Lavori pubblici

Procedura ristretta per l'affidamento in concessione della progettazione, della realizzazione e della gestione del "Parco dello sport" (I lotto), mediante finanza di progetto, sulla base dello studio di fattibilità (SDF) redatto dalla Stazione appaltante - codice CIG 32377102D0Si comunica che in data 28 novembre 2011, alle ore 16.30, presso la sede municipale, in Sala Giunta, si procederà alla verifica della regolarità della domanda di partecipazione alla gara, così come previsto dal bando di gara, lettera m punto 1. La seduta sarà aperta al pubblico

Scadenza: Thu Oct 27 09:53:00 CEST 2011

Sedute di gara: Presenza Criteri Ambientali minimi: Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 930 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Delibera (formato PDF - 152 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Studio di fattibilità (formato PDF - 9811 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Stima sommaria intervento (formato PDF - 12 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Relazione (formato PDF - 28 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato tecnico-economico (formato PDF - 35 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Analisi fattibilità economico-finanziaria (formato PDF - 227 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello gestionale (formato PDF - 202 KB)
Icona documento 'Formato PDF' tavola 0a (formato PDF - 6910 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 0b (formato PDF - 8660 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 1 (formato PDF - 7625 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 2 (formato PDF - 5528 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 3 (formato PDF - 4628 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 4 (formato PDF - 4989 KB)

 

1) Quesiti

"(….) Innanzitutto non ci è chiaro se il termine del 27 ottobre si riferisce alla presentazione di un progetto vero e proprio oppure alla sola presentazione della nostra candidatura in funzione della corrispondenza dei nostri requisiti a quanto richiesto dal bando, dato che il bando stesso dichiara che l’offerta verrà sollecitata in seguito su espressa richiesta da parte del Comune. In tal caso quindi il progetto andrebbe presentato unitamente all’offerta.

(…).

Sarebbero necessari, inoltre, dati e piante dello stadio e del palazzetto allo stato di fatto, mappe catastali etc..

Le chiederemmo quindi la cortesia di volerci esplicitare i termini esatti della gara (…)”

Risposta

Con riferimento al primo dei quesiti posti si chiarisce che ai sensi della lettera E (Procedura – Importi degli investimenti – Durata della Concessione) del Bando di gara la Stazione appaltante ha avviato la procedura di gara in oggetto secondo il modello della procedura ristretta, di cui all’art. 55 del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.

In altri termini, la data del 27 ottobre p.v. si riferisce al termine per la presentazione delle sole domande di partecipazione dei Concorrenti in possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal Bando, quale lex specialis, al punto H (Soggetti ammessi), comma 3, lettere a), b) c) e d).

Gli unici oneri per i Concorrenti sono previsti e disciplinati rispettivamente nel punto I (Domande di partecipazione e dichiarazioni) e J (Documentazione richiesta) del Bando di gara.
Pertanto, ai fini della presentazione della domanda di partecipazione non deve essere presentato alcun Progetto da parte dei Concorrenti. A tale ultimo proposito si precisa che il termine per la presentazione delle domande di partecipazione (al 27 ottobre p.v.) è quello previsto ordinariamente dalla vigente disciplina.

Con riferimento al secondo dei quesiti, ovvero della richiesta di disponibilità di dati e piante dello stadio e del palazzetto allo stato di fatto, mappe catastali etc., si precisa che il punto D (Luogo di esecuzione), comma 5, del Bando, specifica che le Convenzioni, relative all’utilizzo dello Stadio Brianteo e del Palazzetto dello sport, con la relativa documentazione pertinente, saranno messa a disposizione dei soggetti prequalificati.

Ai fini della mera partecipazione alla gara e, dunque, ai fini della presentazione della relativa domanda, il punto N del bando di gara, al comma 4 espressamente indica la documentazione messa a disposizione dalla Stazione appaltante.

Da ultimo precisa che la Lettera di invito, che verrà spedita ai soggetti prequalificati, indicherà l’eventuale ulteriore documentazione, utile e/o necessaria ai fini della formulazione dell’Offerta, da parte dei Concorrenti, nonchè disciplinerà termini e modalità per il sopralluogo all’interno delle aree e delle strutture oggetto della presente procedura di gara.
 
2) Quesiti

“A. Nel caso in cui l’impresa decida di indicare semplicemente il progettista, senza ricorrere all’avvalimento, come consentito nel bando ai sensi dell’art. 53 comma 3 DLGS 163/2006, quale documentazione dovrà produrre il progettista? quale documentazione dovrà produrre il progettista? E' sufficiente che presenti le dichiarazioni richieste al punto 1. Domanda di partecipazione e dichiarazioni?

B. Disponete di un fac- simile di domanda di partecipazione che ci potete inviare?”

Risposte

Con riferimento al primo dei quesiti posti questa Stazione appaltante preliminarmente richiama l’attenzione sulla natura e sulla funzione dei chiarimenti, i quali devono essere resi in presenza di obiettive lacune e/o difficoltà interpretative degli atti di gara, ipotesi questa che – ad avviso di chi scrive – non sussiste nel caso in esame. In particolare, non è dato alla Stazione appaltante fornire interpretazioni in ordine alle disposizioni di legge, come richiamate dall’istante.

Ciò premesso si precisa che i concorrenti, anche laddove facciano ricorso alla previsione di cui all’art. 53, comma 3 citato, dovranno possedere e dimostrare – nei modi previsti dal Bando di gara – il possesso dei requisiti di carattere generale e specifici relativi all’attività di progettazione, espressamente previsti dal Bando.  

Con riferimento al secondo dei quesiti posti si precisa che, come evincibile dagli atti di gara, questa Stazione appaltante non ha predisposto alcuna domanda-tipo di partecipazione
 
3) Quesiti

«Relativamente alle condizioni di partecipazione

PREMESSO CHE

al punto 3 sub d) Requisiti per la gestione, capoverso v), si legge:
"Aver gestito, nel periodo 2005-2010, strutture sportive analoghe a quelle oggetto del presente bando ovvero strutture ricettive, anche di natura complessa (a titolo esemplificativo parchi tematici, villaggi turistici e/o sportivi).
Con specifico riferimento alla gestione di strutture ricettive, il Concorrente dovrà aver maturato un fatturato medio annuo, nell'ultimo triennio 2008-2010, pari ad euro 3.000.000,00 (...)»

Tutto ciò premesso

SI CHIEDE

conferma che per “STRUTTURE RICETTIVE  di natura complessa” possano intendersi anche strutture altrettanto ricettive quali Aeroporti ed Ospedali”.

 


Risposte

 
Con riferimento al quesito posto questa Stazione appaltante preliminarmente intende richiamare – data la rilevanza generale del tema oggetto della richiesta di chiarimento, che si riscontra – le stesse finalità della procedura di gara, con specifico riferimento al suo oggetto.

Nelle Premesse al Bando di gara e, più diffusamente, nella delibera di Giunta comunale n. 517/2011, nonché nello SDF, allegati al predetto Bando di gara, sono esplicitate le finalità dell’Amministrazione comunale di implementare l’offerta dei servizi sportivi, unitamente alla riqualificazione complessiva dell’impiantistica sportiva interessata dall’intervento, anche a fini extra-sportivi.

Tale ultima finalità trova fondamento nel pure esplicitato obiettivo dell’Ente locale di rendere, in ultima analisi, un’intera zona della Città maggiormente attrattiva e, dunque, vivibile nell’arco dell’interno periodo dell’anno e non solo in occasione di eventi sportivi, così aumentando le condizioni di sicurezza e di vivibilità della stessa zona.

L’intervento proposto dall’Amministrazione mostra – all’interno del panorama nazionale – una sua specificità e peculiarità. Da qui, la declinazione, all’interno del Bando di gara, di un oggetto che tenga conto delle rappresentate esigenze pubbliche, legate all’utilizzo – non solo sportivo – delle strutture, oggetto di intervento, non esclusivamente sportive, il tutto all’interno di una visione progettuale unitaria.

Ciò posto, la Stazione appaltante ritiene che sarà ritenuto soddisfatto il requisito previsto dal Bando di gara, in ordine ai requisiti per la gestione, di cui alla lettera d), del comma 3), del punto H (Soggetti ammessi) in capo al Concorrente che avrà dato prova di aver effettivamente gestito strutture, pubbliche e/o private, sportive e non sportive, tra le quali potranno rientrare anche quelle “ospedaliere e/o aeroportuali”, che si connotino per l’oggettiva complessità ed il carattere multifunzionale.

A tale ultimo proposito, gioverà richiamare la lettera della disposizione appena citata, la quale considera le “strutture sportive analoghe a quelle oggetto del presente Bando, ovvero strutture ricettive, anche di natura complessa”, precisando, altresì, che la natura complessa attiene ad entrambe le tipologie di strutture, come del resto confermato dal successivo elenco (parchi tematici, villaggi turistici e/o sportivi), peraltro da intendersi come elencazione esemplificativa e non esaustiva.

Resta ovviamente inteso che il Concorrente dovrà essere, in ogni caso, in possesso dei requisiti previsti dal Bando di gara. Del pari, questa Stazione appaltante ritiene che la Commissione aggiudicatrice, ferma restando la sua autonomia di valutazione, in recepimento delle finalità dell’Amministrazione comunale, ispirerà il proprio comportamento al canone di massima partecipazione. 
 

4) Quesiti

 

“- La controprestazione a favore dell'aggiudicatario per il riequilibrio economico dell'operazione consiste nella sola gestione dello stadio e del Palazzetto con i relativi spazi commerciali e dei parcheggi? Non è previsto nessun contributo da parte dell'amministrazione?
- Attualmente i parcheggi risultano a pagamento o sono gratuiti?”.

 

 

 

 

 
Con riferimento al primo dei quesiti posti questa Stazione appaltante preliminarmente ribadisce che i chiarimenti devono essere resi in presenza di obiettive lacune e/o difficoltà interpretative degli atti gara, ipotesi questa che – ad avviso di chi scrive – non sussiste nel caso in esame.

 

Ciò premesso si richiama il punto C (Scopo ed oggetto dell’appalto), terzo comma, il quale chiarisce come “Il Concessionario, a fronte della realizzazione degli interventi previsti nello SDF, avrà diritto di gestire funzionalmente i lavori realizzati”. Inoltre, non è previsto alcun contributo da parte dell’Amministrazione.

 

 

Con riferimento al secondo dei quesiti posti si precisa che l’utilizzo dei parcheggi, dello Stadio e del Palazzetto dello Sport, è disciplinato nelle Convenzioni di affidamento degli impianti sottoscritte fra il Comune ed i relativi gestori. Come già chiarito in altra occasione da parte della presente Stazione appaltante, copia delle richiamate Convenzioni saranno messe a disposizione dei Concorrenti pre-qualificati in modo da poter presentare la propria Offerta.

 

Risposte

Data creazione: Tue Sep 20 09:59:15 CEST 2011

Pagine collegate

Piano Neve

Ogni anno il Comune predispone un Piano per lo sgombero della neve dalle strade.

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare