Servizi

Servizi complementari alla gestione in economia dei Centri Diurni Disabili - Lotto Unico. Codice CIG 6274388CC3.

Scadenza: Tue Jun 30 09:55:00 CEST 2015

Sedute di gara: Seduta di gara per comunicazione esito valutazione di congruità e aggiudicazione provvisoria 25/09/2015 ore 14,00 presso il Servizio Gare, stanza 334 – 3° piano Palazzo Municipale”

Presenza Criteri Ambientali minimi: Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 32 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 87 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 102 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 46 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 54 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Determina (formato PDF - 310 KB)
Icona documento 'Formato PDF' DUVRI (formato PDF - 58 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Inquadram_operatori (formato PDF - 16 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda Tecnica (formato PDF - 15 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Dich. (formato PDF - 153 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello No Esclusione (formato PDF - 100 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Art. 38 (formato PDF - 96 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Req. Fin. (formato PDF - 51 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Req. Tecn. (formato PDF - 53 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello ATI (formato PDF - 81 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Aggiudicazione provvisoria (formato PDF - 48 KB)

CHIARIMENTI

 Quesito 1): Si chiede quale soggetto stia ad oggi gestendo i servizi oggetto della gara (denominazione e sede).
 Risposta 1):  I soggetti che ad oggi gestiscono i servizi oggetto della gara sono i seguenti:
- Cooperativa Lombarda FAI Soc. Coop. Sociale Onlus di Monza;
- Sociosfera Onlus Soc. Coop. Sociale di Seregno;
- Cooperativa Sociale CIMAS Onlus di Saronno.


Quesito 2):   1) Tra le condizioni di partecipazione, al punto III.2.3, pag. 3 del Bando di Gara, si richiede “a pena di esclusione, autocertificazione con la quale il concorrente dichiara di aver svolto con buon esito, nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando, servizi socio-assistenziali nell’ambito di strutture residenziali e/o centri diurni/semiresidenziali e/o servizi domiciliari, di cui almeno un contratto di importo pari o superiore a euro 800.000,00 (Iva esclusa). Il concorrente dovrà specificare in sede di gara i committenti (pubblici o privati) dei servizi, le prestazioni svolte, le strutture di riferimento, gli importi contrattuali e i periodi di esecuzione”. Si richiede se possono soddisfare il requisito autocertificazioni relative alla gestione completa di una struttura tipo CDD (quindi comprendente anche servizi socio educativi, socio sanitari, socio riabilitativi oltre che socio assistenziali). 2) Con riferimento alla tabella relativa agli inquadramenti del personale che attualmente opera su servizio si chiede di sapere altresì se vi sono eventuali superminimi ad integrazione del minimo salariale previsto dal CCNL di riferimento. 3)  Si chiede di poter sapere l’attuale gestore del servizio. 4) Con riferimento al Disciplinare di gara, pagina 8, si chiedono chiarimenti rispetto all’acronimo “PAI” indicato nel SUB-CRITERIO “1.6. Compiti /mansioni e piano di lavoro dell’animatore; modalità di raccordo e collaborazione con il personale educativo per il raggiungimento degli obiettivi del PAI di ciascun utente”. Si desidera comprendere se si voleva far riferimento al PEI (Piano Educativo degli Interventi, come da normativa 1765 dell’08/05/2014), oppure si chiede di definire tale acronimo.


Risposta 2):    1) possono soddisfare il requisito di partecipazione di cui al punto III.2.3, pag. 3, del bando di gara, autocertificazioni relative alla gestione completa di una struttura tipo CDD e quindi comprendente anche servizi socio educativi; 2) solo il soggetto attualmente gestore dei servizi socio-assistenziali e infermieristici applica a favore del proprio personale impiegato nell'appalto l'elemento retributivo territoriale (ERT) dovuto in base alla contrattazione di 2° livello; 3)  vedasi chiarimento pubblicato sul sito internet comunale; 4)  l'indicazione di PAI anziché PEI è da ritenersi mero errore materiale di trascrizione; pertanto si conferma che il rifeirmento è il Piano Educativo degli interventi coma da normativa 1765/2014.

Quesito 3): 1) Si chiede conferma che la ditta aggiudicataria NON dovrà coprire i costi per le utenze, i pasti agli utenti, i mezzi per gli accompagnamenti da e per il centro e le attività eventuali sul territorio, l’autista dei mezzi, i materiali per le attività; 2) Rispetto all’elenco fornito dell’organico attuale si chiede: - il numero di scatti maturati dal fisioterapista con contratto a tempo indeterminato;- se il monte ore settimanale viene svolto su entrambi i servizi oppure se attualmente le équipe dei 2 CDD siano separate; 3)  Si chiede di offrire un dettaglio della eventuale frequenza part-time degli utenti; 4) Si chiede conferma che NON occorra garantire anche la presenza di educatori; 5) Si chiede a quanto ammontano le spese di pubblicazione del bando che l’aggiudicatario dovrà rifondere all’Ente; 6) Si chiede il nominativo dell’attuale gestore del servizio.

Risposta 3) : 1) Da tutto il complesso costituito da capitolato, scheda tecnica dei servizi, disciplinare e bando si comprende che l’oggetto dell’appalto non è la completa gestione dei centri e, quindi, i costi di cui al quesito NON saranno a carico dell’impresa aggiudicataria; 2) 2.1 - Si conferma quanto indicato nell’elenco pubblicato sul sito e cioè 6 scatti di anzianità. 2.2 - Si rinvia a quanto indicato dalla scheda tecnica del servizio pubblicata sul sito nella quale è indicato il dettaglio del monte ore di attività richiesto per ogni Centro; 3) Non sono previste frequenze part-time degli utenti; 4) Si rinvia alla risposta di cui al punto 1);  5) Come si evince dalla disciplina di gara (bando e disciplinare) non vi sono costi di pubblicazione da rimborsare; 6) Vedasi chiarimento pubblicato sul sito internet comunale.

Quesito 4): Si chiede se il concorrente in possesso di certificazione serie UNI EN ISO 9001, rilasciata da ente accreditato, per i servizi socio-assistenziali può usufruire della riduzione del 50% prevista dal codice degli appalti art. 40 comma 7 per il suddetto appalto che comprende anche servizi infermieristici , riabilitativi e di animazione non certificati.
Risposta 4): Si conferma la prescrizione di cui al punto 1 pag. 2 del Disciplinare di gara “I concorrenti  in possesso della certificazione di qualità, in corso di validità, possono usufruire della riduzione del 50% dell’importo della cauzione provvisoria, ai sensi dell'art. 75, comma 7, del D.Lgs. 163/2006, allegando il relativo certificato in copia conforme ai sensi di legge”.
Si precisa che sia la lex specialis che la normativa in materia di riduzione della cauzione provvisoria (art. 75, c. 7, D. Lgs. n. 163/06; per i lavori pubblici: art. 40, c.7, D. Lgs. n.163/06)  non richiedono la corrispondenza della certificazione di qualità all'oggetto dell'appalto, né prevedono la sussistenza di specifiche condizioni, oltre al possesso della certificazione per poter  beneficiare del dimezzamento.


Quesito 5): 1) Riguardo alla stesura dell’offerta tecnica si chiede se con la dicitura, di cui a pag. 9 del DISCIPLINARE “dimensione carattere non superiore a 12”, si intenda la possibilità di usare caratteri di dimensione inferiore; 2):  Si chiede conferma che l’indice e la copertina siano escluse dal limite delle 15 pagine richiesto per la stesura dell’offerta tecnica; 3): Si chiede conferma che non sono ammessi allegati (es. curriculum del coordinatore proposto).
Risposta 5): 1) Può essere utilizzato un carattere inferiore, purché la dimensione scelta consenta una agevole lettura da parte dei membri della Commissione giudicatrice; 2): si conferma che l'indice e la copertina non sono da computare nel limite delle 15 pagine; 3): non sono richiesti allegati.

Quesito 6): 1) Punto 1 Disciplinare di gara. In caso di partecipazione in ATI la cauzione provvisoria deve essere intestata al raggruppamento  con espressa indicazione di ogni impresa associanda. E’ possibile intestare la fidejussione alla capofila con appendice per l’estensione alla impresa mandante?; 2) Punto 1 Disciplinare di gara. Il certificato di qualità deve essere allegato in copia conforme ai sensi di legge. E’ accettata la fotocopia del certificato con allegata autocertificazione di conformità ai sensi del dpr 445/2000?; 3):  Mod DICH. Si richiede di allegare conforme dell’Atto costitutivo e dello Statuto. E’ accettata la fotocopia del certificato con allegata autocertificazione di conformità ai sensi del dpr 445/2000?.
Risposta 6): 1) E' ammessa la possibiltà di intestare la polizza fidejussoria alla capogruppo con appendice per l'estensione alla mandante; 2) E' ammessa l'autocertificazione di conformità ai sensi del DPR n. 445/2000; 3): E' ammessa l'autocertificazione di conformità ai sensi del DPR n. 445/2000.

Quesito 7): In merito alla previsione del punto 1 del disciplinare che "la cauzione provvisoria dovrà garantire il pagamento della sanzione pecuniaria ex art 38 2-bis comma 1 dlgs 163/06 pari a € 1038", si chiede se l'importo di € 1.038 vada ricompreso nell'importo di € 20.760 o vada aggiunto per un totale garantito pari a € 21.798, oppure a  € 11.418 nel caso di presenza di certificazione ISO 9001:2008;
Risposta 7): Non è richiesta una maggiorazione dell'importo stabilito al punto 1 (pag. 1) del Disciplinare di gara, a titolo di cauzione provvisoria; la garanzia dovrà contenere la seguente clausola: “La cauzione provvisoria dovrà garantire, a pena di esclusione, il pagamento in favore della stazione appaltante della sanzione pecuniaria di cui agli artt. 38, comma 2-bis, e 46, comma 1 - ter, del D. Lgs. 163/06 nella misura pari a euro 1.038,00”.

Data creazione: Mon Jun 08 12:27:50 CEST 2015

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare