,30 e le prime biblioteche del pomeriggio alle ore 14,00" - Nel rispetto del percorso dettagliato nell'allegato A e della fascia di apertura delle bibblioteche, l'orario di avvio del servizio sia mattutino che pomeridiano è tassativo? - Il Centro Servizi ha orari di servizio particolari? - Il percorso giornaliero dei furgoni ha di fatto una scaletta oraria collaudata che va rispettata (orario di consegna abituale presso ogni singola biblioteca)? 4) CAPITOLATO SPECIALE D'ONERI - art. 6 La scritta e il luogo del Sistema bibliotecario BRIANZABIBLIOTECHE che dovrà essere visibile su ogni furgone, deve essere stampato e posizionato a spese dell'appaltatore? Le tasse di pubblicità dovute al Comune sono a carico dell'appaltatore?
4) Risposta:1) le buste da presentare sono tre;  2) a)L’esecuzione delle prestazioni contrattuali richiede minimo tre operatori (punto a) art. 10). L’elenco fornito nel punto c) include anche l’operatore (il n° 4) che svolge la funzione di sostituzione temporanea degli addetti assenti dal servizio. b) si conferma che i ccnl applicati sono quelli riportati nel capitolato (art. 10 punto c) per ciascun operatore.
c) questa informazione si può ricavare dalle tabelle dei contratti di riferimento. d) Sulla base dell’esperienza acquisita nella gestione del servizio nel corso degli anni, riteniamo di poter escludere che il monte ore complessivo (circa 5.000 ore / anno, ovviamente, al netto delle ore di sostituzione per assenza temporanea degli addetti) sia superiore alle reali necessità. Non è possibile modificare le modalità di organizzazione del servizio così come descritto nel capitolato speciale. Si segnala (come elemento utile di valutazione) che un recente confronto con 5 altri importanti sistemi bibliotecari lombardi ha mostrato come il modello organizzativo di Brianzabiblioteche possegga il livello di efficienza più elevato (minor costo per libro trasportato).  3) : a)L’orario di inizio del percorso di distribuzione (sia mattutino che pomeridiano) è tassativo. b) Si.  Ma l’accesso al Centro Servizi (ad esempio per l’attività di smistamento) può essere gestito in completa autonomia dagli addetti al servizio PIB. c) Il percorso giornaliero ha una propria successione oraria collaudata che deve essere rispettata.  4) : a)  Sì -  b)   Sì
5) Quesito: Stante il fatto che il costo del personale supererebbe di circa 10.000 euro la base d'asta, siamo a chiedere chiarimenti circa l'effettiva possibilità di presentare un'offerta al ribasso sulla base dell'inquadramento contrattuale degli operatori attualmente impiegati sul servizio, così come da Voi indicato.
5) Risposta:  Si  evidenzia che, per una stima del costo del personale da impiegare nell’esecuzione dell’appalto PIB, è necessario che si tenga conto delle effettive richieste di servizio così come determinate nel Capitolato (in particolare negli art. 3 e 4).  In risposta ad altro quesito, si era poi fornita un’altra indicazione utile relativa al monte ore complessivo sulla base del quale è stata determinata la base d’asta (ai sensi dell’art 86 del D.Lgs. 163/2006). Riportiamo nuovamente il testo di quella risposta: “sulla base dell’esperienza acquisita nella gestione del servizio nel corso degli anni, assumendo l’esistenza di un margine di variabilità determinato dalle effettive quantità di documenti da smistare e da trasportare, dalla produttività e dalla capacità organizzativa propria di ciascuna azienda, in particolare con riferimento a quelle attività in cui il tempo di esecuzione può essere relativamente modificabile, si è stimato che la Ditta aggiudicataria debba svolgere l’attività per circa complessive 5.000 ore/anno”. Si evidenzia infine che l’elenco fornito nell’art. 10  ha lo scopo di fornire le informazioni relative alle condizioni contrattuali applicate dall’attuale aggiudicatario al personale impiegato (in tutto o in parte) per le prestazioni contrattuali richieste dall’appalto PIB di questa stazione appaltante.

 

Data creazione: Wed Feb 19 08:31:03 CET 2014

Pagine collegate

Monza True emotion

Per valorizzare l’offerta turistica e commerciale in città

Sportello Monzabitando

Agevolazioni fiscali e garanzie per i proprietari di alloggi sfitti o invenduti.

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Consulte di quartiere

Organi creati per consentire la partecipazione e consultazione dei cittadini.

Casa delle Culture

Un progetto per superare pregiudizi e comportamenti discriminatori e razzisti

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Pulizie di Primavera

La manifestazione che coinvolge migliaia di cittadini e associazioni per abbellire la città

Aiutaci a migliorare