Servizi

Servizi di assistenza educativa finalizzata all'integrazione scolastica degli alunni con disabilità ed alla integrazione territoriale (Lotto unico) - CIG 7505737A1B

Scadenza: Mon Jul 16 14:02:00 CEST 2018

Sedute di gara: Seduta di gara per comunicazione esito attività valutativa e apertura offerte economiche giorno 12/10/2018 ore 10,00, presso il Servizio Gare - I° piano Palazzo Municipale (p.zza Trento e Trieste – Monza), seduta pubblica per apertura offerte tecniche

Presenza Criteri Ambientali minimi:

Icona documento 'Formato PDF' Determina a Contrarre (formato PDF - 761 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 226 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 2427 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 257 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Codice Etico (formato PDF - 46 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 26 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 1 (formato PDF - 104 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato 2 (formato PDF - 93 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Elenco personale (formato PDF - 25 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Dichiarazioni (formato PDF - 70 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello DGUE (formato PDF - 45 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello RTI (formato PDF - 34 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Nota Esplicativa (formato PDF - 262 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Nota Esplicativa 2 (formato PDF - 213 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tabella allegata al chiarimento n. 22 (formato PDF - 681 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Elenco Partecipanti (formato PDF - 28 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Verbale seduta del 17-7-2018 (formato PDF - 527 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Verbale seduta del 25-7-2018 (formato PDF - 218 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Determina nomima Commissione (formato PDF - 205 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Determina Sostituzione componente Commissione (formato PDF - 208 KB)
Icona documento 'Formato PDF' CV - Componente Commissione (formato PDF - 134 KB)
Icona documento 'Formato PDF' CV - Componente Commissione (formato PDF - 2000 KB)
Icona documento 'Formato PDF' CV - Componente Commissione (formato PDF - 3000 KB)

CHIARIMENTI

1) Quesito: 1) Si chiede precisazione rispetto al monte ore presunto complessivo di servizio posto a base d’asta, stimato in 61.150 ore/anno: le ore di coordinamento (1440) e le ore di supervisione (60 e 30 per lo spazio inclusione) comprese nella base d’asta (art. 3 punto 3 del CSA) sono da considerarsi aggiuntive rispetto alle 61.150 o comprese all’interno di esse?; 2)Si chiede di conoscere il nominativo della ditta che gestisce attualmente il servizio; 3)Si chiede di poter conoscere il numero medio annuo di pasti consumati dagli operatori a scuola nell’esecuzione del servizio e il costo del singolo pasto.

1) Risposta: 1) La prestazione prevede presunte n. 61.150 ore educatori per anno scolastico. Dovranno altresì essere fornite come da art. 3 punto 3 almeno ulteriori 1440 ore di coordinamento e n. 60 ore di supervisione annua per gli educatori e n. 30 ore di supervizione annua per la Spazio Inclusione. Tali ore sono da erogarsi oltre le n. 61.150, ma la base d’asta ricomprende già il corrispettivo dovuto per il coordinamento e la supervisione e quindi non dovranno essere fatturate oltre le 61.150 ore; 2) ATI Cogess – Diapason – Solaris; 3) I pasti consumati sono circa 1500 annui. Il costo pasto a carico del personale educatore sarà pari ad € 4,54 + Iva 4%= € 4.72 se consumato presso scuole o strutture statali/comunali – corrispondente al prezzo di aggiudicazione dell’appalto di refezione scolastica. Il totale delle somme dovute verrà incassato, come rimborso, mediante emissione fattura da parte dell’Ufficio Servizi scolastici.

2) Quesito: 1) Inottemperanza alla legge 241/90 e s.m.i si chiede di conoscere il nominativo dell’attuale gestore del servizio e quali siano gli attuali prezzi di gestione o in alternativa di avere copie delle precedenti delibere di aggiudicazione; 2) In riferimento al dettaglio di procedura SINTEL si fa presente che l’importo a base d’asta risulta essere caricato pari a € 21,50 contro quelli effettivi € 21,475; 3) In riferimento alle comprove di cui al punto 7.2 del Disciplinare di gara, si chiede conferma che le stesse saranno richieste all’impresa aggiudicataria del servizio; 4) In riferimento ai certificati di cui al punto 7.3 del Disciplinare di gara, si precisa che la Legge 183/2011, art. 15 c 1 prevede che “Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47”. Dal momento che le attestazioni di buon esito richieste non possono essere prodotte dalla concorrente in quanto devono essere richieste dalla Vs. Amministrazione, si chiede se al posto delle certificazioni la Scrivente possa produrre autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000; diversamente, si chiede come debba agire la Scrivente per la dimostrazione dei requisiti richiesti al fine della partecipazione alla procedura in oggetto; 5) Si chiede di indicare il costo del pasto; 6) Il D.Lgs. 50/2018, modificato dal correttivo del 19/04/2017 stabilisce che a far data dal 18 aprile 2018 il Documento di gara unico europeo (DGUE) dovrà essere reso disponibile esclusivamente in forma elettronica, nel rispetto di quanto previsto dal Codice dei contratti pubblici (art. 85, comma 1), pertanto, per le procedure di gara bandite dal 18 aprile 2018, le stazioni appaltanti predisporranno ed accetteranno il DGUE in formato elettronico secondo le disposizioni del DPCM 13 novembre 2014 e quindi i documenti di gara dovranno contenere le informazioni sullo specifico formato elettronico del DGUE, l’indirizzo del sito internet in cui è disponibile il servizio per la compilazione del DGUE (LINK) e le modalità con le quali il DGUE elettronico deve essere trasmesso dall’operatore economico alla stazione appaltante. SULLA BASE DI QUANTO INDICATO SI CHIEDE DI INDICARE IL LINK PER LA PROCEDURA IN OGGETTO LA MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DEL MOD. DGUE; 7) In riferimento alla base d’asta complessiva si fa presente:

a) se moltiplichiamo le 61.150 ore annuali previste x € 21,475 si ottiene € 1.313.196,25

b) importo base annua determinato dividendo € 5.258.900,00:4 anni si ottiene € 1.314.725,00

c) si determina una differenza di € 1.528,75

alla luce di quanto indicato si chiede di chiarire tale discrepanza

8) si chiede conferma che non siano richieste referenze bancarie; 9) si chiede di indicare l'importo delle spese di pubblicazione.

2) Risposta: 1) ATI Cogess – Diapason – Solaris. Il capitolato relativo alla precedente procedura (dt 2327/2011) comprendeva prestazioni parzialmente differenti da quelle richieste dalla nuova procedura ed è pertanto difficilmente comparabile. Si comunicano comunque i diversi prezzi applicati nel precedente appalto per le diverse prestazioni (ad oggi ricomprese nell’unica base d’asta di 21,50 + IVA compresi oneri per la sicurezza – base d’asta su cui applicare ribasso € 21,475): Assistenza educativa scolastica = 21,30 + IVA - ADH = 21,60 + IVA - Coordinamento = 24,26 + IVA; 2) La base d'asta di € 21,50 + IVA risultante dalla Piattaforma Sintel comprende l'importo relativo agli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso pari a € 0,025; 3) Si conferma; 4) Il concorrente dovrà autocertificare il possesso del requisito di capacità tecnica richiesta nel punto 7.3 del Disciplinare di gara mediante dichiarazione resa nel modello DGUE -Parte IV - Criteri di selezione Lett. C - Capacità tecnica e professionale – e contenente tutte le informazioni richieste dal punto 7.3 del Disciplinare di gara. La comprova del requisito, laddove non è verificabile d’ufficio presso pubbliche amministrazioni, è fornita secondo le disposizioni di cui all’art. 86 e all’allegato XVII, parte II, del Codice. In caso di servizi prestati a favore di pubbliche amministrazioni o enti pubblici mediante l’acquisizione di originale o copia conforme dei certificati rilasciati dall’amministrazione/ente contraente, con l’indicazione dell’oggetto, dell’importo e del periodo di esecuzione. In caso di servizi prestati a favore di committenti privati, mediante l’acquisizione di originale o copia autentica dei certificati rilasciati dal committente privato, con l’indicazione dell’oggetto, dell’importo e del periodo di esecuzione.; 5) Il costo pasto a carico del personale educatore sarà pari ad € 4,54 + Iva 4%= € 4.72 se consumato presso scuole o strutture statali/comunali – corrispondente al prezzo di aggiudicazione dell’appalto di refezione scolastica. Il totale delle somme dovute verrà incassato, come rimborso, mediante emissione fattura da parte dell’Ufficio Servizi scolastici; 6) In merito trova applicazione quanto stabilito dal Ministero Infrastrutture e Trasporti con comunicato del 30/3/2018 pubblicato sul sito: “Fino al 18 ottobre 2018 – data di entrata in vigore dell'obbligo delle comunicazioni elettroniche ex art. 40, comma 2, del Codice dei Contratti pubblici – le stazioni appaltanti che non dispongano di un proprio servizio di gestione del DGUE in formato elettronico, o che non si servano di altri sistemi di gestione del DGUE, richiederanno nei documenti di gara all'operatore economico di trasmettere il documento in formato elettronico, compilato secondo le modalità ivi indicate, su supporto informatico all'interno della busta amministrativa o mediante piattaforma telematica di negoziazione eventualmente utilizzata per la presentazione delle offerte”. La scrivente stazione appaltante in applicazione del riportato Comunicato MIT ha richiesto, in sede di gara, il DGUE in formato elettronico, compilato secondo le modalità ivi indicate, mediante la piattaforma telematica di negoziazione SINTEL utilizzata per la presentazione delle offerte; 7) Come indicato nell'art. 3 del capitolato e precisato nella Nota esplicativa pubblicata, l’importo complessivo presunto dell’appalto per i quattro anni quantificato in euro 5.258.900,00 IVA esclusa, deve intendersi comprensivo degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso pari a € 6.115,00 (IVA esclusa). Pertanto, il calcolo da Voi proposto deve essere attuato moltiplicando il costo orario del servizio comprensivo di oneri della sicurezza non soggetti a ribasso pari a euro 21,50 per le ore annuali previste, in tal modo la discrepanza viene meno. Si conferma che l’importo a base di gara, costo orario del servizio, è pari a € 21,475 IVA esclusa, oltre € 0,025 di oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso; 8) Si conferma; 9) Le spese per la pubblicazione dell'estratto bando sulla G.U.R.I. e sui giornali (nazionali e locali) ammontano ad euro 838,62, quelle relative all'esito di gara al momento non sono note.

3) Quesito: Siamo cortesemente a chiedere l'importo orario attualmente fatturato per i servizi in oggetto.

3) Risposta: Il capitolato relativo alla precedente procedura (dt 2327/2011) comprendeva prestazioni parzialmente differenti da quelle richieste dalla nuova procedura ed è pertanto difficilmente comparabile. Si comunicano comunque i diversi prezzi applicati nel precedente appalto per le diverse prestazioni (ad oggi ricomprese nell’unica base d’asta di 21,50 + IVA compresi oneri per la sicurezza – base d’asta su cui applicare ribasso € 21,475): Assistenza educativa scolastica = 21,30 + IVA - ADH = 21,60 + IVA - Coordinamento = 24,26 + IVA

4) Quesito: Si chiedono cortesemente chiarimenti in merito ai seguenti quesiti: 1) si chiede conferma che, ai fini della soddisfazione del requisito di cui al punto 7.3 del disciplinare di gara, in caso di ATI non ancora costituita, la mandataria/capofila debba possedere il 40% del requisito, ossia servizi analoghi svolti con buon esito nel triennio 2015-2016-2017, di cui almeno un singolo contratto pari o superiore al 40% del requisito di euro 1.500.000,00 IVA esclusa; 2) si chiede conferma che, in relazione al singolo contratto di valore pari o superiore a euro 1.500.000,00, richiesto al punto 7.3 del disciplinare, il requisito possa essere soddisfatto attraverso un contratto sottoscritto in data rientrante nel triennio 2015-2016-2017, ma con vigenza che va oltre lo stesso triennio, e che pertanto ha certificazione di buon esito solo relativamente ad una parte del periodo considerato; 3) si chiede se la dichiarazione prevista nel modello_Dichiarazioni relativa a “SOCI E TITOLARI DI DIRITTI SU QUOTE E AZIONI/PROPRIETARI (indicare quote percentuali di proprietà)” sia riferita all’art. 1 del D.P.C.M. 11.5.1991 n. 187 (composizione societaria), e se, in quel caso, sia pertanto possibile sostituire l’elencazione dei soci con la dichiarazione:

- Del n. iscritti nel libro soci

- Della disciplina dell’esercizio del diritto di voto prevista nello Statuto, che prevede per ogni socio un solo voto nell’Assemblea soci, qualunque sia l’importo della quota posseduta.

- che per tutte le quote societarie non esiste alcun diritto reale di godimento o di garanzia sulla base delle risultanze del libro dei soci, delle comunicazioni ricevute e di qualsiasi altro dato a sua disposizione

- che nessun soggetto munito di procura irrevocabile ha esercitato il voto nelle assemblee societarie nell’ultimo anno e che ne abbia comunque diritto; 4) si chiede se, ai fini della dichiarazione dei nominativi dei legali rappresentanti (che non risultano da atto costitutivo e statuto) sia sufficiente un’autodichiarazione o debba/possa essere allegato il verbale di nomina e di conferimento dei poteri ai legali rappresentanti, oppure il certificato di visura camerale.

4) Risposta: 1) si conferma quanto stabilito nel disciplinare di gara: “Il requisito relativo alla capacità tecnica e professionale di cui al punto 7.3) deve essere soddisfatto: - in caso di R.T.I. orizzontale, per la percentuale di prestazione corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento o, se superiore, alla quota di esecuzione (art. 45 comma 5 del D. Lgs 18/04/2016 n. 50 e s.m.i.). La mandataria deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria e nella misura minima del 40% (art. 83 comma 8 D.Lgs 18/04/2016 n. 50 e s.m.i.)”; 2) Il contratto unico con valore pari o superiore ad € 1.500.000,00 deve essere relativo a prestazioni svolte nel triennio 2015-2016-2017; 3) al fine di rendere la dichiarazione prevista nel “modello_Dichiarazioni” relativa a “Soci e titolari di carichi” il riferimento è il certificato della C.C.I.A.A.. Nel caso in cui il concorrente non sia iscritto alla C.C.I.A.A. la richiesta è finalizzata ad acquisire le informazioni sul socio unico o socio di maggioranza richieste dall'art. 80 comma 3 del D. Lgs. n. 50/2016; 4) i nominativi dei legali rappresentanti possono essere indicati mediante autocertificazione.

5) Quesito: In riferimento alla risposta nr. 2 dove precisate che la base d'asta indicata nel dettaglio della procedura risulta comprensiva degli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, si fa presente che da nostra esperienza, si segnala che nel caricamento dell’offerta il sistema richiede il ribasso sulla base d’asta comprensiva degli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, mentre l’impresa partecipante deve formulare offerta solo sulla parte soggetta a ribasso. Si chiede di verificare nello specifico la procedura in corso e fornirci le indicazioni su come procedere nel caso riscontraste il problema segnalato.

5) Risposta: Si evidenzia che, nell'apposito capo dell'offerta economica della piattaforma SINTEL, il concorrente dovrà indicare il ribasso che dovrà essere espresso in termini di percentuale. Nel “modello Offerta” messo a disposizione dalla stazione appaltante, il concorrente dovrà indicare il prezzo orario (esclusi oneri della sicurezza non soggetti a ribasso e IVA)) risultante dall'applicazione sull'importo a base d'asta ( euro 21,475) della percentuale di sconto indicata nell'apposito campo della Piattaforma SINTEL. Il ribasso percentuale offerto dal concorrente verrà utilizzato per l'applicazione della formula di calcolo del punteggio dell'offerta economica.In fase di aggiudicazione, il ribasso percentuale formulato dal concorrente risultato primo in graduatoria verrà applicato sul valore economico a base d'asta (pari a euro 21,475) con esclusione dell'importo degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso e con esclusione dell'I.V.A. L'impostazione di SINTEL come risultante dalla “Manuale di supporto all'utilizzo di Sintel per Operatori Economici” concerne la fattispecie di offerta economica espressa mediante il prezzo.

6) Quesito: Con riferimento alla presente procedura si richiede il nominativo del gestore del servizio;
6) Risposta: ATI Cogess – Diapason – Solaris.


7) Quesito: l’importo da rimborsare, alla stazione appaltante, per la pubblicazione della procedura di gara;
7) Risposta: Le spese per la pubblicazione dell'estratto bando sulla G.U.R.I. e sui giornali (nazionali e locali) ammontano ad euro 838,62, quelle relative all'esito di gara al momento non sono note.

8) Quesito: l’importo che deve sostenere l’aggiudicatario per la firma del contratto;
8) Risposta: le spese contrattuali ammontano a circa euro 245,00.


9) Quesito: se il modello DGUE si possa presentare in forma cartacea;
9) Risposta: il modello DGUE è stato pubblicato sulla piattaforma Sintel in formato editabile, pertanto può essere compilato, firmato digitalmente e allegato agli atti di gara.

10) Quesito: il prezzo orario attualmente corrisposto al gestore;
10) Risposta: Il capitolato relativo alla precedente procedura (dt 2327/2011) comprendeva prestazioni parzialmente differenti da quelle richieste dalla nuova procedura ed è pertanto difficilmente comparabile. Si comunicano comunque i diversi prezzi applicati nel precedente appalto per le diverse prestazioni (ad oggi ricomprese nell’unica base d’asta di 21,50 + IVA compresi oneri per la sicurezza – base d’asta su cui applicare ribasso € 21,475): Assistenza educativa scolastica = 21,30 + IVA - ADH = 21,60 + IVA - Coordinamento = 24,26 + IVA


11) Quesito: il numero dei km percorsi dal personale nell'anno 2017;
11) Risposta: non rilevato/rilevabile

12) Quesito: (punto 7.3 REQUISITI DI CAPACITA' TECNICA E PROFESSIONALE) l'importo pari ad € 1.500.000,00 è relativo ad un solo contratto o lo stesso importo può essere inteso come la sommatoria di 2 o più contratti consecutivi svolti nel triennio 2015/2017?
12) Risposta: Il contratto deve essere UNICO di importo pari o superiore a euro 1.500.000,00, non è ammessa la sommatoria di due o più contratti.


13) Quesito: se sia possibile utilizzare la propria polizza RCT-RCO già in essere (con massimali superiori a quelli richiesti) o è necessario stipulare apposta polizza? (art. 15 del capitolato);
13) Risposta: E’ possibile presentare la propria polizza solo ed esclusivamente se è indicata nell’oggetto della stessa l’attività per la quale dovrà essere svolto l’appalto

14) Quesito: (art. 15 del capitolato) se sia necessario stipulare una polizza infortuni, in quanto il personale è già assicurato con l'INAIL;
14) Risposta: Come richiesto all’art 15 punto 2 e successivi è obbligatorio, nonostante l’INAIL, stipulare polizza Infortuni


15) Quesito: (punto 10 del disciplinare) se l'importo della cauzione provvisoria, pari ad € 105.300,30, sia corretto; in quanto il 2% della base d'asta è pari ad € 105.178,00;
15) Risposta: l'importo a base d'asta è pari a euro € 21,475 esclusi oneri della sicurezza non soggetti a ribasso e IVA. Si precisa che l’importo complessivo presunto dell’appalto per i quattro anni quantificato in euro 5.258.900,00 i.v.a. esclusa, deve intendersi comprensivo degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso pari a € 6.115,00 (i.v.a. esclusa), come stabilito nell’art. 3 del Capitolato Speciale di Appalto. Per mero errore materiale l'importo della cauzione provvisoria, pari al 2% del valore presunto dell'appalto, è pari a euro 105.178,00.

16) Quesito: la pubblicazione, se possibile, dei modelli "modello dichiarazione - modello RTI - offerta economica" in formato word.
16) Risposta: i modelli dichiarazione e RTI sono disponibili nel formato pubblicato.


17) Quesito: Con riferimento al punto 7.3 pag. 6 del disciplinare di gara, sono a richiedere se un contratto di valore pari ad € 8.318.624,40 di durata 01/03/2015-28/02/2019, avente un valore nel triennio 2015-2017 superiore ad € 1.500.000, possa essere considerato valido come requisito di partecipazione.
Si chiede conferma che, in relazione al singolo contratto di valore pari o superiore a euro 1.500.000,00, richiesto al punto 7.3 del disciplinare, il requisito possa essere soddisfatto attraverso un contratto sottoscritto in data rientrante nel triennio 2015-2016-2017, ma con vigenza che va oltre lo stesso triennio, e che pertanto ha certificazione di buon esito solo relativamente ad una parte del periodo considerato.
La sua risposta è la seguente:
"Il contratto unico con valore pari o superiore ad € 1.500.000,00 deve essere relativo a prestazioni svolte nel triennio 2015-2016-2017”
Mentre il disciplinare, a pag. 6 punto 7.3, riporta quanto di seguito: “in caso di prestazioni svolte in un arco di tempo più ampio rispetto al triennio come sopra richiesto dovrà essere indicata la quota parte riconducibile al triennio precedente alla data di pubblicazione del bando di gara”. 

17) Risposta: 1) Con riferimento al quesito sul requisito di capacità tecnica, si evidenzia che il contratto  UNICO  deve essere di importo pari o superiore a euro 1.500.000,00 rispetto al triennio che risulta essere:  2015 – 2016 – 2017.
2) Come stabilito nel punto 7.3 del disciplinare (e precisato anche nella determinazione a contrarre) il periodo di riferimento del requisito di capacità tecnica è quello relativo agli anni solari 2015 -2016 -2017; pertanto la prescrizione “........ dovrà essere indicata la quota parte riconducibile al triennio precedente alla data di pubblicazione del bando di gara”,  deve essere intesa come anni 2015 – 2016 – 2017.
3) Sono, quindi, ammesse certificazioni di buon esito relativamente al periodo e all'importo di cui al precedente punto 1).

 

18) Quesito: Con riferimento alla predisposizione della cauzione provvisoria, si chiede conferma che, nel caso di partecipazione alla procedura di un consorzio stabile, sia possibile procedere alla riduzione dell'importo della cauzione provvisoria usufruendo e allegando alla documentazione amministrativa la certificazione di di qualità ISO 9001:2008 posseduta da una delle consorziate, così come indicato nel parere precontenzioso ANAC n. 227 del 01.03.2017.

18) Risposta: come stabilito nell'art. 10 (pag. 12) lett. b del Disciplinare di gara (in conformità al Bando Tipo Anac n. 1/2017) In caso di partecipazione in forma associata, la riduzione del 50% per il possesso della certificazione del sistema di qualità di cui all’articolo 93, comma 7, si ottiene: b. in caso di partecipazione in consorzio di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) e c) del Codice, solo se la predetta certificazione sia posseduta dal consorzio e/o dalle consorziate”.

19) Quesito: con riferimento alla procedura di gara indicata in oggetto e, più precisamente, in merito alla predisposizione della cauzione provvisoria, si chiede conferma che, nel caso di partecipazione alla procedura di un consorzio stabile, sia possibile procedere alla riduzione dell’importo della cauzione provvisoria usufruendo e allegando alla documentazione amministrativa la certificazione di qualità ISO 9001:2008 posseduta da una delle consorziate, così come indicato nel parere precontenzioso ANAC n. 227 del 01.03.2017.

19) Risposta: come stabilito nell'art. 10 (pag. 12) lett. b del Disciplinare di gara (in conformità al Bando Tipo Anac n. 1/2017)In caso di partecipazione in forma associata, la riduzione del 50% per il possesso della certificazione del sistema di qualità di cui all’articolo 93, comma 7, si ottiene: b. in caso di partecipazione in consorzio di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) e c) del Codice, solo se la predetta certificazione sia posseduta dal consorzio e/o dalle consorziate”.

20) Quesito: Con la presente si richiede se nel modello "offerta economica", messo a disposizione della stazione appaltante, bisogna indicare il prezzo orario offerto e la percentuale di sconto. Se così fosse, si richiede di modificare tale modello, in quanto lo stesso riporta lo spazio per la sola indicazione del prezzo orario offerto e non della percentuale di sconto.

20) Risposta: Si riscontra la richiesta pervenuta in data odierna, evidenziando che nel "ModelloOfferta" dovrà essere indicato solo il prezzo orario (esclusi IVA e oneri della sicurezza non soggetti a ribasso) risultante dall'applicazione sull'importo a base d'asta (pari a euro 21,475 esclusi IVA e oneri della sicurezza non soggetti a ribasso) della percentuale di ribasso indicata nell'apposito campo della Piattaforma Sintel. Come risulta dal percorso di Sintel, il ribasso percentuale dovrà essere indicato nell'apposito campo economico della piattaforma.

21) Quesito: Si chiede di fornire un dato indicativo del numero di giorni annui e la durata media previsti per i viaggi di istruzione.

21) Risposta: Il numero di gite effettuate nell’anno scolastico è pari a circa 45/50. Generalmente della durata massima di una giornata, se non di poche ore.

22) Quesito: integrazione l'elenco del personale fornito con indicazione, per il personale inquadrato in D1, del titolo di studio (per Laurea, indicazione del tipo).

22) Risposta: vedere tabella pubblicata negli allegati.

23) Quesito: si chiede conferma che nei campi SINTEL all'interno della busta economica (busta C - Offerta economica), per quanto attiene:

- ai costi aziendali relativi alla salute e alla sicurezza (lettera b, punto 17 del disciplinare)

- ai costi del personale/manodopera (lettera c, punto 17 del disciplinare)

- ai costi della sicurezza derivanti da interferenza (indicati dalla Stazione Appaltante in euro 0,025),

vada indicato il valore su base oraria.

23) Risposta: Si conferma. Resta confermato, come precisato nei chiarimenti pubblicati, che, in fase di aggiudicazione, il ribasso percentuale formulato dal concorrente risultato primo in graduatoria verrà applicato sul valore economico a base d'asta (pari a euro 21,475) con esclusione dell'importo degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso (derivanti da interferenza e indicati in euro 0,025) e con esclusione dell'I.V.A.

 

24) Quesito: è possibile ricevere (o pubblicare su piattaforma telematica SINTEL) il Modello-dichiarazioni.pdf anche in formato word oltre che in PDF, al fine di non dover eccedere nella documentazione da allegare al documento compilato?

24) Risposta: Si riscontra la nota del 9/7/2018, evidenziando che il “Modello dichiarazioni” è disponibile solo in formato PDF.

25) Quesito: siamo a chiedere conferma che, nel caso di partecipazione alla presente procedura di un Consorzio Stabile,il modello "Modello_dichiarazioni" di cui al punto 15.3.1) del disciplinare di gara, debba essere presentato dal solo Consorzio e non anche dalle imprese consorziate designate per l'esecuzione.

25) Risposta: Si conferma.

26) Quesito: si chiede conferma che l'importo corretto della cauzione pari al 2% dell'importo a base di gara sia pari ad € 105.178,00, eventualmente ridotta per il possesso delle certificazioni di qualità di interesse.

26) Risposta: si conferma come precisato nel chiarimento n. 15 pubblicato.

27) Quesito: Con riferimento al capitolato art. 8 sub 1 e art. 15 sub 2 (polizza infortuni), desideriamo sapere quali capitali dovranno essere previsti per ogni assicurato (capitale in caso morte e Invalidità permanente).

27) Risposta: Si evidenzia che, nel capitolato non sono indicati importi specifici, in ogni caso va garantita la polizza infortuni.

28) Quesito: a) rispetto al personale attualmente impiegato nell’appalto si chiede di essere edotti circa il riconoscimento da parte dell’attuale gestore di condizioni di miglior favore (accordi territoriali specifici, ecc.); b) con riferimento alla modalità di redazione dell’offerta tecnica, si chiede conferma che in caso di inserimento di tabelle e/o grafici sia possibile la riduzione del carattere; c) con riferimento alla tipologia di utenti ad oggi destinatari degli interventi previsti, si chiede, in particolare per quanto riguarda il servizio di assistenza scolastica, e al fine di poter riscontrare correttamente alla richiesta progettuale di differenziazione degli interventi, un’indicazione in merito alla suddivisione dei minori nei diversi cicli scolastici (asilo nido, progetti Poli, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado) nonché per tipologia disabilità; d) si chiede cortesemente l’elenco delle scuole, ad oggi destinatarie di interventi di assistenza scolastica; e) si chiede conferma che tra gli allegati, non conteggiati all’interno delle 20 facciate, sia possibile inserire anche altra documentazione quali ad es. modulistica qualità ecc.; f) rispetto alle ore dedicate, da parte dell’educatore, all’espletamento di attività di back office e quantificate nel capitolato in 1,5 h settimanali a minore, si chiede conferma che ricomprendano tutte le attività di back office presumibili (programmazione, verifica, partecipazione a incontri di coordinamento con Comune, scuole, specialisti ecc.).

28) Risposta: a) Per quanto a conoscenza della stazione appaltante, non è previsto alcun accordo ulteriore rispetto al CCNL; b) Il carattere per i testi indicato per l’offerta è quello di cui al punto 18.1 del disciplinare di gara. Le tabelle devono essere leggibili per la Commissione Giudicatrice; c) – d) Vedasi artt. 1, 3 punto 3 e art. 4 del Capitolato. Tutto quanto necessario per la presentazione dell’offerta è in essi già contenuto; e) Vedasi nuovamente art. 18 punto 1 del disciplinare di gara; f) Vedasi art. 7 Personale – punto 4 – capoverso educatore professionale del Capitolato: sono ricomprese tutte le attività di back office per ciascun educatore. Si chiarisce che il monte ore settimanale è da intendersi per ciascun educatore.

29) Quesito: In merito a quanto richiesto all’Art. 3 del Capitolato Speciale d’Appalto, e visti i chiarimenti al Quesito-Risposta n. 1, si chiede se le “ulteriori 1440 ore di coordinamento e n. 60 ore di supervisione annua per gli educatori e n.30 ore di supervisione annua per lo Spazio Inclusione” indicate siano da riferirsi al monte ore da attribuire alle figure professionali dedicate alle attività (monte ore di coordinatore e monte ore di supervisori), oppure siano di riferirsi alle ore di personale educativo che svolgerà le attività (ore che complessivamente il personale educativo impiegherà nella partecipazione a incontri di coordinamento e di supervisione).

29) Risposta: Nel richiamare la risposta già fornita nel chiarimento n. 1 pubblicato, si precisa quanto segue: dopo “Spazio Inclusione” inserire “da parte dei professionisti (coordinatore, supervisore)”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Data creazione: Tue Jun 12 14:02:09 CEST 2018

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare