Forniture

Progettazione, fornitura, posa in opera, avvio operativo, collaudo e manutenzione in garanzia di un sistema di controllo automatizzato degli accessi alla Zona a Traffico Limitato del centro storico e di un centro operativo di supervisione della mobilità per la citta di Monza.La prima seduta di gara si svolgerà alle ore 14,30 del giorno 13.10.2011 presso il Palazzo Comunale - 3° piano - Direzione Generale. La seconda seduta pubblica relativa all'apertura dell'Offerta Economico-Temporale si svolgerà alle ore 11,30 del giorno 07.12.2011 presso il Palazzo Comunale - 3° piano - Direzione Generale

Scadenza: Fri Sep 30 12:24:00 CEST 2011

Sedute di gara:
Presenza Criteri Ambientali minimi:

Icona documento 'Formato PDF'Bando (formato PDF - 38 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Disciplinare (formato PDF - 212 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Capitolato (formato PDF - 1961 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Contratto (formato PDF - 2360 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Allegato_A (formato PDF - 220 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Allegato_B (formato PDF - 238 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Allegato_C (formato PDF - 293 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Allegato_D (formato PDF - 1792 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Modello Offerta Economica e Temporale (formato PDF - 70 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Modello Offerta Tecnica (formato PDF - 111 KB)
Icona documento 'Formato PDF'Aggiudicazione provvisoria (formato PDF - 26 KB)

Chiarimenti ZTL
1) Quesito: Si richiede conferma che gli allegati all’offerta tecnica, quali ad es. layout, foto, schermate e filmati, siano da intendersi esclusi dal conteggio delle 30 pagine totali dell’ Offerta Tecnica (vedi Allegato A “Documentazione Amministrativa, offerta tecnica”, art. 2, pag. 13).
1) Risposta: I layout, foto, schermate, etc. sono da intendersi inclusi nel conteggio delle 30 pagine totali, come tra l’altro riportato all’art. 2 pag. 13 (“nel rispetto delle complessive 30 pagine di cui sopra”).Il termine “filmati” è un refuso. Eventuale documentazione aggiuntiva non sarà oggetto di valutazione.
2) Quesito: A pag. 13 punto B.3 del Capitolato Tecnico si riporta che il COSMM è composto da “n. 3 postazioni operatore”, mentre a pag. 52 del Capitolato Tecnico al paragrafo A.5.1 “Architettura del COSMM” si riporta: “n. 2 postazioni operatore del sistema di integrazione e n. 2 postazioni operatore del sistema di gestione dell’infoutenza”. Si richiede conferma sul numero delle postazioni operatore in dotazione al COSMM.
2) Risposta: Si conferma il requisito di fornitura di n.4 postazioni operatore con le funzionalità indicate al paragrafo A.5.1 “Architettura del COSMM”.
3) Quesito: Si richiede se sia corretto intendere incluso il servizio di “Manutenzione del Software”, citato a pag. 91 - par. A.9.2 del Capitolato Tecnico, nelle attività di manutenzione programmata, ordinaria correttiva ed evolutiva. In caso contrario, si domandano maggiori dettagli su tale servizio.
3) Risposta: La manutenzione del software è da intendersi quale servizio incluso nelle attività di manutenzione programmata, correttiva, ordinaria, straordinaria ed evolutiva.
4) Quesito: Con riferimento al Capitolato Tecnico, pag. 14, punto G) relativo all’ “espletamento delle attività di caricamento, nel database del sistema di cui al punto A.2), dei permessi (fino ad un massimo di 5000) rilasciati dal Comune di Monza in data antecedente all’accettazione del sistema stesso (Verifica di Conformità, FASE I)“. Su che formato / supporto fisico sono o quale eventuale programma sono conservati i permessi attuali?
4) Risposta: Attualmente i permessi in vigore sono per la maggior parte solo in formato cartaceo; negli ultimi anni (dal 2009 in poi) i permessi vengono predisposti con software di scrittura (Microsotf Office) ed archiviati digitalmente in formato Microsoft Excel.
5) Quesito: Con riferimento al Capitolato Tecnico, pag. 28 e in particolare relativamente alla rete di comunicazione tra centrale di controllo e livello periferico: “Il collegamento tra la Centrale di Controllo e il livello periferico deve essere garantito dalle seguenti tipologie di reti di comunicazione, una delle quali non deve risultare alternativa all’altra: - Rete GPRS/UMTS e/o HSDPA; - Rete wireless costituita da apparati radio HiperLAN operanti a 5,4GHz in “banda libera”, accessibile tramite gli hot spot resi disponibili dall’Ente Aggiudicatore”.   E’ corretto interpretare che la tipologia di rete di accesso per ogni varco viene definita dall’Ente Appaltante in fase esecutiva e non è oggetto di valutazione tecnica? Diversamente si chiede quali sono le dislocazioni e le caratteristiche tecniche degli hot spot disponibili e quali sono gli elementi di valutazione per la rete di accesso.
5) Risposta: Il requisito implica, dal punto di vista tecnico, che gli apparati forniti debbano indifferentemente interfacciarsi con entrambe le tipologie di rete. Il sistema in fornitura deve garantire, dal punto di vista dell’architettura complessiva del sistema, la gestione dei flussi informativi in ambedue le modalità, prevedendo caratteristiche tecniche adeguate per i singoli componenti. Tale requisito sarà oggetto di valutazione tecnica, fermo restando che la modalità di trasmissione dati per ogni singolo varco ed i relativi aspetti realizzativi verranno concordati tra Aggiudicatario ed Ente Aggiudicatore nella Fase A del Piano Realizzativo “Progettazione Esecutiva del Sistema di Controllo degli accessi alla ZTL”.
6) Quesito: Con riferimento al Capitolato Tecnico, pag. 31, ove si dice “La Centrale di Controllo deve essere dimensionata in modo da garantire l’accesso contemporaneo a un numero massimo di utenti pari a 5.” Si chiedono i motivi di questa limitazione o se sia da intendersi piuttosto numero “minimo” di utenti anziché massimo?
6) Risposta: Si tratta di un refuso, l’interpretazione di “numero minimi di utenti pari a 5” è corretta.
7) Quesito: Con riferimento al Capitolato Tecnico, pag. 99 cap A10 “Indice di disponibilità del sistema” ove si cita: “Durante il periodo di garanzia (FASE J), la verifica dell’Indice di Disponibilità del sistema avverrà su base annuale con le modalità concordate tra il Comune di Monza e l’Aggiudicatario,…  Il mancato raggiungimento, durante il periodo di garanzia, del valore obiettivo dell’Indice di Disponibilità offerto, comporterà, da parte dell’Ente Aggiudicatore, l’applicazione delle penali previste dal presente Capitolato.” Si chiede di indicare come viene calcolato l’eventuale importo di questa penale, e in particolare come quantificare “il numero di giorni di ritardo” da utilizzare per il calcolo come da cap. B.15.1.c) dello stesso Capitolato, dal momento che come l’indice di disponibilità viene calcolato su base annuale.
7) Risposta: Qualora non sia raggiunto il valore obiettivo dell’Indice di Disponibilità offerto, le penali andranno calcolate con i criteri stabiliti al paragrafo B.15.4. Il numero di giorni di ritardo” citato nel quesito è da intendersi riferito alle varie fasi del Piano Realizzativo, nell’ipotesi di mancato  rispetto delle scadenze per la consegna della fornitura relativa alle Fasi A), B), C.1), C.2), E), F), G) H), e/o per il mancato superamento delle relative Verifiche di Fase e/o della Verifica di Conformità Fase I).
8) Quesito: In riferimento alla “Procedura aperta per la progettazione, fornitura, posa in opera, avvio operativo, collaudo e manutenzione in garanzia di un Sistema di controllo automatizzato degli accessi alla Zona a Traffico Limitato del Centro Storico e del Centro Operativo di Supervisione della Mobilità per la città di Monza”, si richiede se quanto riportato a pagina 1 e pagina 27-28 del Modello “Offerta Tecnica” possa essere allegato alla relazione tecnico-descrittiva del progetto e, pertanto, non essere incluso nel conteggio delle 30 pagine.
8) Risposta: Si conferma la possibilità di non includere la pagina 1 e la dichiarazione di cui alle pagine 27 e 28 del Modello “Offerta Tecnica” nel conteggio delle 30 pagine.
9) Quesito: In riferimento alla richiesta di cui al punto 5) pag. 8 dell’”Allegato A – Documentazione Amministrativa, Offerta Tecnica, Offerta Economica e Temporale da presentare a cura dei concorrenti”, limitatamente all’estensione delle disposizioni di cui all’art. 38 comma 1 lett. b) c) ed m-ter) al “socio unico ovvero socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci” nel caso di società per azioni, la presente per richiedere cortesemente conferma che, come da legge di conversione n. 106/2011, tale obbligo risulta sussistere solo qualora lo stesso socio sia persona fisica. A supporto di tale evidenza normativa, recepita e integrata nell’ultima e più recente versione del Codice, si veda ad esempio le pagg. 142 e seg. delle “Schede di lettura” del Senato della Repubblica sulla "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70” (http://www.senato.it/documenti/repository/dossier/studi/2011/Dossier_299_I.pdf) e le “Modalità di dimostrazione dei requisiti di cui agli articoli 78 e 79 del DPR 5/1/2010, n. 207” dell’AVCP (quest’ultima in GURI n. 182 del 6/8/2011).
9) Risposta: Si precisa che la modifica introdotta dalla L. n. 106/2011 relativamente alle lettere b), c) ed m-ter) di cui all’art. 38 comma 1 del D.Lgs 163/2006, comporta che, esclusivamente con riferimento al socio unico, il possesso dei requisiti in argomento va comprovato dalla sola persona fisica. 
10) Quesito: In riferimento alla “Procedura aperta per la progettazione, fornitura, posa in opera, avvio operativo, collaudo e manutenzione in garanzia di un Sistema di controllo automatizzato degli accessi alla Zona a Traffico Limitato del Centro Storico e del Centro Operativo di Supervisione della Mobilità per la città di Monza”, relativamente alla compilazione del Modello “Offerta economica e Temporale” – punto 6 “PREZZI” pag.3, si richiede se:
a) I prezzi da riportare nelle due tabelle “COMPONENTI/SERVIZI” e “COMPONENTI DEI VARCHI” siano da intendersi al netto degli oneri per la sicurezza;
b) Alla voce “ Corsi di formazione (costo gg/uomo)” della tabella “COMPONENTI/SERVIZI” debba essere inserito il prezzo complessivo dei corsi di formazione forniti o il costo gg/uomo della figura professionale addetta all’espletamento di tale servizio. In quest’ultimo caso, si evidenzia che il totale complessivo dei prezzi riportati in tabella non risulterebbe uguale all’importo totale offerto.
10) Risposta: a) Si conferma che i prezzi sono da intendersi al netto degli oneri per la sicurezza.
b) La dicitura “(costo gg/uomo)” è un refuso. Nel Modello “Offerta Economica e Temporale” va inserito il prezzo complessivo dei corsi di formazione. La descrizione di dettaglio del piano formativo proposto è da includere nel Modello “Offerta Tecnica”.
11) Quesito: Relativamente al cronoprogramma realizzativo da allegare all'offerta economica, si chiede se:
a) la fase D "Sperimentazione sistema controllo accessi ZTL" decorra dal completamento della fase C.2, come riportato nel cronoprogramma realizzativo a pagina 89 - figura 6 del Capitolato tecnico di gara oppure dalla data di superamento con esito positivo della verifica di conformità Fase I, come richiesto a pagina 83 dello stesso documento;
b) la fase F.9 "Verifica FASE.F" debba essere eseguita entro 3 mesi dalla data di accettazione della FASE D) come richiesto a pagina 86 del capitolato tecnico di gara contrariamente a quanto indicato nel cronoprogramma realizzativo a pagina 89 - figura 6 dello stesso documento.
11) Risposta:
In riferimento al punto a), la Fase D “Sperimentazione sistema controllo accessi ZTL” decorre dall’esito positivo della verifica di fase C.2 per la durata di 2 mesi fino all’inizio della Fase I Verifica di Conformità come indicato nel crono programma (figura 6) indicato a pag.89 del Capitolato Tecnico. L’indicazione riportata alla descrizione della Fase D, a pag.83, è quindi da ritenersi un refuso.
In riferimento al punto b), la Fase F “Piattaforma di integrazione e supervisione: sistema prototipale” deve concludersi con l’esito positivo della relativa verifica di fase F.9 entro 3 mesi dall’inizio della fase stessa, come indicato, in figura 6, dal crono programma realizzativo del Capitolato Tecnico, pag.89. Il riferimento individuato nella descrizione delle attività della Fase F, pag.86 del Capitolato Tecnico, Attività F.9 – verifica di fase, deve intendersi come “Verifica FASE.F) entro 3 mesi dalla data di accettazione della FASE F), e comunque entro 8 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto)”.


 


Data creazione: Mon May 25 18:47:30 CEST 2015

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare