Servizio globale di manutenzione del verde pubblico comunale Seduta pubblica per il sorteggio dei membri della commissione giudicatrice giorno 21/10/2010 ore 11,00

Scadenza: Thu Nov 11 12:00:00 CET 2010

Sedute di gara: Presenza Criteri Ambientali minimi: Icona documento 'Formato PDF' Bando (formato PDF - 128 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Disciplinare (formato PDF - 154 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Capitolato (formato PDF - 1643 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Patto integrità (formato PDF - 110 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Offerta (formato PDF - 57 KB)
Icona documento 'Formato PDF' AVVISO RIAPERTURA TERMINI (formato PDF - 64 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Dich Global Verde (formato PDF - 92 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello No Esclusione Dich Global Verde (formato PDF - 60 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Art 38 Global Verde (formato PDF - 69 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Req. Fin. Global Verde (formato PDF - 58 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello Req. Tec. Global Verde (formato PDF - 67 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Modello ATI Global Verde (formato PDF - 54 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Elenco Prezzi Global Verde (formato PDF - 241 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 1 Global Verde (formato PDF - 4726 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 2 Global Verde (formato PDF - 5998 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 3 Global Verde (formato PDF - 3757 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 4 Global Verde (formato PDF - 6107 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Tavola 5 Global Verde (formato PDF - 4878 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Analisi costi a canone (formato PDF - 190 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Computo metrico (formato PDF - 173 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Copertina schede Circoscrizione 1 (formato PDF - 135 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 01- 11 (formato PDF - 729 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 13- 24 (formato PDF - 782 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 25 - 32 (formato PDF - 474 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 33 - 39 (formato PDF - 368 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 40 - 46 (formato PDF - 637 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 47 - 55 (formato PDF - 664 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Copertina schede Circoscrizione 2 (formato PDF - 135 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 267 - 274 (formato PDF - 549 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 275 - 282 (formato PDF - 486 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 283 - 290 (formato PDF - 670 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 291 - 298 (formato PDF - 521 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 300 - 307 (formato PDF - 437 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 308 - 315 (formato PDF - 453 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 316 - 323 (formato PDF - 262 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 324 - 331 (formato PDF - 412 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 332 - 339 (formato PDF - 479 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 340 - 347 (formato PDF - 279 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 348 - 358 (formato PDF - 470 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Copertina schede Circoscrizione 3 (formato PDF - 135 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 225 - 230 (formato PDF - 277 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 231 - 240 (formato PDF - 598 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 241 - 250 (formato PDF - 1020 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 251 - 258 (formato PDF - 607 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 259 - 266 (formato PDF - 858 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Copertina schede Circoscrizione 4 (formato PDF - 135 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 133 - 140 (formato PDF - 1187 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 141 - 148 (formato PDF - 956 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 149 - 156 (formato PDF - 1418 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 157 - 164 (formato PDF - 1099 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 165 - 172 (formato PDF - 1186 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 173 - 180 (formato PDF - 1013 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 181 - 188 (formato PDF - 1194 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 189 - 196 (formato PDF - 1460 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 197 - 204 (formato PDF - 1189 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 205 - 210 (formato PDF - 1029 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 211 - 220 (formato PDF - 1188 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 221 - 224 (formato PDF - 181 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Copertina schede Circoscrizione 5 (formato PDF - 135 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 56 - 65 (formato PDF - 1805 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 66 - 70 (formato PDF - 859 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 71 - 78 (formato PDF - 2498 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 79 - 84 (formato PDF - 810 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 85 - 91 (formato PDF - 1012 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 92 - 99 (formato PDF - 659 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 100 - 107 (formato PDF - 1008 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 108 - 115 (formato PDF - 1426 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 117 - 124 (formato PDF - 2242 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Scheda 125 - 132 (formato PDF - 2148 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Vasi piazza Trento (formato PDF - 94 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Vasi via Bergamo (formato PDF - 184 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Vasi via Mantegazza (formato PDF - 104 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Vasi via Missori (formato PDF - 583 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Vasi via Napoleone (formato PDF - 298 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Vasi via Vittorio Emanuele - parte finale (formato PDF - 143 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Vasi via Vittorio Emanuele (formato PDF - 114 KB)
Icona documento 'Formato PDF' Allegato Chiarimenti (formato PDF - 100 KB)

1) Quesito: Si chiede di confermare l'interpretazione secondo cui le proposte tecniche dovranno essere sviluppate in un'unica relazione di massimo 40 pagine complessive in formato A4, solo su una facciata, e che non sono ammessi e non sono oggetto di valutazione eventuali allegati.
1) Risposta: Si conferma (pag. 10 del Disciplinare) che l'offerta tecnica deve essere sviluppata nel limite di 40 pagine complessive, in formato A4  redatte solo su una facciata. La lex specialis di gara non richiede di allegare al progetto tecnico ulteriore documentazione.

2) Quesito: Punto 7 lettera e) del disciplinare di gara relativamente al possesso delle certificazioni aziendali del sistema di qualità ISO 9001:2000 e ISO 14001:2004, cosa si intende "in caso di A.T.I. il requisito deve essere posseduto cumulativamente dal raggruppamento?" Le certificazioni ISO 9001:2000 e ISO 14001:2004, possono essere possedute solo dall'Impresa mandante della costituenda A.T.I.?
2) Risposta: Si evidenzia che, nell'ipotesi di A.T.I. il possesso del requisito della certificazione di qualità (punto 7, lett. e) pag. 4 del Disciplinare di gara), ai fini della partecipazione, può essere dimostrato da un solo soggetto componente il raggruppamento (mandataria e/o mandante/i), oppure suddiviso tra le imprese associate. Si ricorda che, per usufruire della riduzione del 50% dell'importo della cauzione provvisoria, la certificazione di qualità deve essere posseduta e documentata da tutte le imprese costituenti il raggruppamento, come espressamente previsto, a pena di esclusione, dal disciplinare di gara ( pag.1).

3) Quesito: Si chiede di precisare le modalità di composizione grafica delle pagine in formato A4 e la possibilità di inserire eventuali allegati tecnici/tavolari/informatici.
3) Risposta: Si evidenzia che, in mancanza di indicazioni nella lex specialis, le pagine possono essere sviluppate, con libera impostazione grafica, in formato A4, redatte solo su una facciata. Tale prescrizione è motivata dall'esigenza di contenere l'offerta  in un numero ragionevole di pagine e nel contempo di lasciare ai concorrenti la facoltà di scegliere le modalità ritenute più adeguate per illustrare con chiarezza il proprio progetto tecnico.
Si conferma la possibilità di allegare all'offerta tecnica  elaborati tecnici/tavolari/informatici che dovranno, però, essere ricompresi nel computo delle 40 pagine stabilite dalla lex specialis.

4) Quesito: Si chiedono all'Amministrazione ulteriori indicazioni relative alle caratteristiche anagrafiche (nome delle località, superfici delle singole aree, numero di soggetti arborei presenti, qualità degli stessi, stato fitovegetativo ecc...) delle aree verdi del Comune di Monza, nonché la disponibilità all'esecuzione di un sopralluogo con un tecnico incaricato.
4) Risposta:  I dati relativi alle caratteristiche delle aree potranno essere ritirati su supporto informatico presso l'Ufficio Appalti previo appuntamento telefonico (tel. 039/ 2372462 e 2372519). La stazione appaltante è, inoltre, disponibile per un eventuale sopralluogo, contattando i numeri sopra indicati.

5) Quesito: Si chiedono informazioni relative al sistema informatico attualmente utilizzato per la gestione del servizio e del software in uso per il censimento.
5) Risposta: Per quanto riguarda l'applicativo utilizzato dall'Ente per la gestione del censimento si evidenzia che i dati dovranno essere leggibili dal programma MAPINFO professional e che il sistema informatico è il Green Finder.

6) Quesito: Come si può prendere visione del computo metrico?
6) Risposta: Il computo metrico potrà essere richiesto all'uff. Appalti all'indirizzo mail appalti@comune.monza.it o potrà essere richiesto al momento dell'eventuale sopralluogo.

7) Quesito: Si chiede la disponibilità di file in formato editabile (dwg, dwf, ecc.) delle tavole messe a disposizione solo in formato pdf.
7) Risposta: Si informa che le tavole sono disponibili solo in formato pdf.

8) Quesito: In relazione alla gara in oggetto ed ai requisiti di partecipazione di cui al punto 7.a del disciplinare di gara attestante la capacità tecnica dell'impresa ovvero: "a pena di esclusione, dichiarazione di aver svolto con buon esito, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del presente bando, servizi di gestione e manutenzione del verde, di cui almeno un contratto di importo pari o superiore a €2.000.000,00". Siamo a richiedere: se si può intendere valido, ai fini del raggiungimento del suddetto requisito, un rapporto contrattuale duraturo con lo stesso committente, il cui importo soddisfi quanto richiesto, per servizi analoghi e riaffidato ogni anno e/o biennio (es. comune xxxx - contratto di manutenzione del verde - affidamento per l'anno 2005, per il biennio 2006-07 e biennio 2008-2009)
8) Risposta: Si evidenzia che la clausola del bando in argomento è finalizzata a selezionare concorrenti che abbiano già gestito un appalto di pari complessità, individuata prendendo come riferimento il valore economico contrattuale.
Rispetto all'ammissibilità dell'ipotesi prospettata, si precisa che si tratta di valutazione di competenza esclusiva della commissione giudicatrice che verrà nominata.

9) Quesito: In relazione ai requisiti di partecipazione di cui al punto 7.a del disciplinare di gara attestante la capacità tecnica dell'impresa ovvero: "a pena di esclusione, dichiarazione di aver svolto con buon esito, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del presente bando, servizi di gestione e manutenzione del verde, di cui almeno un contratto di importo pari o superiore a €2.000.000,00. In caso di ATI il requisito sopra indicato deve essere posseduto a pena di esclusione, da ciascuna Impresa associata in misura proporzionale alla quota di partecipazione al raggruppamento dichiarata nell'atto di impegno". Siamo a richiedere: se in caso di ATI, la nostra Impresa, in possesso di tutti i requisiti di qualificazione di cui al punto 7.b), 7.c), 7.d) e 7.e), può fare da capogruppo non avendo però i suddetti requisiti richiesti al punto 7.a).
9) Risposta: Si evidenzia che il bando richiede che tutte le Imprese componenti il raggruppamento abbiano il requisito di cui al punto 7 lett. a) del disciplinare di gara e che lo stesso sia posseduto da ciascuna associata in misura proporzionale alla quota di partecipazione all'ATI dichiarata nell'atto di impegno.
 
10) Quesito: è possibile avere copia o analizzare il database completo (sia alfanumerico che cartografico) di green finder? Così da poter analizzare i parametri degli alberi, arbusti, siepi, tappeti erbosi, arredi etc? Quindi ci occorre sapere, ai fini della presentazione di una proposta-progetto migliorativa, se gli alberi, ad esempio, sono stati censiti sia dimensionalmente (e come), che qualitativamente (e come). Se sono stati censiti anche parametri gestionali (irrigazioni di soccorso, potature, difetti strutturali, etc), idem per gli arbusti, le siepi e i tappeti erbosi, nonchè per gli arredi o altro elemento puntuale e non.
10) Risposta: si precisa che attualmente il verde pubblico è censito con riferimento ai seguenti dati, ritenuti sufficienti per formulare la proposta di gara: superfici a manto erboso: giacitura, superficie per ogni appezzamento o aiuola,  tipologia descritta (decorativo, ciglio stradale, area marginale, incolto, ecc), irrigazione (si/no), qualità (omogeneo, non omogeneo); alberi: localizzazione, area incidenza (manto erboso, terra, calpestato, pavimentato, ecc), genere e specie nel 60% dei casi, genere 20 %, nessuna classificazione botanica 20% dei casi, corretezza dell'indicazione 85 %,
dimensioni degli alberi: circonferenza per classi di 20 cm. (0-20, 21-40, ecc.), altezza per classi di 6 m. (meno di 6, da 6 a 12, ecc.)
descrizione qualitativa: forma (libera, filare, impalcato, ecc.), fase fisiologica (giovane, adulto), difetti radicali (si, no e qualche rara descrizione), difetti colletto (necrosi, carpofori, no danni, ecc.), difetti fusto (cavità, anomalie, carpofori, ecc.), difetti branche (carpoforo, non visibili, codominante, ecc.); difetti chioma ( capitozzata, poco vitale, regolare, filata, ecc...),  vigoria (scarsa, sufficiente, pianta morta, ecc.); arbusti:  genere e specie, altezza e numero dei soggetti facenti parti di un gruppo, localizzazione (bordura, macchia, singolo, ecc.), vigoria (sufficiente, scarsa, ecc.); siepi: lunghezza effettiva, altezza per categorie (< di 1, da 1,0 a 1,5, da 1,5 a 2, da 2 a 5), larghezza per categorie( < 1, da 1 a 1,5, > 2), specie;  aiuole: dimensione aiuola, specie (corrette al 80 %), localizzazione; arredi: tipologia (es altalena, panchina, campo giochi, pavimentazione anticaduta, fontana, staccionate, ecc), quantità di oggetti o estensione della pavimentazione ( correttezza al 95 %); Viali e superfici pavimentate: tipologia (piazzale, vialetto, viale principale, passaggio pedonale, monumento, pista ciclabile, parterre, area ricreativa,  con lunghezza, larghezza e superficie.

11) Quesito: si chiede di confermare l'interpretazione secondo cui le uniche potature comprese nei servizi a canone siano quelle relative alla"potatura del secco o di parti pericolanti" (CSA art. 75) oltre a quelle da eseguire su platani affetti da cancro colorato (CSA art. 76). Per quanto riguarda le potature di contenimento e risagomazione, chiediamo conferma che queste siano unicamente oggetto di proposta tecnica migliorativa da parte dell'impresa offerente che " ... ha l'onere di formulare in fase di offerta un preciso e puntuale piano tecnico operativo in cui risultino evidenti le alberature coinvolte..." (CSA art. 74).
11) Risposta: si precisa che il computo metrico dei lavori a canone (analisi dei costi a canone) prevede che nel corso di una annualità mediamente:  venga asportato il secco (con interventi di asportazione di materiale inferiore al 10%) su 550 piante (di varie categorie dimensionali); si provveda alla potatura di risagomazione... ecc. su 560 alberi (di varie categorie dimensionali) e su 150 alberelli (Prunus Pyrus ecc) per un totale di  710 interventi. All'articolo 2 del capitolato si indica come fabbisogno medio di interventi di potatura all'anno il numero di circa 750 alberi (40 in più del computo) lasciando  al concorrente la possibilità di formulare una proposta migliorativa, anche in termini quantitativi, in sede di offerta tecnica. Pertanto, l'intervento minimo di potatura deve riguardare 710 piante e l' impresa in fase di offerta dovrà "....formulare un preciso e puntuale piano tecnico operativo, in cui risultino evidenti le alberature coinvolte, il tipo di intervento eventualmente previsto, la scansione temporale degli interventi, le modalità operative ed ogni altro elemento utile a comprendere la programmazione prevista dall’Impresa per tale tipo di lavorazione.." . Per il platano, l'articolo 76  chiede che il controllo rispetto alla Ceratocystis fimbriata venga effettuato anche in occasione di eventuali potature, restando inteso che qualora fosse riscontrata la presenza del cancro colorato dovrà essere avviata la procedura prevista dalla legge per l'abbattimento della pianta.

12) Quesito: In riferimento all'attuale censimento occorre sapere quanti alberi, ml di siepi, arbusti, mq. di tappeti erbosi, sono censiti e quanti sono ancora da censire? Si chiede se esiste (e se è possibile renderlo accessibile) un piano delle potature programmate negli anni precedenti; si chiede inoltre se è possibile prendere visione del censimento.
12) Risposta: Si evidenzia che il concorrente non dovrà presentare in sede di gara l'aggiornamento del censimento (prestazione che sarà richiesta  all'aggiudicatario), ma esporre una metodologia di lavoro da illustrare secondo  le indicazioni espresse al Parametro D, pag. 7 del disciplinare di gara. In merito ai dati richiesti, si informa che nel corso del sopralluogo facoltativo è possibile prendere visione del censimento del verde comunale. Con riferimento al Parametro F “ piano di gestione delle alberature”, si precisa che l' aspetto qualitativo e fotosanitario del verde del comune di Monza è del tutto ordinario.

13) Quesito e Risposta: Per il quesito e relative risposte vedasi il file "Allegato Chiarimenti"

14) Quesito: in riferimento al disciplinare di  gara parametro G, “proposte rispetto alla gestione delle aiuole ed ai  vasi fioriti e degli abbellimenti” si chiede se questi interventi proposti dall’impresa rientrano nella categoria dei lavori che l’impresa partecipante offre a titolo gratuito all’Amministrazione Comunale (anche per gli oneri di manutenzione) oppure sono da considerarsi “suggerimenti” di abbellimenti che la Committenza, in caso di accoglimento valuterà di effettuare impegnando nuove risorse economiche?
14) Risposta:   si tratta di interventi che il concorrente offre a titolo gratuito  per l'Amministrazione Comunale, anche con riferimento  agli oneri di manutenzione.
14) Quesito: che tipo di data base topografico viene utilizzato nel sit?
14) Risposta: Attualmente il Comune utilizza la catografia su base fotogrammetrica derivata da volo aereo in formato DWG e SHP per GIS.
14) Quesito: Quale formato delle geometrie di verde pubblico vengono messe a disposizione?
14) Risposta: I dati attualmente disponibili sono in formato: .shp, .dwg, .map  e sono rappresentati da punti, linee e aree e per i formati compatibili con i relativi attributi
14) Quesito: Numero indicativo di clienti che accedono al sit del verde?
14) Risposta: Indicativamente 20.

15) Quesito: In relazione ai criteri di attribuzione del punteggio, Si chiede di confermare l'interpretazione secondo la quale la formula [C(a) = Sn (Wi * V(a)i] identifichi il Metodo Aggregativo Compensatore indicato nel D.P.R. 554/1999.
15) Risposta: Si conferma  che la formula utilizzata è quella prevista dall'allegato B del DPR 554/1999 ( metodo aggregativo compensatore).
15) Quesito: Per quanto riguarda gli elementi di valutazione di natura qualitativa, il D.P.R. 554/1999 prevede i seguenti criteri di attribuzione del coefficiente di valutazione:
- la media dei coefficienti, variabili tra zero e uno, calcolati dai singoli commissari mediante il confronto a coppie, seguendo, a loro scelta, le linee guida di cui all'allegato A del suddetto decreto, oppure il criterio fondato sul calcolo dell'autovettore principale della matrice dei suddetti confronti a coppie;
ovvero
- la media dei coefficienti, variabili tra zero ed uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari;
ovvero
- un metodo di determinazione dei coefficienti, variabili tra zero ed uno, adottato autonomamente dalla commissione prima dell'apertura dei plichi.
Si chiede quale di questi tre criteri sarà adottato in sede di gara.
15) Risposta: In merito alle modalità di valutazione dell'offerta tecnica e dell'offerta economica si rinvia alla prescrizioni delle lex specialis di gara ( pag. 10 del disciplinare).
15) Quesito: Si chiede se la formula [C(a) = Sn (Wi * V(a)i] indicata a pag. 11 del disciplinare di gara faccia riferimento alla sola offerta tecnica e, in caso affermativo, si chiede quale sia la formula di valutazione dell'offerta economica.
15) Risposta: La formula prevista per l'aggiudicazione fa riferimento sia agli elementi di natura tecnica che di natura economica.
15) Quesito: Si chiede se il termine “Requisiti” citato a pagina 11 del disciplinare di gara, nella legenda esplicativa della formula di attribuzione dei punteggi, faccia riferimento al termine “Parametri” o al termine “Sub-Parametri” (citati nelle pagg. 6 – 12 del disciplinare di gara) piuttosto che ad altri concetti espressi nel disciplinare di gara e nel capitolato speciale d'appalto.
15) Risposta: Per requisito, nella legenda della formula, si intende l'elemento di valutazione (sub parametro, prezzo) per il quale è prevista l'attribuzione di un punteggio.
16) Quesito: Si chiede se il limite massimo di 40 pagine riferito al progetto tecnico, sia da intendersi comprensivo della pagina di copertina.
16) Risposta:  Si evidenzia che la copertina dell'offerta tecnica può ritenersi non compresa nel computo delle 40 pagine.

17) Quesito: si chiede, in relazione ai requisiti di partecipazione in A.T.I., le percentuali minime richieste all'interno del raggruppamento.
17) Risposta: si evidenzia che la disciplina di gara non prevede limiti relativamente alla percentuale minima dell'A.T.I.

18) Quesito: si chiede, in relazione ai requisiti di partecipazione di cui al punto 7.a del disciplinare di gara attestante la capacità tecnica dell'impresa ovvero: "a pena di esclusione, dichiarazione di aver svolto con buon esito, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del presente bando, servizi di gestione e manutenzione del verde, di cui almeno un contratto di importo pari o superiore a € 2.000.000,00", e poichè un servizio non necessita di verifica qualità, o collaudo (in quanto viene verificato in corso d'opera), siamo a richiedere: 1) si può considerare il requisito soddisfatto con un rapporto contrattuale comprovato dal solo contratto (e relative fatture) o necessita di una dichiarazione del committente? 2) anche da un contratto ancora in opera e dalle relative fatture quietanzate per la parte di servizi eseguiti? 3) lo stesso contratto è stato redatto come servizio, ma all'interno è presente una quota di lavori. Si può considerare il totale importo contrattuale come servizio?
18) Risposta: si evidenzia che: 1) per la dimostrazione della capacità tecnica (punto 7 lett. a del disciplinare) ex art. 48 del D.Lgs. 163/06, occorre far certificare dalle stazioni appaltanti il valore del contratto stipulato di servizi di gestione e manutenzione del verde ed il buon esito dell'esecuzione dello stesso; 2) anche per tale ipotesi, per la dimostrazione della capacità tecnica (punto 7 lett. a del disciplinare) ex art. 48 del D. Lgs. 163/06, occorre la certificazione del committente; 3) la clausola di gara contiene una puntuale prescrizione riferita ai servizi.

 

Data creazione: Tue Oct 26 15:21:12 CEST 2010

Pagine collegate

Monza è

Un progetto per promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio motoristico italiano presente nei diversi territori

Attract - Valorizzazione del territorio

Un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio.

Bando Sto@

Per incentivare e rilanciare le attività commerciali, del turismo e dell’artigianato di servizi.

Contrasto al Gioco d'azzardo

Bandi per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Musei civici di Monza

Oltre 140 opere di arte e di storia cittadina.

Matrimoni e Unioni Civili in Villa Reale

E' possibile celebrare le nozze e costituire unioni con rito civile nella splendida cornice della Villa Reale

Itinerari ciclabili

36 km di itinerari ciclabili da scoprire

Tenga il resto - contro lo spreco alimentare

Il pasto non consumato si può portare a casa.

Monzaccessibile

Luoghi pubblici accessibili alle persone con disabilità

Defibrillatori in città

40 defibrillatori in città per prestare un primo soccorso alle persone in arresto cardiaco.

Aiutaci a migliorare