Servizi

LOTTO 1) Fornitura di derrate alimentari destinate alle scuole dell'infanzia paritarie convenzionate - Codice CIG 63916994DF. LOTTO 2) Servizio di ristorazione scolastica e servizio pasti a persone anziane/adulte in situazioni di fragilità sociale - Codice CIG 639170382B

Scadenza: Fri Dec 18 12:00:00 CET 2015

Sedute di gara: Seduta di gara per la comunicazione dell'esito della verifica di congruità e per l'aggiudicazione provvisoria 9/03/2017 ore 18,00 presso Sala Riunioni II° piano Palazzo Municipale p.zza Trento e Trieste Monza

Presenza Criteri Ambientali minimi:

Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 483 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 1740 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 49 KB)
Icona documento 'Formato PDF' AVVISO DI RIAPERTURA TERMINI (formato PDF - 88 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato Lotto 1 (formato PDF - 216 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato Lotto 2 (formato PDF - 541 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Det. Dir. n. 1322/2015 (formato PDF - 318 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Dich. (formato PDF - 158 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello No Esclusione Dich. (formato PDF - 108 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Art. 38 b) c) m ter) (formato PDF - 101 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello REQ FIN (formato PDF - 60 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello REQ TECN (formato PDF - 70 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello ATI Lotto 1 (formato PDF - 94 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello ATI Lotto 2 (formato PDF - 94 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta Lotto 1 (formato PDF - 68 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta Lotto 2 (formato PDF - 93 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 1 Allegati da 1 a 2g (formato PDF - 8479 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 1 Allegato 3 (formato PDF - 381 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 1 Allegati da 4 a 8 (formato PDF - 2238 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegati da 1 a 8 (formato PDF - 1901 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegato 9 (formato PDF - 401 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegati da 10 a 12 (formato PDF - 906 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegato 13 (formato PDF - 2436 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegato 14 (formato PDF - 2274 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegati da 15a a 19e (formato PDF - 4957 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegati 20 e 21 (formato PDF - 2406 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegato 22 (formato PDF - 619 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Lotto 2 Allegati da 23 a 31 (formato PDF - 1419 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Munari (formato PDF - 1880 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Puecher (formato PDF - 502 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Zucchi (formato PDF - 488 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Bachelet (formato PDF - 530 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Cazzaniga (formato PDF - 227 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria D'Acquisto (formato PDF - 508 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Sala (formato PDF - 451 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Confalonieri (formato PDF - 447 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria De Amicis (formato PDF - 516 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Volta (formato PDF - 517 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Dante (formato PDF - 510 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Don Milani (formato PDF - 708 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Mirò (formato PDF - 506 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria nido Monte Bianco (formato PDF - 650 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria secondaria 1° Da Vinci (formato PDF - 430 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Tacoli (formato PDF - 563 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria El. Omero (formato PDF - 888 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria El. S. Alessandro (formato PDF - 542 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Mat. S. Rocco (formato PDF - 568 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Nido S. Rocco (formato PDF - 788 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Pertini (formato PDF - 497 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Zara (formato PDF - 507 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Ardigò (formato PDF - 463 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria piano interrato asilo Papini (formato PDF - 717 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria piano terra asilo Papini (formato PDF - 804 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Raiberti (formato PDF - 545 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Rodari (formato PDF - 570 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Rubinowicz (formato PDF - 544 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Elem. Alfieri (formato PDF - 493 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Materna Andersen (formato PDF - 644 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Nido S. Fruttuoso (formato PDF - 683 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Sabin (formato PDF - 431 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Anzani (formato PDF - 324 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria il Cartoccino (formato PDF - 697 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Masih (formato PDF - 718 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria secondaria Poliziano (formato PDF - 455 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Bellani (formato PDF - 821 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria El. Buonarroti (formato PDF - 542 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria El. Citterio (formato PDF - 495 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Manzoni (formato PDF - 4024 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria Pianeta Azzurro (formato PDF - 3397 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria cucina CDD via Silva (formato PDF - 120 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria San Fedele P.1 (formato PDF - 323 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria San Fedele P.T. (formato PDF - 276 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Personale con scatti (formato PDF - 42 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scuole con doppio turno (formato PDF - 5 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Andersen (formato PDF - 160 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Anzani (formato PDF - 168 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Bachelet (formato PDF - 294 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata infanzia Cazzaniga (formato PDF - 167 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Mirò - nido Triante (formato PDF - 137 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Puecher (formato PDF - 181 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata S. Alessandro (formato PDF - 236 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata infanzia S. Rocco (formato PDF - 157 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata nido S. Rocco (formato PDF - 163 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Tacoli (formato PDF - 203 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Salvo D'Acquisto (formato PDF - 533 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Rodari (formato PDF - 1193 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Zara (formato PDF - 217 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Confalonieri succ. (formato PDF - 550 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Planimetria aggiornata Pertini (formato PDF - 553 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Precisazioni sulle modalità di compilazione degli allegati 25-26-27 (formato PDF - 77 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Elenco Partecipanti (formato PDF - 10 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Aggiudicazione provvisoria Lotto 1 e Lotto 2 (formato PDF - 39 KB)

CHIARIMENTI RISTORAZIONE

Quesito 1): in relazione al requisito di capacità tecnica di cui al punto III.2.3.) lettera a) del bando di gara si richiede conferma che, per il Lotto 2, per "servizi analoghi a quello del lotto" si intenda la ristorazione collettiva.
Risposta 1): si evidenzia che per "servizi analoghi" si intendono i servizi di ristorazione rivolti alla collettività.

Quesito 2): 1) Nominativo attuale gestore; 2) Prezzi attuali di vendita; 3) La firma di tutte le dichiarazioni, del Codice Etico e dell'offerta economica (Lotto 1 e Lotto 2) possono essere fatte da un Procuratore Speciale delegato dal Legale Rappresentante (verrà allegata relativa copia conferme all'originale della procura)? 4) In relazione a quanto disposto nell'art. 27 del capitolato che prevede le utenze di energia elettrica, acqua, gas e riscaldamento a carico dell'Amministratore Comunale, siamo a chiedere se la tassa rifiuti sia a carico del gestore e in caso affermativo di quantificarne l'importo per consentire una corretta valutazione economica dell'offerta.
Risposta 2): 1)  Nominativo attuale gestore. LOTTO 1: Sodexo LOTTO 2: Vivenda SpA; 2) Prezzi attuali: LOTTO 1: € 1,88 IVA esclusa LOTTO 2: € 4,51 IVA esclusa servizio gestione indiretta € 1.94 IVA esclusa fornitura gestione diretta; 3) le dichiarazioni, il Codice Etico e le offerte economiche possono essere sottoscritte da un procuratore del legale rappresentante, in tal caso deve essere obbligatoriamente allegata la relativa procura; 4) La tassa rifiuti non è a carico dell’Impresa Aggiudicataria.

Quesito 3): Per il solo Lotto 2) si chiede: 1) Con riferimento alla modalità di stesura dell'offerta tecnica: - punto "b) 1) a. personale" si chiede di confermare se per rispondere al citato punto debbano essere utilizzati esclusivamente gli allegati 25-26-27, di cui si richiede un formato compilabile; - punto "d) 1) prodotti nazionali e biologici" si richiede l'allegato n. 28 in formato compilabile; 2) con riferimento all'allegato 26 al Capitolato di gara, si chiede di confermare se tale modulo sia da completare con i soli dati del centro cottura dell'I.A. e non anche per i centri di cottura dell'Amministrazione Comunale; 3) Con riferimento all'Art. 40 del Capitolato, si chiede di chiarire se il rapporto di 1:35 da applicare nelle fasi di preparazione pasti per gli asili nido, debba essere applicato presso tutti i centri cottura, compresi quelli che producono pasti per altri ordini di scuole; 4) Con riferimento all'art. 118 del Capitolato, si richiede il costo del canone per la gestione annua del sistema informatico.
Risposta 3): 1): Punto “b) 1 a. personale”: Si richiede preferibilmente l'uso dei modelli di cui agli allegati 25-26-27 dei quali non è disponibile il formato compilabile, precisando che, nel caso di riproduzione, i modelli presentati in gara devono essere conformi ai contenuti degli allegati  25-26-27; Punto “d) 1) prodotti nazionali e biologici”: si richiama la precedente precisazione, specificando che l’allegato 28 non è disponibile in formato compilabile; 2): L’allegato 26 deve essere utilizzato per il personale assegnato al centro cottura aziendale per la preparazione dei pasti del Comune di Monza; il personale dei micro centri cottura comunali (Modigliani/Papini, Tacoli, Bachelet) nei quali sono prodotti sia pasti distribuiti in loco sia pasti veicolati, deve essere inserito nei rispettivi modelli di cui all’allegato 25 che quindi comprenderà sia il personale adibito alla preparazione dei pasti distribuiti in loco sia il personale adibito alla preparazione dei pasti che verranno veicolati e distribuiti nei refettori di destinazione secondo le indicazioni contenute nell’Allegato 3; 3): Tutti i rapporti indicati all’Art. 40 devono essere applicati alle rispettive utenze anche quando la cucina produce pasti per alunni appartenenti a ordini di scuola diversi; pertanto, il rapporto 1:35 deve essere applicato anche per le cucine nelle quali si produce per bambini di scuola dell’infanzia o primaria, considerando esclusivamente il numero dei bambini dell’Asilo nido; 4): Il costo del canone per la gestione annua del sistema informatico previsto all’art. 118 è a carico dell’Amministrazione comunale, non dell’Impresa Aggiudicataria.

Quesito 4): Si richiede la possibilità di far partecipare al sopralluogo anche consulenti tecnici
Risposta 4): Si precisa che il sopralluogo, come indicato al punto 9 pag, 8 del disciplinare di gara, dovrà essere effettuato:
- dal Legale Rappresentante o dal Direttore Tecnico (muniti di copia del certificato C.C.I.A.A. o altro documento da cui sia desumibile la carica ricoperta);
- da personale dipendente munito di delega del legale rappresentante del concorrente;
- da un procuratore che sia munito dei necessari poteri di rappresentanza e sia titolare di cariche o qualifiche all'interno dell'impresa concorrente, risultanti dal certificato della C.C.I.A.A.
I soggetti sopra indicati potranno essere accompagnati da consulenti esterni purchè gli stessi risultino riconducibili alla società che effettua il sopralluogo (presentando documentazione attestante il rapporto giuridico esistente). Si precisa che gli stessi dovranno partecipare al sopralluogo solo per la suddetta impresa.

Quesito 5): Rif. art.77 del C.S.O. Viene espressamente indicato che l'I.A. deve produrre e confezionare in un centro di cottura di sua proprietà o da essa gestito i pasti per le scuole elencate nell'allegato n° 3,ecc.ecc L'allegato 3 riporta,oltre le scuole secondarie di 1° grado dove viene indicato come centro produzione pasti il Centro cottura aziendale, quanto segue:
- scuola primaria Don Milani dove come Centro cottura viene indicata la primaria Taccoli
- scuola primaria Rodari dove come Centro cottura viene indicato il Centro cottura comunale Modigliani/Papini
- scuola primaria Volta dove come Centro cottura viene indicato il Centro cottura comunale Modigliani/Papini
- scuola primaria Salvo D'Acquisto dove come Centro cottura viene indicato il Centro cottura comunale Modigliani/Papini
- centro ricreativo estivo "Cascina San Fedele"dove come Centro cottura viene indicato il Centro cottura comunale Modigliani/Papini
- centro diurno ergoterapico dove come Centro cottura viene indicato il Centro cottura comunale Modigliani/Papini
Trattasi di refuso ?
Risposta 5): Riferimento art. 77 del C.S.O. L’allegato 3 riepiloga le strutture interessate dal servizio veicolato, non riguarda esclusivamente il servizio delle scuole secondarie di primo grado. Per la produzione dei pasti relativi al servizio veicolato, il concorrente deve considerare la colonna “CENTRO PRODUZIONE PASTI” dell’allegato (3) che, per quanto riguarda le scuole secondarie di primo grado, riporta l’indicazione “Centro cottura aziendale”. I pasti relativi alle altre scuole con servizio veicolato, indicate nell’allegato 3, devono essere prodotti presso i centri cottura indicati nella suddetta colonna in corrispondenza del singolo plesso.

Quesito 6: a) Si chiede se i congelatori a pozzetto presenti nelle strutture oggetto di gara sono di proprietà dell’Amministrazione Comunale o dell’attuale gestore;
b) In relazione alle modalità di redazione dell’offerta tecnica di cui a pag. 18 del disciplinare, dato il numero di pagine a disposizione, si chiede se i seguenti documenti:
- grammature a cotto e a crudo di ogni piatto proposto per le scuole secondarie di primo grado, ricette ed eventuali specifiche merceologiche delle derrate
- organigramma risultante dallo sviluppo degli schemi di cui agli allegati 25-26-27 del capitolato e relativo timing operativo
- allegato 28 “Tabella prodotti migliorativi offerti” e relativa dichiarazione di impegno di fornitura
- progetto preliminare relativo al riattamento o ristrutturazione degli spazi mensa
possono essere considerati allegati tecnici e quindi presentati in allegato all’offerta tecnica.
Risposta 6: a) i congelatori a pozzetto sono tutti in comodato d’uso, ad eccezione di quelli a marca “Nordik” indicati nei diversi inventari che sono invece di proprietà comunale;
b) come indicato a pagina 18 del Disciplinare integrativo di gara dal computo delle 30 pagine saranno escluse schede tecniche ed allegati, per cui gli allegati relativi agli organigramma, ai prodotti migliorativi offerti, il progetto di sostituzione attrezzature/ arredi, le schede tecniche delle attrezzature eventualmente offerte, i vari lay out, il timing operativo non devono essere compresi nelle pagine in cui sarà sviluppata l'offerta tecnica.
 
Quesito 7): a) L’art. 22 prevede inoltro di fattura relativa ai pasti effettivamente distribuiti e somministrati agli alunni; si chiede se siano oggetto di fatturazione anche i pasti distribuiti e somministrati ai docenti.
b) Il capitolato (art. 80) prevede di indicare all’interno del piano dei trasporti la targa degli automezzi impiegati. Poiché gli automezzi verranno forniti in caso di aggiudicazione mediante contratti di leasing, siamo a chiedere se tale dato può essere comunicato successivamente.
Risposta 7): a) L’Art. 22 del capitolato lotto 2 prevede che: “Al termine di ogni mese l'I.A. provvederà a fatturare, con modalità elettronica (DM 55/2013) i pasti effettivamente distribuiti e somministrati agli alunni in conformità a quanto previsto dal presente Capitolato; l'A.C. Riconoscerà mensilmente all’I.A. il numero di pasti registrati ed elaborati dal software in dotazione per la rilevazione giornaliera dei pasti consumati (artt. 117 e 118). …”. La fatturazione riguarda tutti i pasti somministrati all’utenza prevista nel Capitolato speciale d’oneri, quindi anche i pasti distribuiti al personale docente.
b) Con riferimento all’art. 80 del capitolato lotto 2, il numero complessivo dei mezzi utilizzati deve essere indicato nell'offerta tecnica unitamente ai numeri di targa se disponibili, diversamente il concorrente specificherà che farà ricorso al subappalto o che provvederà all'acquisizione della disponibilità degli automezzi dopo l'aggiudicazione.

Quesito 8): 1) Rif. SEZ. VI pag. 6 Lotto 2 del Bando di gara - In detto punto viene indicato l’obbligo di assumere, ai sensi e per gli effetti dell’art.49 del capitolato, il personale utilizzato dal precedente appaltatore garantendo il medesimo livello contrattuale e retributivo. Nell’allegato 31 vengono riportate le qualifiche, livelli e ore settimanali del personale attualmente impiegato ma non vengono indicati gli scatti di anzianità, eventuali superminimi, ecc. Pertanto si richiede di precisare per singola figura eventuali scatti di anzianità, ecc. Inoltre si richiede di evidenziare quali figure e relativo monte ore di detto organico sono impiegate presso il centro di cottura dell’impresa che attualmente gestisce il servizio.
2) Rif. SEZ. VI pag. 6 Lotto 2 del Bando di gara - Si richiede di indicare le spese di pubblicazione del bando di gara e dell’avviso di aggiudicazione sui quotidiani suddivisi per singolo lotto.
3) Rif. SEZ. III punto b) Personale pag. 13 del Disciplinare integrativo di gara - In detto punto viene richiesta la presentazione dell’organigramma e timing operativo del personale presente in ogni cucina/centro cottura e refettorio. Per “organigramma e timing operativo” va intesa la presentazione dei moduli organigramma(all.25-26-27) debitamente compilati?
4) Rif. SEZ. III pag. 15 Lotto 2 del Disciplinare integrativo di gara - I prodotti riportati nell’allegato 28, oltre ad essere nazionali e biologici, possono essere offerti anche come locali e quindi rientrare nell’assegnazione dei 4 punti previsti per tale tipologia di prodotti?
5) Rif. SEZ. III pag. 18 Lotto 2 del Disciplinare integrativo di gara -  In detto punto viene precisato che l’offerta tecnica dovrà essere sviluppata in una relazione di massimo 30 pagine complessive sviluppate solo su una facciata. Si richiede se: -Organigrammi (allegato 25) richiesti a pag. 13 punto b) Personale comma I) a/b -Allegato 28 – “Tabella prodotti migliorativi offerti” richiesti a pag.15 punto d) -Progetto di sostituzione attrezzature/arredi e relative schede tecniche di ogni attrezzatura ed il lay out degli spazi richiesti a pag.16 -ecc. ecc..   devono intendersi ricompresi nelle 30 pagine complessive o come allegati ?   Al fine di uniformare le modalità di presentazione della relazione tecnica, da parte di tutte le imprese partecipanti, si richiede gentilmente di indicare nel dettaglio quali parti rientrano nelle 30 pagine previste e quali come allegati.
6) Rif. SEZ. IV pag. 20 Lotto 2 del Disciplinare integrativo di gara/modello offerta economica - L’importo integrazione budget a disposizione dell’A.C., da indicare nell’offerta economica, deve intendersi annuo o per tutta la durata dell’appalto?
7) Si richiede la possibilità di avere i documenti in formato word quali ad esempio: modelli per dichiarazioni varie, moduli organigramma (all.25-26-27),  tabella prodotti (all.28),ecc.
8)  Rif. Allegato 28 - Per la compilazione del suddetto modello basta apporre una “x” sui prodotti che si intendono offrire?
9) Rif. All. 25-26-27 - Per la predisposizione dei moduli organigramma, tenendo conto dei parametri riportati all’art. 40 del capitolato, bisogna prendere in considerazione i dati così come indicati negli allegati 2/2a/3/3a o decurtati del numero presunto delle assenze calcolati applicando le relative percentuali indicate per tipologia di utenza?
10) Rif. Art.115 del C.S.O. - Si richiede di indicare le modalità di rimborso dell’investimento sostenuto non ancora ammortizzato in caso di recesso anticipato del contratto per un qualsiasi motivo.
11) Rif. artt.77 e segg. del C.S.O. - Al fine della predisposizione del piano di trasporto da presentare in gara si richiede di specificare i nominativi di tutti i refettori dove viene effettuato il doppio turno. Inoltre indicare gli orari di distribuzione dei pasti, delle merende e colazioni (ove previste) per singola tipologia di utenza.
Risposta 8): 1) Viene pubblicato tra gli allegati l'elenco del personale assunto dall’attuale appaltatore con indicazione per ciascun dipendente del livello delle ore settimanali di servizio degli scatti di anzianità; nello stesso elenco è specificato il personale assegnato al centro cottura aziendale con relativi monte ore settimanale, livello, scatti di anzianità (File Personale con scatti.pdf).
2) Le spese di pubblicazione del bando di gara sui quotidiani ammontano a € 379,36 (IVA compresa) riferite ad entrambi i lotti;  non sono disponibili i costi di pubblicazione dell'avviso di aggiudicazione (connessi alla lunghezza del testo), che in linea di massima dovrebbero attestarsi su detta cifra;
3) Organigramma e timing operativo dei servizi deve essere presentato compilando per ogni cucina, centro cottura e refettorio i moduli di cui agli allegati 25, 26 e 27. Resta inteso che nel timing operativo dovranno essere indicati per ogni cucina/centro cottura e/o refettorio, il monte ore giornaliero e settimanale, gli orari di entrata e uscita del personale presente specificando le ore effettive di lavoro e la pausa pranzo.
4) Si
5) Come indicato a pagina 18 del Disciplinare integrativo di gara dal computo delle 30 pagine saranno escluse schede tecniche ed allegati, per cui gli allegati relativi agli organigramma, ai prodotti migliorativi offerti, al progetto di sostituzione attrezzature/arredi, alle schede tecniche delle attrezzature eventualmente offerte, ai vari lay out, al timing operativo non devono essere compresi nelle 30 pagine in cui sarà sviluppata l'offerta tecnica.
6) L’importo integrazione budget deve essere riferito al suo valore annuo; resta inteso che l’importo indicato nell’offerta integrerà ogni anno di durata del contratto il budget annuale di cui all’art. 91 del Capitolato speciale d’oneri.
7) Pur comprendendo la motivazione della richiesta, anche ai fini della par condicio, si rinvia all'utilizzo della modulistica (allegati 25, 26, 27, 28 ecc.) messa a disposizione di tutti i concorrenti.
8) Sì, è sufficiente apporre una “X” in corrispondenza del prodotto che il concorrente intende offrire.
9) I dati devono essere considerati al netto delle percentuali di assenza presunte, indicate negli allegati 2 e 3. Si sottolinea che tali percentuali sono indicative e possono subire variazioni nel corso del contratto (art. 9 Capitolato speciale d’oneri); resta inteso che, in tal caso, l’adeguamento dell’organico avverrà ai sensi l’art. 40 del Capitolo speciale d’Oneri.
10) Il rimborso dell’investimento sostenuto non ancora ammortizzato per recesso anticipato del contratto sarà effettuato dalla società subentrante
11) Viene pubblicato tra gli allegati l'elenco dei plessi in cui viene effettuato il doppio turno (File Scuole con doppio turno.pdf).
Rispetto agli orari di distribuzione si comunica che, per l’anno scolastico 2015/2016, sono i seguenti:
colazioni                                    ore 7.30
pranzo nidi                                 ore 11.00-11.30
pranzo scuole dell’infanzia           ore 12.00
pranzo scuole primarie                ore 12.30
pranzo scuole secondarie 1°        ore 13.00
pranzo 2° turno ove previsto    45 minuti dopo l’inizio del 1° turno
merende                                   ore 16.00-16.30
Si precisa che tali orari sono indicativi e si richiama l’art. 83 del Capitolato Speciale:
Orari
La distribuzione dei pasti, delle merende e colazioni ove previste, dovrà essere effettuata dal personale dell'I.A. debitamente formato, negli orari concordati e definiti con le Istituzioni scolastiche.
Tali orari dovranno essere scrupolosamente rispettati, salvo diverse esigenze organizzative che saranno indicate dall'Ufficio Ristorazione scolastica.

Quesito 9): 1) In base a quanto disposto a pag 17 del disciplinare e in relazione a quanto ordinato dal DPR 207/2010 art. 17 "Documenti componenti il progetto preliminare" quali documenti o elaborati minimi sono richiesti dalla Stazione Appaltante per la redazione del progetto tecnico preliminare inerente il riattamento o la ristrutturazione degli spazi mensa.
2) Per ciascun plesso scolastico siamo a chiedere gli  orari di consumo dei pasti (anche per le scuole dove il servizio avviene in doppio turno), delle merende e delle colazioni, ove previste (art. 83 del capitolato).
Risposta 9): 1) il progetto di riattamento/ristrutturazione degli spazi mensa, deve essere presentato secondo le indicazioni contenute nell'allegato 17. La dicitura "nell'allegato 17" deve essere intesa come "a pag. 17 del Disciplinare di gara".
2) gli orari di consumo dei pasti/colazioni/merende sono già stati oggetto di chiarimento. Vedasi a tal proposito il chiarimento pubblicato sul sito internet comunale: quesito 8 – risposta 8 – chiarimento n. 11.

Quesito 10): 1) Rif. allegato n° 30 -  Detto allegato riporta le attività da espletare a carico del gestore presso:
- Cascina San Fedele
- Scuole infanzia Andersen e Pianeta Azzurro
Successivamente viene indicato l'organico minimo del personale da garantire per tutte le attività da espletare. Si richiede di specificare cosa si intende per :
- mese di Giugno - "tre turni settimanali "
- mese di Luglio/Agosto - "due turni bisettimanali"
e se il monte ore giornaliero indicato (22) si intende per tutti i servizi  da espletare o solo per alcuni. Nel secondo caso precisare quali.
2) Inoltre si richiede se bisogna presentare gli allegati 25 e 26 anche per le  seguenti realtà:
 - Centro estivo "Andersen" di Via Tazzoli
 - Centro diurno "Gallarana" di Via Correggio
 - Centro diurno Via Silva
 - Centro estivo "Cascina San Fedele"
 - Centro diurno "Ergoterapico" di Via Buonarroti
3) Rif. allegato n° 13 - Detto allegato riporta per ogni singolo plesso, oggetto dell'appalto, gli  inventari delle attrezzature, minuterie, ecc.ecc. di proprietà  dell'Amministrazione Comunale che verranno concesse in uso gratuito al gestore. In occasione dei sopralluoghi si è riscontrata la presenza, in quasi tutti i plessi, di piatti e bicchieri in ceramica/melamina, posate in  acciaio, vassoi, ecc. Solo per le realtà quali la Primaria Volta e Secondaria Confalonieri vengono  riportati nei suddetti inventari mentre per i rimanenti non viene data nessuna indicazione. Pertanto si richiede gentilmente di indicare i quantitativi di stoviglie, ecc. presenti in ogni singolo Plesso.
Risposta 10): 1) Il monte ore giornaliero ed il numero degli operatori da garantire c/o i centri estivi San Fedele, Andersen e Pianeta Azzurro sono quelli riportati nelle tabelle dell’allegato n. 30.
I turni indicati a lato di ogni mese specificano i periodi in cui il servizio è suddiviso ai fini dell’iscrizione da parte delle famiglie, in particolare:
SAN FEDELE
- il centro estivo del mese di giugno è suddiviso in tre periodi (turni), ciascuno della durata di una settimana;
- il centro estivo del mese di luglio è suddiviso in due periodi (turni), ciascuno della durata di due settimane;
- il centro estivo del mese di agosto è suddiviso in due periodi (turni), ciascuno della durata di due settimane
- il centro estivo del mese di settembre è previsto per un solo periodo (turno) della durata di una settimana.
CENTRO ESTIVO INFANZIA – ANDERSEN
- il centro estivo del mese di luglio è suddiviso in due periodi (turni), ciascuno della durata di due settimane;
CENTRO ESTIVO INFANZIA – PIANETA AZZURRO
- il centro estivo del mese di luglio è suddiviso in due periodi (turni), ciascuno della durata di due settimane;
La suddivisione in turni settimanali o bisettimanali non incide sul monte ore del personale che è giornaliero come indicato nell’allegato 30; è puramente indicativa in quanto identifica i periodi nei quali le famiglie possono inoltrare la domanda di iscrizione ai Centri estivi.
2) In merito alla presentazione degli allegati n. 25, 26 e 27 (moduli organigramma) si precisa:
1. per il Centro estivo Andersen, compilare l’allegato n. 25
2. per il centro diurno Gallarana, compilare l’allegato n. 26 indicando come “Centro diurno Gallarana-pasti prodotti presso il Centro cottura “Anzani”. Pasti, personale e monte ore destinati/riferiti all’utenza del Centro Diurno Gallarana non dovranno essere indicati nell’allegato 25 relativo al plesso Anzani.
3. per il centro diurno di via Silva, compilare l’allegato 26
4. per il centro estivo San Fedele, compilare l’allegato 27 per la distribuzione mentre per la produzione dei relativi pasti compilare l’allegato n. 26 indicando come “Centro estivo S. Fedele, -pasti prodotti presso il Centro cottura “Modigliani Papini”
5. per il centro diurno “Ergoterapico” compilare l’allegato n. 26 indicando come “Centro diurno ergoterapico, -pasti prodotti presso il Centro cottura “Modigliani Papini”.
Pertanto, per il Centro di cottura “Modigliani Papini”, dovranno essere compilati i seguenti allegati:
- per i pasti destinati all’utenza del centro estivo San Fedele (trasportato), compilare l’allegato 26 per il periodo metà giugno/prima settimana di settembre;
- per i pasti destinati all’utenza del centro diurno Ergoterapico di via Buonarroti (trasportato), compilare l’allegato 26 per l’intero anno
oltre a:
- per i pasti destinati all’utenza della scuola infanzia Modigliani/Papini, compilare l’allegato 25 per il periodo inizio settembre/fine giugno;
- per i pasti destinati all’utenza del Nido Libertà, compilare l’allegato n. 26 per il periodo inizio settembre/fine luglio;
- per i pasti destinati all’utenza delle scuole primarie Volta e Rodari (trasportato), compilare l’allegato 26 per il periodo metà settembre/primi di giugno.
3) Con riferimento alle richieste di chiarimenti relative all’allegato 13, si precisa che lo stovigliame (piatti, posate, bicchieri, pentolame…) è materiale di consumo, che l’Azienda è tenuta ad integrare in caso di suo deterioramento o di insufficienza per aumento improvviso dell’utenza, per tale motivo non è stato inventariato; qualora fosse presente negli inventari dell’allegato 13 è da considerarsi puramente indicativo.

Quesito 11) 1) Rifer. art.40 del C.S.O. - Il rapporto personale/pasti nella fase di distribuzione, pulizia, sanificazione,ecc viene indicato in 1 operatore ogni 45 pasti.  Come va inteso nei plessi dove viene effettuato il doppio turno? Inoltre per la compilazione del modulo organigramma si richiede come devono essere suddivisi i pasti in presenza del doppio turno nello stesso refettorio/i.
2) Rifer. pag. 13 del Disciplinare integrativo di gara - Viene indicato che in presenza nello stesso refettorio/i di più turni mensa,per ciascun turno  dovrà essere fornito il relativo organigramma. Si richiede di precisare come e quale allegato va utilizzato o eventualmente integrato (produrre fac simile).
3) Rifer. "Armonigramma del Centro Cottura Modigliani/Papini" - pag. 14 del Disciplinare integrativo di gara. Viene precisato che deve comprendere il personale destinato alla produzione dei pasti per asilo nido, scuola infanzia e trasportato (Primaria Rodari e Volta); il personale destinato anche alla distribuzione per la scuola dell'infanzia, ecc ecc. I parametri di cui all'art. 40 del C.S.O,in fase di preparazione sono differenti fra le varie tipologie (Infanzia e Primarie 1:100 mentre per Asilo Nido 1: 35). Pertanto si richiede se nel modulo organigramma va riportato in produzione il rapporto medio n° pasti/n° persone o cos'altro.
4) Rif. SEZIONE I - BUSTA A - PUNTO 4. LOTTO 2 pag.3 del Disciplinare Integrativo di gara -  In merito alla facoltà di subappalto, si specificano i servizi che possono essere subappaltati, in misura non superiore al 30% dell'importo contrattuale quali: trasporto, manutenzione, disinfestazione e derattizzazione, forniture, lavori e installazioni. Siamo quindi a richiedere se anche le analisi di laboratorio rientrano nella categoria di servizi subappaltabili.
5) Rif. Sez. III pag.13 Lotto 2 del Disciplinare integrativo di gara - Viene richiesta la presentazione  del Menù alternativo per le Scuole Secondarie di I°,estivo ed invernale,corredato di grammature a crudo e a cotto di ogni piatto presente nel menù, relative ricette, indicazioni delle specifiche merceologiche delle derrate utilizzate per la sua realizzazione inclusa la specificazione della loro provenienza. La suddetta documentazione va intesa come allegato e quindi non conteggiata nelle 30 pagine previste per la relazione tecnica?
Risposta 11) 1): Come indicato nell’art. 40 del CSA in fase di distribuzione, pulizia e riordino per ogni turno dovrà essere rispettato il rapporto minimo di 1/45 incrementato di una unità.
A titolo puramente esemplificativo:
Primo turno: 50 utenti: personale previsto in base ai rapporti minimi di capitolato
50/45=1
+ 1 per incremento richiesto
Totale: 2 addetti/e
Secondo turno: 160 utenti; personale previsto in base ai rapporti minimi di capitolato
160/45= 3.55 ovvero 4 (per arrotondamento previsto dal CSA)
+ 1 per incremento
Totale: 5 addetti/e
Ne consegue che:
- per il primo turno nel refettorio, nel rispetto dei rapporti minimi previsti dal CSA, dovranno essere presenti almeno n. 2 addetti/e;
- nel secondo turno almeno n. 5 addetti/e.
Come indicato nel suddetto articolo la ditta potrà migliorare i rapporti numerici di cui sopra. Come indicato a pag 13 del Disciplinare integrativo di gara in presenza nello stesso refettorio/i di più turni mensa, per ciascun turno, dovrà essere fornito il relativo organigramma.
Questo vuol dire che per ogni turno relativo alla stessa sede di distribuzione dovrà essere compilato l’allegato n 27.
A titolo puramente esemplificativo:
Se in una cucina sono preparati pasti per le scuole dell’infanzia e primaria e per la scuola primaria i pasti sono distribuiti in 2 turni, dovranno essere compilati n 3 allegati 27: uno per la scuola dell’infanzia e due per i due turni della scuola primaria.
2) Come indicato a pag 13 del Disciplinare integrativo di gara in presenza nello stesso refettorio/i di più turni mensa, per ciascun turno dovrà essere fornito il relativo organigramma.
Questo vuol dire che per ogni turno relativo alla stessa sede di distribuzione dovrà essere compilato l’allegato n 27.
A titolo puramente esemplificativo:
Se in una scuola sono preparati pasti per le scuole dell’infanzia e primaria e per la scuola primaria i pasti sono distribuiti in 2 turni, dovranno essere compilati n 3 allegati 27.
Uno per la scuola dell’infanzia e due per i due turni della scuola primaria.
3) Per il Centro di cottura “Modigliani Papini”, dovranno essere compilati i seguenti allegati:
- pasti destinati all’utenza della scuola infanzia Modigliani/Papini, compilare l’allegato 25 per il periodo inizio settembre/fine giugno (durata anno scolastico);
- pasti destinati all’utenza del Nido Libertà, compilare l’allegato n. 26 per il periodo inizio settembre/fine luglio (durata anno educativo);
- pasti destinati all’utenza delle scuole primarie Volta e Rodari (trasportato), compilare l’allegato 26 per il periodo metà settembre/primi di giugno (durata anno scolastico);
- pasti destinati all’utenza del centro estivo San Fedele (trasportato), compilare l’allegato 26 per il periodo metà giugno/prima settimana di settembre;
- pasti destinati all’utenza del centro diurno Ergoterapico di via Buonarroti (trasportato), compilare l’allegato 26 per l’intero anno. I rapporti minimi tra personale e utenza  che dovranno essere garantiti sono quelli indicati nell’art. 40 del CSA per le differenti tipologie di utenza. Come indicato nel suddetto articolo la ditta potrà migliorare i rapporti minimi di cui sopra.
4) L’art. 106 del CSA pone a carico della ditta il costo di eventuali analisi microbiologiche/chimiche e/o fisiche che l’AC ritenesse opportuno eseguire e l’analisi delle acque in ogni struttura. Nel primo caso la scelta del laboratorio sarà effettuata dall’AC e alla ditta verrà inviata regolare fattura; nel secondo caso la ditta potrà avvalersi di un laboratorio di sua scelta; in questo caso, tale attività può essere subappaltata.
5) Come indicato a pagina 18 del Disciplinare integrativo di gara, dal computo saranno escluse schede tecniche ed allegati, per cui gli allegati relativi al menù alternativo quali grammature a crudo e cotto di ogni piatto presente nel menù, le relative ricette, le specifiche merceologiche delle derrate non previste dal CSA e la relativa provenienza non devono essere compresi nelle 30 pagine in cui sarà sviluppata l'offerta tecnica.

Quesito 12): 1) I pasti aggiuntivi per iniziative di carattere sociale richiesti al criterio di valutazione d) sottocriterio V a pagina 13 del disciplinare di gara, sono da intendersi come pasti extra che saranno offerti o come pasti che verranno scontati in fattura?
2) Il C.S.A. prevede, ove previste, la preparazione delle colazioni e delle merende per i nidi e le scuole dell’infanzia. Siamo a richiedere in quali scuole è prevista la produzione delle colazioni e delle merende e i quantitativi delle stesse per ciascuna scuola.
3) anche per la sostituzione di attrezzature/arredi nelle cucine e nei refettori, criterio di valutazione d) sottocriterio VI, è necessario prevedere un progetto preliminare?
Risposta 12): 1) I pasti aggiuntivi per iniziative di carattere sociale sono da intendersi come pasti che la ditta offrirà in sede di gara e che garantirà per iniziative organizzate dall’Amministrazione Comunale senza onere aggiuntivi per la stessa.
2)  Colazioni e merende scuole infanzia – a.s. 2015/2016
SCUOLA infanzia           COLAZIONI           MERENDE
San Rocco                          25                         25
Bachelet                              –                         13
Modigliani                            –                         30
Cazzaniga                           –                         10
Giotto                                 –                         22
Mirò                                   –                          50
Sant'Alessandro                  12                        15
Andersen                            –                         20
Il Cartoccino                       –                         25
Le colazione e le merende negli asili nido sono invece erogate a tutti i bambini frequentanti, in rapporto alla loro età.
3) Per la sostituzione di attrezzature e arredi il progetto deve esser presentato secondo quanto indicato alle pagine 16 e 17 del Disciplinare di gara.

Quesito 13): 1) Rif. Vostro chiarimento n° 3 del 28.10.2015 -  Detto chiarimento recita:
 "L'organigramma e timing operativo dei servizi deve essere presentato  compilando per ogni cucina,centro cottura e refettorio i moduli di cui agli  allegati 25,26 e 27.  Resta inteso che nel timing operativo dovranno essere indicati per ogni  cucina/centro cottura e/o refettorio,il monte ore giornaliero e  settimanale,gli orari di entrata e uscita del personale presente  specificando le ore effettive di lavoro e la pausa pranzo". Pertanto si richiede dove vanno indicati "gli orari di entrata e uscita del  personale presente specificando le ore effettive di lavoro e la pausa  pranzo" in quanto dette informazioni non sono contemplate nei moduli di cui  agli allegati 25,26 e 27.
2) Rif. allegato n° 30 - Si richiede di indicare gli orari di distribuzione dei pasti per i Centri ricreativi estivi (San Fedele,ecc). Inoltre nelle attività da svolgere per Cascina San Fedele non viene prevista la distibuzione dei pasti per cui si presume che le ore giornaliere di personale minime previste in ore 22 non comprendono la distribuzione.
Risposta 13): 1) Le informazioni richieste che non possono essere inserite nei moduli 25, 26 e 27 dovranno essere indicate a parte. Gli allegati dovranno riportare esclusivamente le indicazioni del monte ore del personale riferito al servizio.
2) ORARI DI DISTRIBUZIONE PASTI CENTRI RICREATIVI ESTIVI:
CENTRO ESTIVO INFANZIA:
colazione         8.30
pranzo           11.30
merenda        16.00
CENTRO ESTIVO SAN FEDELE
colazione         8.30
pranzo           12.45
merenda        16.00
L’Allegato 30 si riferisce alle attività connesse al servizio di pulizia dei Centri ricreativi estivi organizzati dal Settore Istruzione di cui all’art. 3 lettera d) del Capitolato Speciale d’Oneri mentre l’attività di distribuzione è disciplinata dalla Parte IV del Capitolato speciale d’oneri.
Pertanto le ore giornaliere di personale minime previste in ore 22 dall’allegato 30 non comprendono la distribuzione per il Centro estivo San Fedele.

Quesito 14):  1) Nel disciplinare di gara – pag. 11 – il  criterio di valutazione “1.a) – I)”  chiede la qualifica del personale addetto alla preparazione delle diete speciali: siamo a chiedere cosa si intende con il  termine preparazione
2) L’allegato n. 6 è escluso dal computo relativo al numero di pagine in cui deve essere sviluppata l’offerta tecnica?
3) Con riferimento all’art. 77 e segg. del C.S.O. in merito alla predisposizione del piano trasporti con relativa risposta siamo a chiedere, rispetto alle colazioni con orario 7.30, in quali strutture viene effettuata
Risposta 14): 1) Lotto 1 - Per preparazione delle diete speciali si intende la loro elaborazione così come stabilito dall'Art .21, pag 12  del C.S.A.
2) rispetto al Lotto 1 l'allegato 6  deve essere incluso nelle pagine in cui verrà sviluppata l'offerta tecnica.
3) Le colazioni sono distribuite nelle seguenti strutture:
SCUOLA infanzia         COLAZIONI
San Rocco                         25
Sant'Alessandro                 12
Si precisa che la suddetta tabella è riferita all'a.s. 2015/2016.

Quesito 15): Si chiedono precisazioni in merito al materiale dei contenitori termici di cui all’art. 78 del Capitolato del lotto 2.
Risposta 15): Si evidenzia che i contenitori termici devono essere del materiale indicato nell’art. 78 del Capitolato-Lotto 2  o di altro  ad esso tecnicamente equivalente.

Quesito 16): 1) Si chiede di confermare che fra le attività subappaltabili nei limiti di legge siano previste anche le pulizie e la sanificazione; 2) Si chiede di confermare che l’eventuale busta chiusa contenente la documentazione inerente i segreti tecnici e commerciali sia da inserire all’interno della busta amministrativa. 3) Ai fini della compilazione dell'allegato 28, abbiamo consultato il Consorzio Tutela Provolone Valpadana il quale dichiara che tra le aziende produttrici di Provolone Valpadana DOP non è presente la tipologia “biologico”. In virtù della dichiarazione del Consorzio, quanto richiesto dall'allegato 28 è interpretabile come la richiesta di un Provolone non DOP ma biologico? La stessa interpretazione può essere estesa ai prodotti simili dello stesso allegato?
Risposta 16): 1) Le attività di pulizia e sanificazione non sono subappaltabili; 2) si conferma che l’eventuale busta contenente la “Dichiarazione ex art. 13, c. 5, D. Lgs. n. 163/2006”, di cui al punto 4 pag. 4 del disciplinare di gara, dovrà essere inserita nella busta “A – Documentazione”. 3) Si precisa che l’offerta migliorativa di cui Allegato 28 si intende riferita al prodotto biologico pertanto, nella fattispecie, il Provolone dolce può essere offerto biologico anche se non DOP. Con riferimento invece ad altri prodotti indicati nell’Allegato 28, che si possono trovare nella medesima condizione del prodotto (Provolone dolce); quanto sopra non potrà essere applicato automaticamente ma solo previa esplicita richiesta e successiva autorizzazione.

Quesito 17): In riferimento all’art. 80 “Piano dei trasporti” del Capitolato speciale d’oneri, si chiede di specificare se i 45 minuti massimi che devono intercorrere tra confezionamento e consegna dei pasti debbano ritenersi comprensivi anche di tutta l’attività (e quindi delle connesse tempistiche) necessarie per il confezionamento dei pasti stessi.
Risposta 17): I 45 minuti indicati nel Piano dei Trasporti (art. 80 CSO) decorrono dal momento di chiusura dei contenitori termici alla loro consegna nei plessi scolastici cui sono destinati per la distribuzione.

Quesito 18): Si richiede in merito al criterio di valutazione dei prodotto locali (d.II) la ponderazione su cui verrà fatta la valutazione delle tipologie di prodotti proposti.
Risposta 18): Come indicato sul disciplinare integrativo di gara la valutazione sarà effettuata dalla Commissione in base al numero e alla tipologia di prodotti locali offerti dal concorrente.

Quesito 19): 1) In riferimento al requisito di cui al punto III.2.3) del bando di gara, e precisamente “di aver svolto con buon esito, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando, servizi analoghi a quelli oggetto del Lotto per cui si presenta offerta, di cui almeno uno di valore pari ad € 29.596.245,00 (per il Lotto 2)”, si chiede di precisare quanto segue: il suddetto requisito può intendersi soddisfatto dichiarando di aver svolto due o più servizi analoghi, nel periodo indicato, che cumulativamente raggiungano il fatturato minimo richiesto? 2) In riferimento al requisito di cui al punto III.2.3) lett. c) del bando di gara, che prevede la possibilità di produrre una “dichiarazione attestante l’impegno a formalizzare l’acquisizione della disponibilità del centro cottura entro 10 giorni dalla comunicazione di aggiudicazione provvisoria”, si chiede di precisare quanto segue: premesso che l’aggiudicazione provvisoria non costituisce garanzia o certezza di affidamento dell’appalto, è possibile dichiarare, in luogo di quanto richiesto, l’impegno a dotarsi del centro cottura entro il termine di 10 giorni antecedenti l’avvio del servizio?
Risposta 19): 1) per la dimostrazione del possesso di idonea capacità tecnica, la lex specialis richiede (punto 8 lett. a – pag. 7 – disciplinare di gara), a pena di esclusione, non solo di aver SVOLTO con BUON ESITO servizi analoghi a quello oggetto del lotto per cui si presenta offerta, ma anche che almeno UNO di questi contratti abbia un VALORE pari o superiore ad € 29.596.245,00 calcolato con riferimento al quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando. 2) viene confermata in toto la prescrizione di gara di cui al punto 8 lett. c -pag. 7 – del Disciplinare (“....... un’autocertificazione che attesti l’impegno a formalizzare l’acquisizione della disponibilità del centro cottura, individuato per l’esecuzione del servizio, entro 10 giorni dalla comunicazione di aggiudicazione provvisoria”).

Quesito 20): 1) Dal sopralluogo effettuato, lo stato di fatto di alcune scuole non corrispondente alla documentazione di capitolato. Chiediamo di ricevere planimetrie aggiornate delle scuole Anzani, Bachelet, D’Acquisto;
2) Risultano mancanti le planimetrie della scuola dell’infanzia Cazzaniga e della secondaria di primo grado L. Da Vinci;
3) Chiediamo di ricevere tutte le planimetrie in formato dwg, in quanto quelle relative a- e Centro Estivo San Fedele e CDD via Silva sono solo in formato pdf.
Risposta 20): 1) Le planimetrie aggiornate delle scuole Anzani, Bachelet e D’Acquisto sono state pubblicate tra gli allegati, del bando di che trattasi, sul sito internet comunale.
2) La planimetria aggiornata della scuola dell’infanzia Cazzaniga è stata pubblicata sul sito internet comunale mentre è corretta la planimetria della scuola secondaria di primo grado L. Da Vinci già pubblicata sul sito.
3) Le planimetrie del Centro Estivo San Fedele e del CDD di via Silva sono disponibili solo in formato pdf.

Quesito 21): CENTRO DI COTTURA – INFANZIA MODIGLIANI PAPINI – NIDO LIBERTÀ – VIA MODIGLIANI
a) In fase di sopralluogo non c'è stato comunicato l'ingresso delle materia prime e l'uscita del materiale di scarto. Si chiede ci vengano fornite tali indicazioni?
b) Si chiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto presso il nido e presso la scuola dell'infanzia?
c) Relativamente all'allegato n.25, si chiede di indicare dove vanno inserite le ore del personale adibito al trasporto dei pasti?
d) Si chiede di sapere se in contenitori termici attualmente utilizzati per il servizio dei pasti trasportati sono di proprietà dell'Ente o dell'attuale gestore?
e) Si chiede di conoscere il numero dei contenitori termici utilizzati per il trasporto dei pasti?
INFANZIA E PRIMARIA BACHELET – VIA DEBUSSY
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all'attuale stato di fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) – siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata.
b) Sono presenti doppi turni nella scuola primaria?
c) Relativamente all'allegato n.25, si chiede di indicare dove vanno inserite le ore del personale adibito al trasporto dei pasti?
d) I bambini della scuola dell'infanzia mangiano anche nelle classi?
e) Si richiede di sapere se i contenitori termici attualmente utilizzati per il servizio dei pasti trasportati sono di proprietà dell'Ente o dell'attuale gestore?
f) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto presso scuola infanzia e primaria
g) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l'ingresso delle materie prime e l'uscita del materiale di scarto - si richiede ci vengano fornite tali indicazioni
h) Si richiede di conoscere il numero dei contenitori termici utilizzati per il trasporti dei pasti.
INFANZIA ANDERSEN – CRE ANDERSEN – VIA TAZZOLI
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto presso la scuola infanzia
c) I bambini della scuola dell’infanzia mangiano nelle classi?
d) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiede ci vengano fornite tali indicazioni
e) Si richiede di conoscere il numero totale delle classi
NIDO CHICCO DI SOLE – VIA TAZZOLI
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiede ci vengano fornite tali indicazioni
b) Si richiede di conoscere il numero totale delle classi
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
PRIMARIA ALFIERI - VIA SAN FRUTTUOSO
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiede ci vengano fornite tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
INFANZIA MIRO’ – NIDO TRIANTE – VIA MONTE BIANCO
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) –siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) I bambini della scuola dell’infanzia mangiano nelle classi?
d) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
e) Si richiede di conoscere il numero totale delle classi
SECONDARIA 1° CONFALONIERI – VIA SAN MARTINO
a) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
b) Sono presenti doppi turni?
c) Il servizio presso la scuola secondaria Confalonieri è attivo per l’anno 2015/2016?
d) in fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
CRE CASCINA S. FEDELE – VIALE MIRABELLO
a) Si richiede piantina dei locali, in quanto mancante nella documentazione di gara fornita
SECONDARIA PRIMO GRADO ELISA SALA - VIA SGAMBATI
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
d) Il servizio presso la scuola secondaria Elisa Sala è attivo per l’anno 2015/2016?
SECONDARIA PRIMO GRADO BELLANI –VIA FOSCOLO
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
d) Il servizio presso la scuola secondaria Bellani è attivo per l’anno 2015/2016?
SECONDARIA PRIMO GRADO ZUCCHI –VIA TOSCANA
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
d) Il servizio presso la scuola secondaria Zucchi è attivo per l’anno 2015/2016?
SECONDARIA PRIMO GRADO L. DA VINCI –VIA MONTE AMIATA
a)  In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b)  Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c)  Sono presenti doppi turni?
d)  Il servizio presso la scuola secondaria L. da Vinci è attivo per l’anno 2015/2016?
SECONDARIA PRIMO GRADO SABIN – VIA ISEO
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
d) Il servizio presso la scuola secondaria Sabin è attivo per l’anno 2015/2016?
SECONDARIA PRIMO GRADO SANDRO PERTINI - VIA GENTILI
a)  La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori
alla cucina) –siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b)  In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) Sono presenti doppi turni?
e) Il servizio presso la scuola secondaria S. Pertini è attivo per l’anno 2015/2016?
SECONDARIA I° ARDIGO – VIA MAGELLANO
a)  In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
d) Il servizio presso la scuola secondaria Ardigò è attivo per l’anno 2015/2016?
SECONDARIA IST.COMPRENSIVO CORREGGIO – SUCCURSALE VIA POLIZIANO
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori
alla cucina) –siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) Sono presenti doppi turni?
e) Il servizio presso la scuola è attivo per l’anno 2015/2016?
INFANZIA CARTOCCINO – NIDO CEDERNA – VIA POLIZIANO
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) I bambini della scuola dell’infanzia mangiano nelle classi?
d) Si richiede il numero totale delle classi
PRIMARIA RAIBERTI –VIA RAIBERTI
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
INFANZIA CRE –PIANETA AZZURRO – VIA FERRARI
a) Si chiede di conoscere gli orari di consegna delle derrate
PRIMARIA MASIH – VIA DELLA ROBBIA
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
INFANZIA GIOTTO –PRIMARIA DANTE - VIA XX SETTEMBRE
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede planimetria delle due scuole in quanto mancanti
c) I bambini infanzia mangiano nelle classi?
d) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
e) Sono presenti doppi turni?
f) Si richiede il numero totale delle classi
PRIMARIA TACOLI – VIA PISANI
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede planimetria della scuola in quanto mancante
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) Relativamente all’allegato n. 25, si richiede di indicare dove vanno inserite le ore del personale adibito al trasporto dei pasti
e) Si richiede di sapere se i contenitori termici attualmente utilizzati per il servizio dei pasti trasportati sono di proprietà dell’Ente o dell’attuale gestore
f) Si richiede di conoscere il numero dei contenitori termici utilizzati per il trasporti dei pasti
g) Sono presenti doppi turni?
PRIMARIA ZARA – VIA CARAVAGGIO
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori
alla cucina) – siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto - si richiedono tali indicazioni
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) Sono presenti doppi turni?
PRIMARIA RUBINOWICZ – VIA MAGELLANO
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –Si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
PRIMARIA DE AMICIS – NIDO CENTRO – PIAZZA MATTEOTTI
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni per la scuola primaria?
INFANZIA SAN ROCCO e NIDO SAN ROCCO – VIA N. SAURO
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori
alla cucina) – siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) Si richiede di conoscere il numero totale delle classi
PRIMARIA OMERO – VIA OMERO
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
INFANZIA SAN ALESSANDRO – VIA S.ALESSANDRO
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di
fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) –siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) Sono presenti doppi turni?
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
e) I bambini della scuola dell’infanzia mangiano in classe?
f) Si richiede di conoscere il numero totale delle classi
PRIMARIA PUECHER - VIA GOLDONI
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di
fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) – siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
c) Sono presenti doppi turni?
d) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
PRIMARIA MUNARI – VIA MARCHE
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Sono presenti doppi turni?
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
PRIMARIA DON MILANI – VIA MONTE BIANCO
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto –si richiedono tali indicazioni
b) Sono presenti doppi turni?
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
PRIMARIA VOLTA – VIA VOLTA
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Sono presenti doppi turni?
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
PRIMARIA S. D’ACQUISTO – VIA PAGANINI
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di
fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) – siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
c) Sono presenti doppi turni?
d) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
INFANZIA – NIDO CAZZANIGA – VIA DEBUSSY
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede planimetria delle due scuole in quanto mancanti
c) Si richiede di conoscere il numero totale delle classi per la scuola dell’infanzia
d) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
e) I bambini della scuola dell’infanzia mangiano in classe?
PRIMARIA ANZANI – CDD VIA CORREGGIO di VIA CORREGGIO
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di
fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) – siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) Sono presenti doppi turni?
PRIMARIA RODARI – VIA AMUDSEN
a) La piantina allegata alla documentazione di gara non corrisponde all’attuale stato di
fatto dei luoghi (indicazione sbagliata del posizionamento dei refettori, cucina e/o locali accessori alla cucina) – siamo pertanto a richiedere piantina aggiornata
b) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle derrate e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
c) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
d) Sono presenti doppi turni?
PRIMARIA CITTERIO – VIA COLLODI
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
PRIMARIA BUONARROTI – VIA PIER DELLA FRANCESCA
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
PRIMARIA MANZONI – VIA MAMELI
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni
b) Si richiede di sapere quali sono gli orari di distribuzione del pasto
c) Sono presenti doppi turni?
CDE – VIA BUONARROTTI
a) Il CDE Buonarroti è da considerarsi nell’elenco delle scuole da Voi segnalato? Nel caso, segnaliamo l’assenza della planimetrica dei locali della distribuzione – si richiede tale planimetria
CDD – VIA SILVA
a) In fase di sopralluogo non ci è stato comunicato l’ingresso delle materie prime e l’uscita del materiale di scarto – si richiedono tali indicazioni.
Risposta 21): - L’ingresso delle materie prime e l’uscita dei materiali di scarto nelle diverse strutture sono aspetti da acquisire in sede di sopralluogo nelle strutture stesse.
- Per gli orari di distribuzione dei pasti nelle diverse strutture si rimanda alla risposta 8) punto 11 dei chiarimenti pubblicati sul sito internet comunale.
- Nelle sedi dove non esiste un refettorio i bambini mangiano nelle classi. La situazione esistente in ogni struttura ed il numero di classi deve essere verificata dalla ditta che intende partecipare alla gara di appalto durante i gli appositi sopralluoghi.
- Per le strutture ove è attivo il doppio turno si rimanda al File Scuole con doppio turno.pdf pubblicato tra gli allegati della gara di che trattasi sul sito internet comunale.
- Il personale addetto al trasporto  deve essere inserito nell’allegato 25 in fase di produzione, specificando nella riga dove si indica il livello e qualifica il fatto che è addetto al trasporto.
- I contenitori termici impiegati per il trasporto dei pasti veicolati sono di proprietà dell’azienda che attualmente gestisce il servizio.
- Il numero di contenitori termici necessari per il trasporto dei pasti veicolati dovrà essere valutato dalla ditta che intende partecipare alla gara in funzione dell’utenza prevista.
- Gli orari di consegna delle derrate presso la cucina Pianeta Azzurro sono quelli definiti all’art. 63 del CSA –lotto 2.
- Per quanto riguarda il numero totale delle classi si precisa quanto segue:
Le classi della scuola dell’infanzia Andersen sono n. 6
Le classi della scuola dell’infanzia Mirò sono n. 6;
Le classi della scuola dell’infanzia Cartoccino sono n. 8;
Le classi della scuola dell’infanzia Giotto sono n. 3;
Le classi della scuola dell’infanzia San Rocco sono n. 5;
Le classi della scuola dell’infanzia Sant’Alessandro sono n. 3;
Le classi della scuola dell’infanzia Cazzaniga sono n. 8;
Tutti i nidi hanno 3 sezioni.
- Per quanto riguarda le scuole dove è attivo il servizio di ristorazione si precisa quanto segue:
Il servizio ristorazione presso la scuola Confalonieri è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Sala non è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Bellani è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Zucchi è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Leonardo da Vinci è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Sabin è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Pertini è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Ardigò è attivo nell’a.s. 2015/2016
Il servizio ristorazione presso la scuola Poliziano è attivo nell’a.s. 2015/2016
- Le planimetrie aggiornate sono state pubblicate tra gli allegati della gara di che trattasi sul sito internet comunale.
- Le planimetria della Cascina San Fedele, della scuola Dante/Giotto, sono presenti negli allegati di gara.
- Il CDE di via Buonarroti è da considerarsi unicamente come punto di consegna dei pasti.

Quesito 22): Nel modello 2015_Ristorazione_ModelloREQFIN, nella seconda pagina, si evince quanto segue:
NEL CASO DI PARTECIPAZIONE AD ENTRAMBI I LOTTI:
- che la societa possiede e allega n. ……… dichiarazioni bancarie per il lotto 1, rilasciate da istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del D.Lgs. 385/1993,
attestanti la solidita finanziaria ed economica del concorrente. (vedasi punto 7 – pag. 7 del Disciplinare).  Trattasi di refuso?
Risposta 22): Si evidenzia che sul modello REQFIN, pubblicato sul sito internet comunale, per mero errore materiale è indicato:
“NEL CASO DI PARTECIPAZIONE AD ENTRAMBI I LOTTI
- che la società possiede e allega n. ….. dichiarazioni bancarie per il lotto 1, rilasciate da istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del D.Lgs. 385/1993, attestanti la solidità finanziaria ed economica del concorrente.”
Si precisa che nel caso di partecipazione a entrambi i lotti occorre produrre le referenze bancarie indicate al punto 7 pag. 7 del disciplinare di gara e modificare il modello REQFIN in base alle referenze prodotte.

Quesito 23):
1) Al quesito 3.2) rispondete che ‘‘L’allegato 26 deve essere utilizzato per il personale assegnato al centro cottura aziendale per la preparazione dei pasti del Comune di Monza [.…]’’; al quesito 10.2) rispondete che  ‘‘[…] per i pasti destinati all’utenza del Nido Libertà, compilare l’allegato n. 26 per il periodo inizio settembre/fine luglio’’.
Si chiede di voler confermare quale sia la risposta corretta da tenere in considerazione
2) Al quesito 11.1)  rispondete che ‘‘[…] se in una cucina sono preparati pasti per le scuole dell’infanzia e primaria e per la scuola primaria i pasti sono distribuiti in 2 turni, dovranno essere compilati n.3 allegati 27.
Si chiede pertanto di voler chiarire se per quanto riguarda la produzione, debba essere compilato l’allegato 25 o 26.
Qualora venga prevista la compilazione dell’allegato 25, si chiede di confermare che all’interno dello stesso NON debba essere previsto il personale in distribuzione.
3) Si richiede infine, al fine di presentare offerta congrua e in linea rispetto alle richieste della Vostra Spett.le Amministrazione, di voler ulteriormente chiarire e illustrare le esatte modalità di compilazione degli allegati relativi al personale n.25, 26, 27.
Risposta 23): Per la compilazione degli allegati 25 – 26 – 27 si rimanda al file “Precisazioni sulle modalità di compilazione degli allegati 25-26-27” pubblicato tra gli atti di gara sul sito internet comunale.

Quesito 24): 1) In rif. alla Vs. risposta al chiarimento n. 11) 1) si chiede di confermare che l'incremento di una unità sia da riferirsi ai soli plessi con doppio turno, solo in fase di distribuzione e non anche in fase di preparazione;
2) In rif. agli allegati n. 25 “Modulo Organigramma – prospetto personale – cucina in loto”, n. 26 “Modulo organigramma – prospetto personale – centro cottura” e n. 27 “Modulo organigramma – prospetto personale in distribuzione – servizio veicolato”, si chiede di indicare in quale dei prospetti appena richiamati vada inserito il personale riportato dalla Stazione Appaltante nell'Allegato 30 “Pulizia Centri Estivi ricreativi” relativo alle attività connesse al servizio di pulizia dei Centri ricreativi estivi.
Risposta 24): 1) Si conferma che l’incremento di un’unità nei plessi con doppio turno è relativo alla sola fase di distribuzione/sanificazione.
2) Il personale per le attività nei centri estivi S. Fedele, SDI Andersen, Pianeta Azzurro, di cui all’Allegato 30 del CSA, deve essere inserito in moduli appositamente predisposti dalle concorrenti. In particolare per ogni centro estivo e per ogni periodo di funzionamento dello stesso si richiede la presentazione dell’organigramma e del relativo timing operativo.

Quesito 25): 1) Lotto 1: dato l’esiguo numero di pagine chiediamo se all’offerta tecnica relativa alla fornitura derrate possono essere allegati: Curriculum - Allegato 6 “Tabella prodotti migliorativi offerti” - Schede Tecniche Prodotti - Menù alternativi proposti e grammature a cotto e a crudo - e se tali documenti, qualora allegati, saranno oggetto di valutazione a fronte di quanto specificato a pag. 11 del Disciplinare
2) Lotto 2:   in relazione alla risposta nr. 11 si chiede, per le scuole dove è previsto il doppio turno, il numero di utenti per ciascun turno.
3) Si chiede:
-  l’orario di consumo del pasto del Centro Diurno Ergoterapico;
- se il doppio turno presso la scuola media Confalonieri  è  previsto anche nella giornata di mercoledì dove sono previsti 37 pasti (Allegato 3.a);
- se il doppio turno presso la scuola media Bellani è  previsto anche nella giornata di giovedì dove sono previsti 35 pasti (Allegato 3.a);
- se per la primaria Volta il doppio turno è previsto anche nella giornata di venerdì dove sono previsti 48 pasti (Allegato 3.a).
- in relazione alle oscillazioni dei pasti relativi alle diverse scuole in quali giorni è previsto doppio turno presso le scuole secondarie di Confalonieri Sede, Ardigò e Bellani e presso le scuole primarie Volta e Salvo d’Acquisto.
Risposta 25): 1) Rispetto al numero di pagine relative all’offerta tecnica del Lotto 1, vengono confermate le prescrizioni di cui a pag. 11  del disciplinare “L'offerta tecnica dovrà essere contenuta in una relazione di  massimo 15 pagine complessive (sviluppate solo su una facciata e con libera impostazione grafica; è richiesto un carattere di dimensione non inferiore a 10), escludendo dal computo le schede tecniche. SI PRECISA CHE LE PARTI DI TESTO  ECCEDENTI, NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE PER LA VALUTAZIONE”.
2) Lotto 2 - Si comunicano i plessi con doppio turno con i rispettivi presenti. I numeri indicati sono riferiti all’a.s. 2015/2016 e potranno subire modifiche nel corso dell’appalto
    
SCUOLA                                             1° TURNO            2° TURNO
RODARI                                                     150                 125
VOLTA                                                       120                 110
MASIH                                                        90                  130
RAIBERTI                                                  115                 120
DE AMICIS                                                115                   85
BACHELET                                                   70                   80
MUNARI                                                     180                 115
ZARA                                                        160                  130
DON MILANI                                              210                    55    
DANTE                                                      130                    80
ALFIERI                                                     160                  145
ANZANI                                                     150                  220
CITTERIO                                                  150                  155        
OMERO                                                       90                    55        
SANT'ALESSANDRO                                 50                    40        
ARDIGO'                                                     65                    65
CONFALONIERI SEDE LUNEDI'               20                    50        
BELLANI LUNEDI'                                      65                    60
BELLANI MERCOLEDI'                               40                    45
BELLANI VENERDI'                                   40                    45
3) Si precisa che nell'a.s. 2015/2016:
- il consumo del pasto presso il Centro Ergoterapico, per il corrente anno, è previsto per le ore 13.00, tale orario è indicativo in quanto è soggetto a modifiche;
- presso la Scuola Confalonieri sede - il doppio turno è previsto solo nella giornata di lunedì;
- presso la Scuola Bellani - il doppio turno non è previsto nella giornata di giovedì; è previsto nelle giornate di lunedì, mercoledì, venerdì;
- presso la Scuola Volta - il doppio turno non è previsto nella giornata di venerdì; è previsto dal lunedì al giovedì;
- presso la Scuola Ardigò: il doppio turno è previsto nelle giornate di lunedì e mercoledì;
- presso la Scuola Salvo d’Acquisto: nell’a.s. 2015/2016 non è previsto il doppio turno.
Tali informazioni sono indicative poiché riferite all’a.s. 2015/2016, nell’arco di durata del contratto potranno pertanto subire modifiche in base all’organizzazione scolastica.

Quesito 26): Rif. allegato 30 - Centro ricreativo Estivo San Fedele - In detto allegato vengono riportate le operazioni giornaliere che dovranno essere effettuate dagli operativi preposti. Per "predisposizione refettori per il pranzo" si intende l'apparecchio dei tavoli? L'apparecchio, sparecchio e pulizia dei tavoli relativi al servizio di colazione e merenda si intendono ricompresi in tali operazioni giornaliere o devono essere effettuate dal personale addetto alla distribuzione?
Risposta 26): Per “predisposizione refettori per il pranzo” non si intende l’apparecchiatura (che è compito del personale di cucina), ma la preparazione dei tavoli per il pranzo, procedendo all’eventuale sbarazzo del materiale utilizzato dai ragazzi per il gioco. Le operazioni di sparecchiatura, pulizia di tavoli e pavimenti e riassetto generale dei refettori relativi al servizio di colazione e merenda, si intendono ricomprese nelle operazioni giornaliere del personale ausiliario.

Quesito 27): Servizio di ristorazione scolastica e servizio pasti a persone anziane/adulte in situazioni di fragilità sociale LOTTO 2: Relativamente al contratto di avvalimento, stante il fatto che la legge non prevede che sia specificato nello stesso il corrispettivo pattuito tra le parti e considerando inoltre che la precisazione del corrispettivo pattuito può essere considerata un’anticipazione dell’offerta economica, chiediamo conferma che non sia necessario riportare tale corrispettivo nel contratto.
Risposta 27): Si evidenzia che, come stabilito a pag. 10 del Disciplinare di gara e in conformità all’art. 88 del D.P.R. n. 207/2010, gli elementi da indicare nel contratto di avvalimento, a pena di esclusione, risultano essere: le risorse (materiali ed immateriali) prestate dall'ausiliaria (pag 10 disciplinare: “Il contratto deve riportare, a pena di esclusione, in modo compiuto, esplicito ed esauriente le risorse -materiali ed immateriali- prestate dall'ausiliaria”). Le ulteriori richieste inserite nella lex specialis non stabilite a pena di esclusione (“Inoltre, si chiede che nel contratto siano precisati il vincolo negoziale ed il corrispettivo pattuito e siano indicate le modalità operative con cui i requisiti prestati verranno concretamente messi a disposizione per tutta la durata dell'affidamento”), trovano  il proprio ancoraggio nell’ambito della nozione civilistica di negozio giuridico e derivano dalla necessità di verificare l’effettività e la serietà del rapporto intercorrente tra ausiliaria e ausiliata, nonché di scongiurare il rischio di “avvalifici”. Ciò non toglie che le parti possano stabilire che il contratto sia a titolo gratuito, purché emergano l’interesse che ha guidato l’ausiliaria nell’assumere senza corrispettivo gli obblighi derivanti dal contratto di avvalimento e le relative responsabilità. Si evidenzia, inoltre, che la previsione di un prezzo nell’ambito di un contratto a prestazioni corrispettive, non viola il principio della segretezza dell’offerta economica, trattandosi di controprestazione rimessa dalla legge alla libera contrattazione tra le parti e rispetto alla quale né la normativa in materia né la giurisprudenza prevedono la possibilità di un divieto da parte della stazione appaltante. Risulta, pertanto, un elemento del negozio giuridico avulso dal consentire la ricostruzione e la conoscibilità dell’offerta economica.

Quesito 28): 1) In riferimento alla capacità produttiva richiesta al centro cottura che la ditta deve mettere a disposizione per la produzione dei pasti per le scuole secondarie (Art. 8 punto c.1. del disciplinare), pari a 2.000 pasti al giorno si evidenzia che a fronte della reale produzione giornaliera con punte massime di 732 pasti risulterebbe essere irragionevolmente spropositata alle reali necessità produttive per lo svolgimento del servizio. E’ corretto pertanto intendere che il parametro richiesto di 2.000 pasti giornalieri sia un refuso?.
2) In riferimento al quesito e alla risposta n. 25 paragrafo 2 si evidenziano notevoli discrepanze tra i pasti pubblicati negli allegati al capitolato nr. 2, 2a, 3 e 3a e quelli comunicati nel suddetto chiarimento. Si richiede pertanto quale dato debba essere tenuto in considerazione (quello da chiarimento o quello da CSA) per l’elaborazione degli allegati 25, 26 e 27.
Risposta 28): 1) Il Disciplinare Integrativo prevede, tra i requisiti di gara, che il centro cottura aziendale riservi alla stazione appaltante una produzione giornaliera non inferiore a 2000 pasti. L’Amministrazione Comunale, quindi, per tutta la durata del contratto deve poter contare su un centro cottura caratterizzato da tale capacità produttiva, pertanto, il parametro indicato non è da considerarsi un refuso.
2) I valori dei pasti riportati nei chiarimenti e negli allegati n. 2, 2a al CSA non coincidono perché sono riferiti ad anni scolastici differenti. I pasti indicati nella risposta al quesito n. 25, paragrafo 2, fanno riferimento all'anno scolastico in corso (2015/16) mentre i pasti di cui agli allegati 2, 2a al CSA all'anno scolastico 2014/15. Poiché annualmente il numero dei pasti è soggetto a variazioni legate all’andamento delle iscrizioni e alle scelte del tempo scuola da parte delle Istituzioni scolastiche e delle famiglie, i dati da considerare per l'elaborazione degli allegati 25, 26 e 27 sono quelli riportati sugli allegati n.2, 2a al CSA.

Data creazione: Mon Sep 21 10:14:28 CEST 2015

Pagine collegate

Piano Neve

Ogni anno il Comune predispone un Piano per lo sgombero della neve dalle strade.

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare